Fast wedding: in tempi di crisi le nozze si festeggiano al McDonald’s


La crisi colpisce anche chi decide di sposarsi e molti scelgono quindi un matrimonio low profile oltre che low cost, non rinunciando tuttavia ai festeggiamenti con amici e parenti. Ora a venire in soccorso degli sposi ci pensa la più famosa catena di fast food del mondo, McDonald’s. Si tratta del fast wedding, un modo nuovo, insolito, anticonformista ed economico per dire sì. Per ora il servizio è attivo solo a Hong Kong, ma presto sarà possibile richiederlo anche in altre parti del mondo. Il pacchetto è decisamente invogliante: con soli 286 euro è tutto compreso.

Ma che cosa comprende questa piccola cifra? Ovviamente il banchetto nuziale per cento invitati, le decorazioni della sala con festoni e palloncini bianchi, il sottofondo musicale, e persino due regalini per gli sposi e un piccolo cadeaux per tutti.
Il menu, come avrete capito, è quello che è. Le romantiche spose dovranno rinunciae alla classica torta nuziale glassata con in cima gli sposini; al suo posto una semplice ma deliziosa apple pie. Con quattro dollari a coperto insomma ogni ospite si delizierà con il più classico degli Happy Meal.
Grosso vantaggio è che gli sposi non si devono occupare di niente. Nessuno stress organizzativo: il McWedding è un servizio chiavi in mano.

I più tradizionalisti storceranno il naso a questo nuovo modo di festeggiare, ma il fast wedding ha di certo il pregio di venire in soccorso degli sposi che non vogliono indebitarsi per bomboniere raffinate, sontuosi banchetti e fiumi di champagne. Sì anche le irrinunciabili bollicine non sono comprese nel matrimonio di McDonald’s. Il brindisi è previsto ma con la Coca Cola, perchè da sempre la catena di fast food non ha la licenza per vendere alcolici.

L´esperimento partirà il primo gennaio 2011 e interesserà solo le due sedi centrali di Mei Foo e di Smithfield a Hong Kong. Se, come sembra, le prenotazioni saranno in numero consistente, il pacchetto nuziale verrà esteso anche alle altre filiali più periferiche.

La tendenza tuttavia non è nuova e viene direttamente dagli Stati Uniti, patria dei fast food, in particolare dalla California: festeggiare gli sposi davanti ad un semplice hamburger tutti insieme sugli sgabelli di un self service. Rapido, spiritoso, giovanile ma soprattutto economico. A volte si sceglie appositamente il locale del primo appuntamento.

Ma fino ad oggi si trattava di iniziative spontanee e individuali, senza pacchetti tutto compreso.
Qualche tempo fa però il New York Times ha sottolineato come siano sempre più numerose le agenzie matrimoniali che, in tempi di recessione, offrono ai loro clienti anche questa opzione.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *