A Milano il matrimonio alternativo si racconta a Wedding Factory


Stanchi della solita fiera per gli sposi e dei cliché da matrimonio classico: a Wedding Factory, il progetto realizzato da BraveArt Factory in collaborazione con Le Jour du Oui, è possibile scoprire solo le chicche del mondo wedding (e non solo). Tramite un lavoro di ricerca, sono stati selezionati 12 giovani professionisti che, grazie alla loro passione, hanno saputo inventare un modo nuovo di fare le solite cose. Ciascun espositore sarà il solo rappresentante del suo settore ma non mancherà niente: il fotografo, il parrucchiere, il catering, le fedi, i gioielli, gli abiti….
Ecco allora che wedding Factory ben altro che una semplice fiera, ma una vetrina sul mondo dei giovani talenti che si apprestano a lavorare nel frenetico mondo dei matrimoni.
Ma chi sono i protagonisti di questo evento che si svolgerà dal 9 al 10 febbraio in zona Tortona a Milano e cosa dobbiamo aspettarci da un’iniziativa tanto originale?

Prima di tutto le presentazioni. Chi siete?
Siamo due realtà diverse che hanno voluto collaborare per realizzare questo nuovo progetto.
Cristina Di Giovanna un background in storia dell’arte e l’attività di fashion editor e stylist presso una rivista di moda, hanno sviluppato la sua naturale passione per la ricerca di soluzioni nuove, di creazioni originali con materiali, colori, stoffe. Spunti, ispirazioni, idee da tutto il mondo l’hanno portata a creare un blog inedito, Le Jour du Oui, dedicato a matrimoni in stile vintage, e a intraprendere un’attività propria. Dall’esperienza maturata nasce la proposta di un servizio di qualità: un matrimonio “low-cost”, semplice, anticonformista, ma curato in ogni dettaglio. Dopotutto il giorno più bello l’ha vissuto davvero. Sa cosa significa smaltire una lista infinita di invitati, piangere davanti a un vestito di tulle, non avere un budget illimitato, abbinare oggetti disparati trovando la stessa tonalità di colore e tanto altro. Una wedding planner insomma a 360°.
Maria Simone una laurea in economia, una passione per l’America e il Canada, terre dove, se hai un’idea, hai anche la tua possibilità, una testa e una vita decisamente caotica, e la decisione di perseguire un suggerimento ricevuto dal padre: “vai in fondo a tutto ciò che desideri, perché i tuoi desideri sono ciò che ti farà amare e conoscere la realtà, fino a contribuire a costruirla”. Dopo diverse esperienze legate al mondo del fund raising, ha deciso di avviare la sua piccola attività imprenditoriale fondando la BraveArt, società di consulenza del mondo no profit. Dopo quattro anni inizia una nuova avventura che si affianca alla prima con la BraveArt Factory: un contenitore, una location da riempire con idee, progetti, eventi, corsi, feste, cene, amici… insieme ad un team collaudato di altre quattro giovani donne, che tra figli, mariti e fidanzati con passione e grande professionalità danno forma a tutte le idee che senza sosta giorno e notte vengono fuori!

Wedding Factory. Di cosa si tratta?
Wedding Factory vuole essere un punto di incontro tra professionisti che hanno qualcosa di bello da raccontare con il loro lavoro e la loro attività e visitatori che cercano quella idea nuova, diversa che gli faccia dire: “voglio questo per il mio grande giorno!” Il tutto fuori dai soliti cliché e dai classici schemi fieristici, sia per lo stile che per la qualità proposta. Infatti in un contesto allestito come una casa, troveranno spazio 13 espositori che proporranno le loro creazioni, legate al mondo del matrimonio ma non solo, tutti rigorosamente unici rappresentanti del loro settore. Per loro Wedding Factory vuole essere un’opportunità per farsi conoscere, raccontarsi e … per ispirare futuri sposi. Per il visitatore, invece, sarà la possibilità di scoprirli e… sceglierli per il grande giorno!

Come è nata l’idea?
L’idea nasce quando Maria con la BraveArt Factory, questo spazio che vuole essere un luogo a Milano dove accadono cose belle e si raccontano progetti che meritano, decide di collaborare con una persona come Cristina che di cose belle ne conosce molte, per lo più legate al mondo del Wedding. Così l’unione della competenza organizzativa del team di BraveArt Factory con la professionalità di Cristina, hanno portato a costruire l’edizione zero di un progetto davvero nuovo dedicato al mondo del matrimonio.

Che cosa vi accomuna in un progetto legato al mondo del wedding che vuole però dare un’alternativa originale e creativa a sposi e non solo?
Ci accomuna la passione per le cose che hanno un loro perché, che a noi per prime fanno dire: “wow che bello!”. Ci accomuna il fatto che quando incontriamo qualcuno che ha fatto di una sua passione e capacità, una seppur piccola, ma valida attività imprenditoriale, rimaniamo a bocca aperta ad ascoltare il suo racconto: come ha cominciato, che cosa fa e come lo realizza. Ci accomuna la certezza che di cose che valgono ne è pieno il mondo, sta a noi scovarle e farle scoprire a più persone possibili.
Per questo il progetto è un’alternativa originale e creativa, perché qui troverete solo quello che è in linea con tutto ciò che ci accomuna.

Quali saranno gli attori di questa Wedding Factory?
I nostri espositori saranno 13 professionisti, ognuno legato ad un settore specifico del mondo wedding. Ci sarà lo Studio Pratizzoli che, grazie alla professionalità della fotografa Cecilia e della videomaker Elisa, propone un inedito modo per rendere indimenticabile l’evento del matrimonio.
La giovane stilista Alessia Baldi è in grado di coniugare tessuti nuovi e vintage per realizzare abiti da sogno; Priscadesign mette a disposizione la fantasia e la tecnica per creare partecipazioni, inviti, menù e tutto il materiale grafico necessario agli sposi.
V as LoVe racconta un nuovo modo di realizzare il bouquet, utilizzando materiali non convenzionali; Sweet Pastry Lab stuzzica i palati con la proposta di buffet dolci e torte su misura; lo staff di Dreams Team consiglia ai futuri sposi le mete migliori per una luna di miele indimenticabile; Pantanelli Garden dimostra la sua creatività con la realizzazione di composizioni floreali che hanno l’aspetto di autentiche opere d’arte; Meda Orafi unisce le sue doti artigianali con le forme del design più contemporaneo, per creare fedi nuziali personalizzate e da collezione; l’immancabile servizio di wedding planner di Le Jour du Oui con progetti su misura, a budget contenuto, per accompagnare gli sposi nell’organizzazione di tutti gli aspetti del wedding; Handmade with Love crea bomboniere artigianali e fuori dai soliti cliché; Organic Brides, come una vera artista, “dipinge” i volti delle future spose con un trucco dai colori armoniosi e rigorosamente bio; Bijotti&Ciciotti che, grazie alla passione per il design di gioielli e per l’arte da indossare, realizza bijoux fatti a mano sia per uomo che per donna; Individuals offre alla sposa una vasta scelta di capi per un corredo intimo che dona una bellezza e una femminilità più naturale.

Da non perdere perchè…
Cose come queste non capitano facilmente: una selezione fatta per far sì che ognuno dei singoli espositori presenti al visitatore una cosa che prima non aveva mai visto! Il tutto in un contesto accogliente nel cuore di Milano.

Qual è il messaggio che volete lanciare?
Crediamo nell’unione di quattro fattori: Creatività. Passione. Cose belle. Professionisti, giovani ma in gamba, che, inseguendo ciò che amano e che sanno fare, arrivano a realizzare un’attività imprenditoriale che può funzionare perché di qualità, anche in un momento in cui sembra che nulla si possa e si debba fare, per scampare alla situazione attuale.

Lo spazio in cui si svolgerà Wedding Factory è molto bello. Normalmente a cosa è adibito?
BraveArt Factory è uno spazio su tre piani all’interno di un cortile della vecchia Milano che si presta per la sua disposizione a diverse attività. Da una parte è una location a disposizione di chiunque, aziende e privati, voglia realizzare un proprio evento, da una presentazione aziendale, ad un aperitivo tra colleghi, a feste di compleanno per grandi e bambini, cene tra amici, mostre… e dall’altra è il luogo che vogliamo riempire con le nostre idee, con progetti, come quello di Wedding Factory, che nascono dalla nostra creatività, da ciò che ci piace, da ciò che incontriamo e vogliamo raccontare.

Giovani donne imprenditrici. Come vedete il mondo lavorativo attuale e quali difficoltà dovete affrontare quotidianamente nel mercato italiano, proponendo qualcosa di creativo ed artistico?
Il momento attuale permette di … fare! In questo momento se non fai tu per primo, se non proponi tu per primo qualcosa, difficilmente ti verranno a cercare. E difficilmente soprattutto verranno a cercare giovani imprenditrici che non sono ancora affermate e conosciute. Questo vuol dire che non si può star fermi, si è continuamente stimolati, ad inseguire sogni ma anche ad essere concreti e a proporre cose di qualità, innovative e attente al budget. Per vincere la diffidenza iniziale che spesso si incontra, per superare la difficoltà che molti hanno nel dar credito a chi arriva con nuovi progetti, devi avere qualcosa di davvero valido da proporre. Allora … non ti ferma più nessuno! Se fai bene e con passione il tuo lavoro, crisi economica ed età non sono ostacoli, ma diventano la tua opportunità. Ed è in questa ottica che lavoriamo ogni giorno e affrontiamo le difficoltà che pur ci sono, lavorando tanto, con passione e guardando in faccia la crisi come la nostra opportunità di fare.

Wedding Factory
sabato 09 e domenica 10 febbraio
dalle 11 alle 20
-ingresso libero-
Via Vigevano, 41 Milano
citofono 36

PER INFO:
ufficiostampa@braveart.it
Tel 02 45495136
weddingfactoryblog.wordpress.com

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *