Niente colazione per Holly: da oggi l’anello di Tiffany si sceglie su iPhone


Un tempo per scegliere un anello di fidanzamento si andava in gioielleria, oggi lo si fa comodamente da casa con il proprio iPhone. La griffe più famosa al mondo per i suoi solitari ed anelli di fidanzamento, Tiffany and Co., ha infatti lanciato in questi giorni una nuova e fantastica applicazione gratuita dedicata ai propri clienti più tecnologici. Si tratta di The Tiffany and Co. Engagement Ring Finder che permette di selezionare e provare virtualmente l’anello scelto.

In effetti l’idea potrebbe essere quella di scegliere un anello e poi andarlo a comprare, magari curiosando con la fidanzata per capire cosa le piace e cosa no.
Sarà ma a me, forse troppo tradizionalista e romantica, piace ancora la vecchia storia del fidanzato che va a scegliere l’anello e poi lo consegna all’amata in ginocchio e con gli occhi lucidi dall’emozione.

Chissà cosa ne penserebbe Holly Golightly alias Audrey Hepburn, lei che da Tiffany amava far colazione ogni giorno per rilassarsi e scacciare i brutti pensieri. Tutte quelle vetrine illuminate una dietro l’altra con in prima diamanti di ogni forma e colore sono state così sostituite da una veloce applicazione per iPhone.

Ma come funziona? E’ possibile appoggiare il dito sullo schermo del telefono, allineandolo con una cerchio che verrà visualizzato, per avere una idea più o meno reale dell’effetto finale.

Ovviamente oltre a questa esperienza extrasensoriale, l’App Tiffany dà la possibilità di zoomare, vedere dettagli, osservarne la lavorazione come se foste alla boutique della Quinta Strada a New York.

Così come potrete confrontare l’anello con ben sei diverse pietre di dimensioni e carati. Da provare!

L’App può essere facilmente scaricata da iTunes.

Ovviamente dopo aver scelto il modello di solitario più adatto a voi toccherà alla vostra dolce metà fare tutto il resto, compresa la tanto sospirata dichiarazione.
Per quella sembra non esistere ancora un’applicazione. Che ci stiano pensando?

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *