Dopo liste nascita e liste nozze ecco la lista “vado a vivere da solo” per i nostri bamboccioni

Siamo o non siamo un paese di bamboccioni? E allora in un Paese dove i matrimoni sono in calo, come anche le nascite, perché privarsi della gioia di ricevere dei doni in età adulta pur non volendo compiere passi importanti come il matrimonio o la nascita di un figlio? Sembra essere questo il ragionamento dietro al quale sta la nuova moda del momento: la lista vado a vivere da solo.
Perché se davvero i giovani italiani sono bamboccioni attaccati alle gonne di mammà allora che c’è di meglio se non festeggiare l’addio al nido con i migliori auguri?

Ecco allora che molti giovani single scelgono di condividere questo momento importante della propria vita, seppur non sancito da alcuna celebrazione ufficiale e nemmeno condiviso con una dolce metà, organizzando un party e perché no anche una lista per chiedere doni di ogni tipo per la vita da single che verrà. Spazio allora ad attrezzi da fitness, suppellettili di design, oggetti d’arte, hi-tech e tanto altro.

Il dato è stato segnalato da Zankyou, sito di liste nozze online presente in 17 Paesi, a cui tempo fa è arrivata una chiamata da parte di Chiara, giovane piemontese di 27 anni, che chiedeva se poteva utilizzare il servizio per creare un sito personale per ricevere regali non in vista del suo matrimonio, bensí per la sua nuova casetta in cui si sarebbe trasferita da li a poco, lasciando per la prima volta il tetto dei genitori. E qualche settimana dopo un neo laureato chiedeva se poteva creare la sua personale lista regali per la casa nuova dove sarebbe andato a vivere da solo, lontano dalla città dei suoi studi. A sottolineare il problema ci ha pensato anche Barbara Pederzini, wedding planner di fatamadrina, che ha espresso il suo malumore in merito alla mancanza di gratificazioni e cerimoniali ufficiali per i giovani che compiono passi importanti nella vita di tutti i giorni, pur scegliendo di non sposarsi o avere figli.

Visto che l’età media in cui i figli escono dalla casa materna (e paterna), in Italia, è di 31 anni, e circa un terzo di coloro che hanno 34 anni vive ancora con i genitori, è il caso di chiedersi se accanto alle liste nozze aperte in web o in agenzia per una futura vita a due, non sia forse arrivato il momento di pensare a una lista di regali utili per tutti coloro che vogliano/possano/riescano a rendersi indipendenti.
L’idea però non è nuova in America. Infatti fu protagonista persino di un episodio della celebre serie Sex and the City: La protagonista Carrie Bradshaw, dopo aver partecipato ad una festa privata nel corso della quale le rubano un costosissimo paio di scarpe, riflette su quanti soldi abbia speso nella sua vita per liste nozze e liste nascita. Dopo il rifiuto da parte dell’amica di rimborsarle il costo delle scarpe, Carrie decide di ufficializzare la sua vita da single aprendo una lista “nozze” composta da un solo paio di scarpe da Manolo Blahnik.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *