Sfila a Roma Nicole spose con una serata evento tra premi, la nuova madrina Rocio Munoz Morales, tanti vip e io a presentare


Ad un anno di distanza dal grande evento organizzato in Laguna da Nicole Spose, torna l’imperdibile appuntamento del brand di Alessandra Rinaudo, che quest’anno promette di essere davvero unico.
Il 25 marzo andrà in scena infatti una grande serata evento della maison che questa volta torna a Roma per presentare le sue nuove collezioni.The Neverending Story, questo il titolo della sera, dove il protagonista sarà l’atteso fashion show che svelerà la collezione 2018 di Nicole Spose: 1500 ospiti internazionali tra celebrity, blogger e influencer, buyers, attori, modelle, star del piccolo schermo. Tanti i nomi importanti dello spettacolo tra cui Riccardo Scamarcio, Giulio Berruti e Maria Grazia Cucinotta. Continua a leggere

Oscar 2017, sul red carpet qualche idea da copiare per l’outfit delle nozze e tanto Made in Italy

Notte degli Oscar come sempre attesissima più per gli outfit sul red carpet che per le premiazioni, che però quest’anno non sono certo passate inosservate con l’errore sull’assegnazione del premio più ambito, proprio quello del miglior film in gara. Ma tra questo coup de theatre che passerà alla storia, la cascata di premi al film più chiacchierato “La la land” e la polemica sull’abito non indossato da Meryl Streep e firmato da Karl Lagerfeld, sicuramente a far parlare sono stati i look in passerella di dive più o meno famose, che hanno sfoggiato abiti meravigliosi, elegantissimi e qualche volta improbabili. A farla da padrone è stato il Made in Italy scelto come sempre più accade dalle star di Hollywood: da Armani ad Alberta Ferretti, da Gucci a Francesco Paolo Salerno sono questi e molti altri i nomi degli stilisti italiani che hanno avuto il piacere di rendere ancora più belle le attrici americane alla notte degli Oscar.

Abiti importanti, ricchi di decorazioni e strascichi impegnativi, ma come la moda ci ha insegnato possono essere lo spunto per qualche idea di tendenza da copiare per un evento importante come l’invito ad un matrimonio o le proprie nozze.
Vediamo allora cosa possiamo copiare da questa edizione 2017. Continua a leggere

Con Enzo Miccio il matrimonio diventa davvero un “Wedding Party”: l’intervista sul libro, le sue spose e…

 

Enzo Miccio arriva in libreria con un nuovo libro “Wedding Party”; un luogo viaggio con una sola meta: i matrimoni da sogno.
Tradizione e modernità, progetti scenografici di rara bellezza e abiti da sogno, dettagli raffinati e preziosi, tenute in campagna e ville al mare con viste mozzafiato, atmosfere country e cittadine, location fiabesche all’interno di magici castelli e borghi medievali, pranzi alla luce del sole e festeggiamenti serali sotto le stelle, arredi floreali e giochi di luce, buffet regali e feste danzanti…
Enzo, con il suo inconfondibile stile e la sua innata eleganza, presenta i più bei matrimoni mai organizzati, dove ogni particolare: dalla scelta delle location alle scenografie floreali, dagli arredi al design della tavola, dalla colonna sonora alla progettazione delle luci fino al gran finale del wedding cake – concorre a creare un evento unico ed irripetibile. Ce lo ha raccontato a pochi giorni dalla presentazione milanese che si terrà il 22 novembre al Mondadori Store di Piazza Duomo. L’evento sarà moderato dall’avvocato Annamaria Bernardini de Pace e da me. Continua a leggere

Italy Inspires: quando una wedding planner di talento scommette sull’Italia

Che l’Italia fosse fonte di ispirazione per i grandi artisti del passato lo abbiamo studiato anche ai tempi della scuola; non c’era intellettuale che non inserisse un tour del Paese per completare la sua formazione e conoscere l’arte, i luoghi, le persone che l’hanno fatto grande. Perché allora oggi dovrebbe essere diverso?
Da questa e da altre riflessioni è nata l’idea di Italy Inspires, un progetto pensato da una delle wedding planner di maggior talento in Italia, che da anni tra un matrimonio e l’altro si è impegnata in prima linea per farsi portavoce delle grandezza del nostro Paese nel mondo anche in fatto di wedding.
Andrea Naar Alba, giovane mamma dalla grande esperienza in fatto di eventi e matrimoni da Mille e una notte, ha infatti presentato da pochi giorni il suo nuovo progetto. Lei, libanese d’origine, sudamericana di nascita, italiana di formazione, ma ormai londinese, dove si è trasferita con la famiglia da qualche tempo, ha da sempre capito il potenziale dell’Italia, soprattutto in fatto di ricettività, ospitalità e realizzazione di quello che è il giorno più importante per tante coppie straniere che scelgono di sposarsi qui.

Il nome parla da sè: Italia come ispirazione, l’Italia che continua ad ispirare e a stupire, soprattutto i professionisti del wedding internazionale che continuano a portare migliaia di coppie
in Italia da tutto il mondo. La missione: portare il meglio dell’industria del wedding mondiale in Italia e le eccellenze dell’Italia ai key players esteri. Un progetto di wedding tourism a tutto tondo, che se a qualcuno potrà sembrare ovvio e scontato, così non è. Per realizzarlo infatti serve esperienza, una rete solida e qualificata di relazioni tra importanti realtà del settore e tanto tanto altro. Continua a leggere

Katherine Kelly Lang e Cosima Coppola si raccontano nel dietro le quinte dello shooting di Impero Couture

 

Una è per tutti Brooke, la donna sensuale e irresistibile che da anni sconvolge la vita della famiglia Forrester e non solo nella soap opera Beautiful, l’altra è un’attrice italiana protagonista di tante fiction di successo. Ma in comune Katherine Kelly Lang e Cosima Coppola, oltre ad avere la bellezza e una travolgente femminilità, hanno un legame stretto e profondo con uno dei brand di moda sposa e cerimonia più amati del nostro Paese, ovvero Impero Couture.
Insieme ad un’altra attrice, Jacqueline Macinness (anch’essa interprete di Beautiful con il ruolo di Steffy), le due donne hanno infatti posato per la nuova campagna del brand partenopeo.
Gli scatti, realizzati in alcuni dei luoghi più suggestivi di Napoli, mostrano le nuove collezioni di abiti da cerimonia, impreziositi da particolari dettagli e da linee iper femminili.
Quelle che vedete sono le prime immagini del servizio fotografico realizzato da Tommy Napolitano.
Ho avuto il piacere, oltre che la fortuna, di scambiare qualche battuta con Luigi Auletta, anima e cuore di Impero Couture, che mi ha così raccontato il perché di queste tre testimonial d’eccezione.
Tre donne diverse per mostrare che la bellezza non ha età e non ha tempo. La scelta poi di affiancare ad una donna italiana due volti internazionali è stata dettata dal fatto di voler rimarcare l’intento di Impero Couture, quello di esaltare l’immagine e la femminilità di qualsiasi donna.

Ma esattamente dove sono state scattate queste fotografie?
Sono molto legato al mio territorio e da sempre scelgo quindi di incorniciare le campagne fotografiche di Impero Couture in location straordinarie della mia zona: da Caserta a Capri fino a Positano. Quest’anno ho dedicato lo shooting a Napoli, riprendendo anche una scelta fatta da altri brand di alta moda internazionali.
Negli scatti è possibile vedere alcuni degli scorci più suggestivi e amati del golfo: da Santa Lucia a Via Caracciolo, fino ad arrivare a Posillipo. La sposa l’abbiamo invece scattato sulla costa Sorrentina. Uno dei miei obiettivi è quello di mostrare, al di fuori dei confini campani, la bellezza e la ricchezza della regione, in particolare della città di Napoli.
Continua a leggere

Un volo di libellule, applicazioni che diventano gioielli, pois e un omaggio ad Ornella Vanoni: sfila Antonio Riva

 

E’ stata un’edizione di Sì Sposaitalia sorprendente quest’anno quella appena conclusasi a Fiera Milano city: un fermento di idee, di incontri e di grandi novità. Presto online il post sul meglio della manifestazione.
A conquistare il pubblico di buyer, operatori del settore e giornalisti sabato pomeriggio ci ha pensato lo stilista Antonio Riva, attualmente protagonista anche del nuovo programma tv “Indovina cosa sceglie la sposa” su Lei, che ha portato in passerella la sua nuova collezione sposa, caratterizzata da un travolgente romanticismo con tinte pastello, gonne principesche e applicazioni gioiello.
Quello che ha colpito maggiormente però è stata la profonda ricerca dei tessuti, le linee inedite e le soluzioni innovative in fatto di lunghezze degli abiti, sovrapposizioni e dettagli.
Lo stile inconfondibile di Antonio Riva ha infatti fatto un passo in avanti, lasciando a bocca aperta la platea. Le architetture degli abiti che lo hanno reso celebre tra le spose e le celebrities nostrane e non, le quali almeno una volta hanno scelto di indossare le tipiche ruches in versione wedding o sera per sentirsi straordinariamente belle, si sono evolute, diventando più sinuose, puù morbide, quasi fossero onde, petali di un bocciolo primaverile.


