Stop del traffico: nel cuore di Milano va di scena la moda sposa in un tranquillo sabato mattina

0217md

Il sabato mattina presto in un alcune tranquille vie del centro di Milano si respira un’atmosfera surreale fatta di luci tutte da scoprire tra le foglie degli alberi e un silenzio magico interrotto a tratti solo da qualche tram o qualche cagnolino a spasso di buonora.
Una delle vie che più di tutte ogni week end vive per qualche ora mattutina questo impalpabile e inaspettato scenario è sicuramente rappresentata da Via Vincenzo Monti, che lo scorso sabato è però stata animata da un’insolita frenesia fatta di colori, voci e sguardi.

Proprio allo scoccare dell’ora X che fa riemergere le auto e le persone da questo sonno fatato ecco che queste hanno avuto una sorpresa, facendo capolino nella via: una sposa accompagnata dalle sue damigelle ha percorso la strada principale arrivando sino alla maestosa scalinata che porta alla Triennale di Milano.
Tante le vetture che non hanno potuto fare a meno di fermarsi per osservare uno spettacolo inatteso e di grande suggestione.
Una giovane sposa, fasciata in un abito di pizzo dall’allure impeccabile e da una sobria eleganza d’altri tempi, ha passeggiato per la meravigliosa Vincenzo Monti, accompagnata da due splendide damigelle nel loro vestito color smeraldo, il colore dell’anno.

La città della moda offre spesso spettacoli di questo tipo ai propri cittadini, ma una sposa si sa colpisce sempre di più.
Lo shooting fotografico, curato da Michele Dell’Utri, con gli abiti sartoriali di Massimo Panuccio della prestigiosa Sartoria Massimo, e le deliziose borse floreali di Teak, hanno dato agli abitanti della zona una piccola anticipazione di quello che potranno vedere il prossimo giovedì 23 maggio nel grande White Event organizzato proprio per celebrare il meglio del wedding con tanti eventi, appuntamenti e iniziative.
A curare make up e acconciature Valerio Antonelli.

Credit foto: Michele Dell’Utri

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *