All’asta l’abito da sposa di Liz Taylor: il 26 giugno chi si aggiudicherà il wedding dress ?

Va all’asta l’abito da sposa del primo matrimonio nel 1950 di Elizabeth Taylor con il magnate del gruppo alberghiero più famoso al mondo, Conrad Hilton.
Si tratta del meraviglioso vestito, disegnato dalla costumista delle star di Hollywood Helen Rose per un’allora 18enne Elizabeth.
Il wedding dress è color guscio d’ostrica e verrà battuto all’asta il 26 giugno da Christie’s a Londra nell’ambito del gruppo “Pop Culture”.

Il valore dell’abito, che fu un regalo della casa cinematografica MGM, è stato stimato in una cifra compresa tra le 30mila e le 50mila sterline.

Il business dell’abito da sposa che non conosce crisi o quasi

Un’interessante inchiesta di Moda24 negli scorsi giorni ha evidenziato come il business nel settore dell’abito da sposa reagisca alla crisi. Si dice infatti che il mondo del wedding sia in continua ascesa, ma sarà proprio così per tutti? Tra fiere di settore, manifestazioni, corsi di formazione e la nascita di nuove figure professionali sembra davvero che il wedding abbia subito negli ultimi anni un vero e proprio boom alla faccia della recessione.
Nel mercato degli abiti da sposa tuttavia la forbice si è però allargata: c’è chi sceglie l’abito da 8-10mila euro (o addirittura oltre) e chi lo cerca su internet a qualche centinaio di euro o perfino a noleggio. Il mercato interno, secondo una stima di Moda24, vale 600 milioni all’anno: nella media nazionale, lei spende 2mila euro, lui mille. Dal punto di vista geografico, nei negozi di Milano lo scontrino medio è di 1.400 euro nella grande distribuzione e 2.800 negli store più ricercati, a Napoli si arriva ai 3.500 euro, mentre sulle isole il prezzo si assesta sui 1.500 euro. Continua a leggere

Il matrimonio del domani? Lui non rinuncia al wedding planner, lei preferisce il low cost

Sembra essere proprio così. Lui il matrimonio ora lo vuole con il wedding planner. E con una lista di invitati più lunga. Lei invece lo preferisce low cost e intimo senza però rinunciare al budget per l’abito da sposa, immancabile protagonista delle nozze.
La media degli invitati a un matrimonio italiano: solo 68 al nord, oltre 90 al sud.
E’ quanto è emerso dalla ricerca a cura della società SWG che ha indagato, per l’Associazione Wedding Planners, le nuove tendenze.
Due italiani su dieci pensano infatti che nel prossimo futuro i matrimoni saranno organizzati dai professionisti: lo afferma la recente ricerca “Matrimoni e feste di nozze: le nuove tendenze”, elaborata da SWG per l’Associazione Wedding Planners, condotta nel marzo 2012 su un campione di 502 casi tramite il sistema di rilevazione CAWI e di cui si parlerà in anteprima durante il 1° Congresso nazionale dell’Associazione Wedding Planners di sabato 14 aprile presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca (ore 10.00 – 18.00 presso l’Auditorium di via Vizzola 5, Milano). Continua a leggere

Plagio reale: il già richiestissimo abito di Kate sarebbe una copia di quello di Isabella Orsini


Diadema che trattiene il velo, pizzo su spalle, maniche e décolleté e un corpetto bianco che le cingeva la vita lasciando cascare il vestito fino ai piedi. Quando ha visto scendere Kate Middleton dall’auto Isabella Orsini ha avuto una bella sorpresa. Perché come tutti si aspettava un abito originale e invece ha notato subito la somiglianza con quello del suo matrimonio. Ma Kate non è stata una maestra nel copiare. Leggi il resto dell’articolo su Tgcom

E’ Kate mania: abito da sposa in mostra, copie low cost made in China e icona di stile


Venerdì scorso è stato il protagonista indiscusso delle nozze: l’abito da sposa di Kate Middleton ha tenuto incollate migliaia di donne e curiosi per osservare il minimo delltaglio del vestito più chiacchierato dell’anno. Per mesi ci si è chiesti come sarebbe stato e il totol bride dress ha riempito le colonne dei giornali e dei blog di tutto il mondo. Se però tra uno scatto e l’altro vi siete perse il dettaglio più minuzioso del pizzo macramè o la rifinitura di raso della gonna potrete dare sfogo alla vostro curiosità. L’abito nuziale di Kate Middleton, ha detto un portavoce di Clarence House verrà infatti messo in mostra così che il pubblico possa apprezzarne con i propri occhi i dettagli. Continua a leggere

All’asta l’abito da sposa di Lady Diana


Mentre tutta Inghilterra e non solo si interroga su chi sarà lo stilista che vestirà Kate Middleton per le nozze dell’anno, una notizia inaspettata si aggira per il web. L’abito da sposa indossato dalla compianta Lady Diana, madre di William e inevitabilmente metro di paragone della futura consorte di quest’ultimo, potrebbe essere messo all’asta. Continua a leggere

Ad ottobre il tuo vecchio abito da sposa può aiutare la ricerca per il cancro al seno


Ottobre è il mese della prevenzione contro il cancro al seno. Anche il mondo del wedding dà il suo contributo con una serie di iniziative dedicate alla lotta contro il cancro, perché per ogni donna che gioisce salendo all’altare potrebbe essercene una che soffre. Nel mondo ci sono diversi progetti di raccolta fondi per i malati di cancro. Ma avreste mai pensato che il vostro abito da sposa potesse dare una mano alla ricerca? Continua a leggere

Toglieteci tutto, ma non l’abito bianco


Passano gli anni e anche i matrimoni, così come tutto del resto, cambiano forma e stile, influenzati dal mondo circostante fatto di crisi, modernità, voglia di nuovo. E così si dice addio ai più tradizionali simboli del matrimonio come bomboniere, sempre più sostituite con donazioni o insoliti cadeaux, confetti, banchetti nuziali da mille e una notte e liste nozze di casalinghi. Addio a tutto questo!
Quello che sembra resistere sempre e comunque è però l’abito da sposa rigorosamente bianco. A questo poche spose sanno rinunciare, forse perchè, nonostante l’emancipazione e la voglia di trasgressione, alle donne piace in ogni caso sognare. Ecco spiegati allora nel servizio di Alberto Cappato, giornalista del Tg5, a cosa gli sposi oggi dicono no. Guarda il video