Ho avuto il privilegio di essere nel backstage della sfilata e di vedere le prove, i cambi d’abito, le emozioni prima dello show. A organizzare il tutto un team affiatato, appassionato e capitanato da un bravissimo Edoardo Cegan e dallo sguardo attento, seppur emozionato dello stilista.
Alle 15 il via dello show con una sala sfilata gremita: ad aprirla un abito da principessa color rosa tenue con un corpetto decisamente speciale. Un tripudio di libellule, piccoli e preziosi charme realizzati a mano e staccabili così da formare in seguito un gioiello da portare sempre con sé, ha adornato la parte superiore dell’abito da sposa per una donna che certo crede nelle favole e in quel “e vissero felici e contenti”.


Poi un susseguirsi di abiti nuovi, dal corto per la sposa moderna e di carattere, al caratteristico abito a onde, dal tulle a pois giovane e sbarazzino, ma sempre molto chic, a quello in mikado sofisticato e sobrio al tempo stesso.
A chiudere la sfilata le note di una celebre canzone di Ornella Vanoni, special guest della sfilata seduta in prima fila. Un ritmo coinvolgente, emozionante ed elegante come la stessa collezione di Antonio Riva. Un successo di applausi, saluti a fine sfilata (tra i tanti Giuliana Parabiago, Federica Ambrosini, Elisa Mocci, Mapi Danna…) e qualche lacrima di commozione. Perché la sposa, quella vera, non lascia mai indifferenti!

A Barcellona sfila la sposa e la Spagna combatte la crisi a colpi di chiffon

Settimana di Bridal Week a Barcellona e i riflettori del mondo wedding sono tutti puntati sulle passerelle spagnole che portano in scena le nuove collezioni di brand più o meno famosi che negli ultimi anni hanno letteralmente conquistato il mercato degli abiti da sposa. Sì perché proprio negli ultimi anni la Spagna ha scalato le classifiche del settore bridal arrivano ben in seconda posizione.
Come ha infatti rivelato il recente sondaggio “Millennial Brides: Born in the 1980s, Getting Married Today“, commissionato dalla Barcelona Bridal Fashion Week e condotto dal professor José Luis Nuenor della IESE Business School, un esperto nel settore della moda, nonché dottore di ricerca ad Harvard, la Spagna è infatti la seconda maggiore esportatrice dopo la Cina.

Il settore in Spagna vanta circa 700 compagnie e più di 6000 lavoratori. La produzione è di circa 755.000 abiti da sposa all’anno, e, dato non trascurabile, anzi, è superiore alla domanda interna.

All’interno della Spagna il primato è della Catalogna che copre circa il 41% della produzione totale.
Mentre le esportazioni corrispondono al momento a 507,4 milioni di euro. Marche come Pronovias e Rosa Clará infatti anche in Italia la fanno da padroni, rappresentando una grossa fetta di richieste da parte delle spose. Continua a leggere

Presentato nella boutique Tiffany di Milano l’abito da sposa con filo di platino by Domo Adami

tiffany_adami1

Puro, raro, eterno: non sto parlando dell’amore tra due giovani sposi ma questi aggettivi, oltre a calzare a pennello a loro, sono le qualità di un metallo prezioso tra i più esclusivi, ovvero il platino. Proprio quest’ultimo è stato il protagonista di due eventi molto esclusivi ed importanti che settimana scorsa si sono succeduti nel cuore di Milano.
In occasione infatti del suo 175° anniversario, Tiffany & Co., in collaborazione con Platinum Guild International, ha celebrato il platino con due eventi nelle boutique milanesi – giovedì 8 novembre in Via della Spiga 19/A e venerdì 9 novembre all’Excelsior Milano in Galleria del Corso 4 – dedicati alle collezioni di gioielli in platino e alla straordinaria versatilità di questo metallo.

Ma la maison Tiffany & Co., considerata l’esponente più autorevole nel mondo sin dal 1926, non è stata l’unica protagonista di questi eventi, che hanno omaggiato sì questo metallo ma lo hanno fatto in un’inedita chiave di lettura: proponendo una selezione dei loro gioielli più esclusivi affiancati da modelli raffinati firmati Domo Adami, brand leader nel settore wedding, realizzati proprio con uno speciale filo di platino. Continua a leggere