Alessandra Rinaudo, un orgoglio tutto italiano alla conquista di Izmir

Ho provato, e credo di non essere stata la sola, un orgoglio tutto italiano nel vedere le immagini della sfilata di Alessandra Rinaudo ad Izmir di qualche giorno fa. A rendermi orgogliosa non è stato un solo motivo, ma tanti.
Prima di tutto perché Alessandra è una donna speciale, piena di idee, di energia, ma che soprattutto ama il suo lavoro con tutta sé stessa. Direttrice creativa del brand internazionale Nicole Fashion Group, disegna cinque linee di abiti da sposa e allo stesso tempo dirige, al fianco del marito, Carlo Cavallo, l’azienda di famiglia, con il polso dell’imprenditrice di successo ma coi piedi per terra e il dolce sorriso di chi è anche madre di tre figli.
In più è italiana, anzi italianissima, con quel suo accento squisitamente piemontese, lo sguardo genuino e sincero e una testa che non sa stare ferma un attimo, ma che corre già agli impegni del minuto successivo.
Quello di Alessandra è un bellissimo esempio di eccellenza italiana, coltivata sin dalla tenera età nello storico laboratorio di Saluzzo, dove ha visto al lavoro la nonna e la mamma Maria Teresa Lauteri, creatrice dell’omonimo marchio, ed ha imparato come si confeziona il perfetto abito da sposa.
E’ l’Italia che sa fare, che non sta con le mani in mano, l’Italia che fa passare per mani operose e mai stanche una creatività unica, mix perfetto tra amore per il bello, tradizione, con uno sguardo però sempre rivolto al futuro.
Il segreto di tanto successo è da ricercarsi probabilmente nell’impegno, nella tenacia e nell’operosità di un’azienda che rispecchia perfettamente la sua direttrice, ma anche nell’amore.
Un amore che traspare da tutto: dagli abiti, dal rapporto col cliente, dalle relazioni intrecciate coi giornalisti.
E’ un sentimento che si respira in ogni evento Nicole e che ben si capisce osservando Alessandra e il marito Carlo, presidente dell’azienda, stesso sguardo sincero ed onesto e identico piglio deciso di chi sa il fatto suo.

Quello di Izmir è solo l’ultimo di tanti successi per questa azienda di Saluzzo che negli ultimi anni ha fatto tanta, tantissima strada.
Sulla passerella della terza città più importante della Turchia la stilista italiana ha infatti presentato nei giorni della manifestazione bridal “Wedding Fashion Izmir” le nuove collezioni 2017 di abiti da sposa: oltre 40 modelli della collezione Nicole Spose e un’anteprima della più preziosa linea Alessandra Rinaudo Bridal Couture.

Da segnare in agenda il nuovo appuntamento per il prossimo 9 aprile a Venezia, dove Alessandra Rinaudo e il suo staff presenteranno con un grande evento internazionale le proprie collezioni.

Ad incantare la Turchia uno show magico in cui le protagoniste sono state le spose da fiaba della maison.
In passerella infatti hanno sfilato modelli molto eleganti, ricercati, che sembravano ispirati alle favole della nostra infanzia.
I trend per il 2017 su cui sembra puntare il brand sono gli scolli a V, le maniche lunghe o a tre quarti e gli importanti strascichi sempre più ricchi e sontuosi.
Sì al velo, purché molto lungo e da esibire con abiti dalle gonne ampie.
La sposa di Alessandra sembra voler sentirsi proprio una principessa quasi d’altri tempi e così via a preziose tiare di cristalli Swarovski.

La punta di diamante della maison, la linea Alessandra Rinaudo Bridal Couture, è stato un vero e proprio successo, mostrando il suo lato più glamour: ricami impreziositi da cristalli e ancora effetti tattoo sulla schiena per sottolineare e sublimare le silhouette delle spose.
La stilista ha voluto infine rendere omaggio alla città di Izmir con una straordinaria creazione realizzata proprio per l’occasione: un abito di broccato oro con un importante collo in stile ottomano e un mantello applicato. Un abito che sembra uscito dalla fiaba di Biancaneve: una meravigliosa e candida principessa d’altri tempi.

Al termine dello show il presidente della fiera ha premiato Alessandra per il lavoro svolto.
Un premio meritatissimo, simbolo dell’impegno e della determinazione di una donna davvero speciale.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *