Enzo Miccio: “Alle ragazze dico di sognare e lasciarsi andare ai desideri”

Poche settimane e entrerà nel vivo del periodo clou del suo lavoro, fatto di progetti che trovano la loro realizzazione con la stessa magia della fata di Cenerentola, emozioni che lasciano senza fiato e una frenesia fuori dal comune. Enzo Miccio, il wedding planner più famoso d’Italia, è sulla linea di partenza, pronto a partire con le sue spose per soddisfare i loro più grandi desideri per un giorno che per lui deve essere magico a tutti i costi.
Sono quindici anni che organizza matrimoni e ne ha viste di tutti i colori senza mai perdere la grinta e la creatività che lo contraddistinguono.
E in questa breve chiacchierata ci ha raccontato i trend di quest’anno, ha svelato qualche consiglio per le spose e soprattutto ha parlato di amore e sogni nel cassetto, perché, come ha detto: “i sogni non li comandi, si avverano, svaniscono, ritornano…

Sta per arrivare il periodo dell’anno dei matrimoni. Quali tendenze ci dobbiamo aspettare per il 2016?
Per le nozze 2016 si predilige uno stile romantico e femminile, in cui l’eleganza è il must. L’abito si mette a servizio della sposa evolvendosi, cambiando e adattandosi ai diversi momenti della giornata. L’abito diventa trasformista, consentendo alla sposa di essere sempre perfetta dalla cerimonia in chiesa al taglio della torta. Sono nozze in cui la poesia è al centro: come nella mia bridal collection 2016, sono ninfe della natura, divinità eteree e raffinate che si muovono con leggiadria tra organze, ramages e ricami in prezioso pizzo che avvolgono la loro silhouette.

E’ stato il Fashion Special Guest di “L’Amore è…” , l’evento promosso a Napoli da Maridì Communication per sostenere il “Progetto Ludoteca” della Lilt Napoli. Che cos’è l’amore per lei?
Nel mio meraviglioso lavoro ho la possibilità di conoscere l’amore in tutte le sue sfaccettature e ogni volta mi stupisco vedendo quanto possa essere vario il modo di amarsi delle persone. L’amore per me è armonia, gioia di vivere ma anche comprensione reciproca e pazienza. Penso che sia il completamento dell’identità del singolo che trova in un altro la propria perfetta dimensione e si sente bene al mondo.

A Napoli ha appena sfilato la sua collezione di abiti da sposa. Quali sono i consigli che si sente di dare ad una ragazza che si sta per sposare?
Quello che dico sempre alle spose che mi scelgono come wedding planner per il loro grande giorno è :”Sogna, lasciati andare ai desideri e vivili!”. Il giorno del matrimonio è un momento spettacolare in cui nulla deve essere lasciato al caso e deve essere la realizzazione di un desiderio carico di belle emozioni.

Tra pochi giorni inizierà la Milano Fashion Week. Dove la vedremo? Cosa vorrebbe vedere in passerella e cosa no?
Sono sempre alla ricerca dell’eleganza e del buongusto. Adoro la creatività e sostengo la sartorialità di alto livello e di qualità elevata. Le sfilate rappresentano per me una grande fonte di ispirazione, nella ricerca di nuovi tessuti e nuovi tagli. In genere mi affascinano molto le passerelle che portano in scene atmosfere e suggestioni provenienti da altre culture come quelle orientali. Puro fascino!

Progetti e impegni futuri?
Ho sempre un’agenda fittissima di appuntamenti e viaggio moltissimo. Non mi fermo mai, amo il mio lavoro e sono sempre pieno di nuovi progetti. Sono già al lavoro per disegnare le mie collezioni 2017 di abiti da sposa, la collezione delle nuove scarpe e cadeaux de mariage. Inizierò presto la nuova avventura in giro per l’Italia con “Ma Come Ti Vesti?” e poi entreremo nel vivo della splendida stagione dei matrimoni e partiranno le registrazioni de “Il diario di un Wedding Planner”. Location meravigliose, emozioni, moltissimi impegni, un po’ di stress ma soprattutto tanta passione.

Un sogno nel cassetto?
Ancora tanti ma aspetto di poterli avvicinare pian piano …i sogni non li comandi, si avverano, svaniscono, ritornano… Altro é parlare di obiettivi e di strategie… Al momento voglio ancora sognare.

Credit foto: Archivio Enzo Miccio e Michele Dell’Utri

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *