Matrimonio ma quanto mi costi? Gli italiani si indebitano per dire sì

Dopo la proposta di fidanzamento ed esattamente prima del turbinio dei preparativi, la maggior parte degli italiani fanno un pit stop d’obbligo: la banca.
Secondo un’indagine del portale PrestitiSupermarket.it, condotta su 15.000 richieste di prestito raccolte nei primi 4 mesi dell’anno, indebitarsi per il proprio matrimonio sta diventando una prassi diffusa. A chiedere un prestito non sono solamente i futuri sposi, ma anche i suoceri, che pur di non rinunciare ad un matrimonio da favola farebbero di tutto.

Dall’indagine emerge infatti che in media si chiedono poco più di 10 mila euro in prestito per far fronte alle spese per banchetto nuziale, bomboniere, fotografi e luna di miele, anche se il trend che emerge è all’insegna dell’austerity: niente nozze da favola con auto d’epoca o banchetti pantagruelici, ma aperitivi rinforzati e bomboniere equosolidali. La durata nel tempo dei prestiti si attesta intorno ai cinque anni.
L’età giusta per i debiti nuziali pare essere tra i 26 e i 30 anni, quando il 28% dei richiedenti un prestito lo fa per le proprie nozze. Anche il 20% dei 20-25enni e dei 25-40enni sono tra coloro che devono chiedere un finanziamento per il giorno del sì. Meno sono gli over 40, appena il 6%.
La sorpresa, però, sono gli ultra cinquantenni: il 18% delle loro richieste è a scopo di matrimonio, ma non del proprio, bensì di quello dei figli, che sempre più spesso hanno bisogno dell’appoggio economico dei genitori se vogliono costruirsi una famiglia.
A livello regionale, la Campania è in cima alla lista per numero di aspiranti alle “nozze a rate” (circa il 20% del campione), seguita da Lombardia (13%), Sicilia (12%) e Toscana (12%). Marche e Veneto sono le regioni che ci tengono di più a fare bella figura, con importi medi intorno ai 15.000 Euro, seguite da Sicilia (13.200 Euro) e Campania (11.200 Euro).

Auguri agli sposi!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

4 risposte a “Matrimonio ma quanto mi costi? Gli italiani si indebitano per dire sì

  1. Domandatevi perchè devono fare debiti , in questo paese si deve fare debiti per tutto !, a meno che non sei figlio di un politico o di buona famiglia. Invece di aiutare nuove famiglie che nascono questo governo le affossa prima!. grazie.

  2. In questo caso si fanno debiti perchè si vuole vivere al di sopra delle proprie possibilità. Per sposarsi non servono necessariamente abiti da favola, nozze con i parenti fino alla settima generazione e viaggi di nozze transoceanici. La cosa che veramente costa in un matrimonio è l’ostentazione. Robert Kiyosaki rabbrividerebbe all’idea di far debiti per sposarsi, e io con lui.

  3. è vero che a momenti devi indebitarti anche per poter mangiare, però in non condivido una cosa. fare debiti per la cerimonia o il viaggio di nozze e poi scervellarti per pagarli(che con questa crisi neanche si può). ci sono cose prioritarie e senza paragoni, quali mutuo, mobili e macchina per andare a lavoro, per quello i debiti ok(magari non ce ne fosse bisogno). buona giornata a tutti.

  4. D’accordissimo con Simonetta e Sissi! Ci sono cose che hanno la priorità .. non l’ostentazione .. e poi non ci lamentiamo della crisi, delle tasse, del Governo.. ognuno ha la propria resposabilità e la nostra è quella di gestire bene le risorse per la nostra famiglia. Spero davvero che in questo momento di difficoltà molti ne siano capaci. Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *