Un volo di libellule, applicazioni che diventano gioielli, pois e un omaggio ad Ornella Vanoni: sfila Antonio Riva

 

E’ stata un’edizione di Sì Sposaitalia sorprendente quest’anno quella appena conclusasi a Fiera Milano city: un fermento di idee, di incontri e di grandi novità. Presto online il post sul meglio della manifestazione.
A conquistare il pubblico di buyer, operatori del settore e giornalisti sabato pomeriggio ci ha pensato lo stilista Antonio Riva, attualmente protagonista anche del nuovo programma tv “Indovina cosa sceglie la sposa” su Lei, che ha portato in passerella la sua nuova collezione sposa, caratterizzata da un travolgente romanticismo con tinte pastello, gonne principesche e applicazioni gioiello.
Quello che ha colpito maggiormente però è stata la profonda ricerca dei tessuti, le linee inedite e le soluzioni innovative in fatto di lunghezze degli abiti, sovrapposizioni e dettagli.
Lo stile inconfondibile di Antonio Riva ha infatti fatto un passo in avanti, lasciando a bocca aperta la platea. Le architetture degli abiti che lo hanno reso celebre tra le spose e le celebrities nostrane e non, le quali almeno una volta hanno scelto di indossare le tipiche ruches in versione wedding o sera per sentirsi straordinariamente belle, si sono evolute, diventando più sinuose, puù morbide, quasi fossero onde, petali di un bocciolo primaverile.


Ho avuto il privilegio di essere nel backstage della sfilata e di vedere le prove, i cambi d’abito, le emozioni prima dello show. A organizzare il tutto un team affiatato, appassionato e capitanato da un bravissimo Edoardo Cegan e dallo sguardo attento, seppur emozionato dello stilista.
Alle 15 il via dello show con una sala sfilata gremita: ad aprirla un abito da principessa color rosa tenue con un corpetto decisamente speciale. Un tripudio di libellule, piccoli e preziosi charme realizzati a mano e staccabili così da formare in seguito un gioiello da portare sempre con sé, ha adornato la parte superiore dell’abito da sposa per una donna che certo crede nelle favole e in quel “e vissero felici e contenti”.


Poi un susseguirsi di abiti nuovi, dal corto per la sposa moderna e di carattere, al caratteristico abito a onde, dal tulle a pois giovane e sbarazzino, ma sempre molto chic, a quello in mikado sofisticato e sobrio al tempo stesso.
A chiudere la sfilata le note di una celebre canzone di Ornella Vanoni, special guest della sfilata seduta in prima fila. Un ritmo coinvolgente, emozionante ed elegante come la stessa collezione di Antonio Riva. Un successo di applausi, saluti a fine sfilata (tra i tanti Giuliana Parabiago, Federica Ambrosini, Elisa Mocci, Mapi Danna…) e qualche lacrima di commozione. Perché la sposa, quella vera, non lascia mai indifferenti!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *