Al Four Seasons il grande ritorno della domenica più amata dai milanesi e non solo

Ci sono abitudini che entrano nelle nostre vite e che ci fanno stare bene. Da sempre la domenica per esempio è il giorno per eccellenza dedicato alle abitudini, quei riti che rendono la giornata unica, riconoscibile, affidabile e accogliente. Prima era il pranzo della domenica a casa dei nonni, poi la gita fuori porta con i bambini, infine il teatro del primo pomeriggio magari terminato con una merenda golosa. Uno dei riti a cui i milanesi si sono maggiormente affezionati negli ultimi anni è il brunch. Arrivato come tutte le tendenze dall’estero si è fatto strada nelle nostre vite, facendoci amare da subito l’idea di sederci a tavola la domenica per qualcosa che fosse sia dolce che salato, non solo colazione ma nemmeno unicamente pranzo.
In città sono stati tanti a proporlo nelle vesti più diverse ed originali, ma è da sempre quello del Four Seasons che ha assunto tutti i connotati del perfetto e irrinunciabile appuntamento della domenica, sia per le famiglie che per gli amici, per chi deve festeggiare qualcosa o semplicemente vuole parlare d’affari ma farlo in maniera informale.
Sì perché nell’albergo più elegante di Milano, scelto da celebrities, uomini d’affari, stranieri innamorati di quell’Italia unica e squisitamente bella, il brunch è casa. E non è un modo di dire.
Torna così, dopo la pausa obbligata del lockdown e quella dell’estate, il Sunday Brunch del Four Seasons di Milano. Primo appuntamento, domani 20 settembre. Continua a leggere

Forte Village Resort: un’oasi di relax in tutta sicurezza per un’estate ricca di emozioni

Un’estate indimenticabile, esclusiva e all’insegna della sicurezza: è questa la proposta 2020 del Forte Village. Il resort di Santa Margherita di Pula punta infatti alla tranquillità dei propri ospiti, che quest’anno cercano ancora più del solito un’oasi di pace, di relax e di serenità. Punto centrale dell’offerta senz’altro il protocollo Covid Protection. Il resort ha infatti studiato nei mesi scorsi insieme ad un comitato medico-scientifico composto da esperti multidisciplinari delle Facoltà di Medicina e Chirurgia delle Università Roma Tor Vergata, Padova e Cagliari, un protocollo medico anticovid tra i più avanzati, unico nel mondo dei resort.
Un’altra volta insomma il Forte Village si riconferma unico e all’avanguardia nel soddisfare le richieste dei propri ospiti che quest’anno più di ogni altra cosa chiedono sicurezza e attenzione per la salute.
Dopo i lunghi mesi di lockdown è ora venuto il momento di vivere un’estate indimenticabile e certamente qui a Pula ci sono tutti gli ingredienti per farlo.
Ma per conoscere davvero la proposta 2020 di questo angolo di Paradiso, amato in tutto il mondo e da persone di ogni età per la propria offerta in fatto di experience a 360 gradi, ecco cosa mi ha raccontato il Dott. Lorenzo Giannuzzi, Amministratore Delegato di Forte Village e cuore pulsante di un sogno che ogni anno prende vita, regalando emozioni indimenticabili. Continua a leggere

San Valentino a tavola: cene indimenticabili per dirsi Ti amo

C’è il Raviolo rosso di barbabietola e King Crab di Gong, oppure il Gambero Viola con scorzonera, sedano rapa e tamarindo della Spurcacciun-a in riva al mare a Savona, o ancora i Tortelli ripieni di Mortadella in brodo di Soba (Shitake, verza, Pak Choi, polvere di anacardi) e tartufo fresco di Tartufi & Friends. Per questo San Valentino c’è davvero l’imbarazzo della scelta. La parola d’ordine però è stupire e regalare un’esperienza unica. Se ancora non avete programmato nulla per questa sera ecco qualche idea che certo lascerà a bocca aperta la vostra dolce metà.

Per la sera degli innamorati lo chef Guglielmo Paoulucci di Gong ha deciso di proporre dei dim sum dal colore rosso brillante preparati con pasta alla barbabietola e ripieno di King Crab. Belli da vedere e squisiti al palato. Continua a leggere

Non il solito San Valentino: ecco le proposte per una cena indimenticabile

C’è il risotto ai borlotti con limoni di Amalfi e baccalà mantecato dei fratelli Cerea oppure lo Spaghettone tiepido, caviale, ricci di mare e cipollina di Carlo Cracco, oppure ancora la tartare di cervo vichinga di Valhalla o infine la Tetta di Veleno, il dessert provocateur e afrodisiaco del ristorante bresciano. Per questo San Valentino gli chef e i ristoranti di tutta Italia si sono davvero sbizzarriti per creare i menù più originali di sempre. Il fil rouge? Naturalmente il romanticismo. Ecco allora le proposte gourmet più interessante per una cena indimenticabile con la propria dolce metà.

Alla Cantalupa la cena più romantica dell’anno

Una serata indimenticabile quella in programma a Brusaporto e pensata dagli chef Enrico e Bobo Cerea del Ristorante Da Vittorio. All’interno della suggestiva cornice della Cantalupa la serata si aprirà con l’Air-bag di barbabietola alle uova di aringa, seguito dal Manzo marinato mandorle e camomilla e dalla Ceviche di branzino cocco e lime, concluendo con la Sarda farcita su crema di pomodoro arrosto e alghe confit. La cena proseguirà con il Risotto ai borlotti con limone di Amalfi e baccalà mantecato e l’Aletta di manzo al pepe, cotta a bassa temperatura con carciofo alla giudia e crema di broccoli. Il clou della serata è previsto con il Dolce di San Valentino (una vera sorpresa per gli occhi e il palato), seguito dall’immancabile Piccola pasticceria e dai Cannoncini live. Continua a leggere

Nel fine settimana finalmente arriva l’estate e allora festeggiamo

Quest’anno il bel tempo, è proprio il caso di dirlo, si è fatto attendere. Pochi i raggi di sole e tante invece le giornate di pioggia. E ormai, arrivati a giugno, c’è voglia di estate, di gite fuori porta, di picnic all’aria aperta e di vacanza. A sentire le previsioni però pare proprio che da domani arriverà finalmente il bel tempo e allora non c’è tempo da perdere e, prima di organizzare le meritate vacanze, è bene ritagliarsi del tempo per sé e per la propria famiglia, dando il benvenuto alla stagione più calda e spensierata di tutte. Come? Con una fuga dalla città ovviamente e con un brindisi tutto speciale. Ecco allora quattro proposte tra cui scegliere per questo week end in arrivo: tra relax, gusto e bellezza. E scoprirete alcuni dei gioielli più belli in fatto di location d’Italia. Continua a leggere

S. Valentino, gli chef omaggiano l’amore: dal social table di Cracco a Lilli e il Vagabondo in chiave orientale

Manca una settimana a San Valentino e mai come quest’anno gli chef hanno deciso di festeggiare l’amore, interpretando menù a tema per gli innamorati di tutta Italia. Mai cena sarà più galeotta infatti di quelle proposte per la sera del 14 febbraio da chef stellati e talenti del mondo gourmet italiano. Ce n’è per tutti i gusti (e anche le tasche), ma di certo non sarà un San Valentino come un altro. Riusciranno infatti questi chef a mettere in secondo piano rose, profumi e regali. Del resto cosa c’è di meglio di una cena a lume di candela con ottimo cibo e una bottiglia di vino ad accompagnarlo? E poi se anche lo chef ha il cuore tenero l’emozione è garantita.
Scopriamo insieme allora le proposte più interessanti.

San Valentino sì ma social da Carlo Cracco

Fuori dal comune, giovane e conviviale la proposta pensata dallo chef Carlo Cracco per la sera di San Valentino. Sì perché a dispetto della classica cena a lume di candela lo chef ha pensato di aprire le porte della Sala Mengoni, la meravigliosa sala dedicata agli eventi all’ultimo piano del suo ristorante in Galleria. Proprio lì, dove qualche settimana fa lo chef ha festeggiato il primo anniversario di matrimonio al fianco della sua dolce metà, Rosa Fanti, sarà infatti possibile brindare all’amore. Lui, che in occasione di quella serata aveva sfoggiato un maglione di Alberta Ferretti con la scritta Ti amo, dichiarando così tutto il suo amore per la moglie, ha pensato ad un San Valentino moderno, attuale, controcorrente. E’ infatti una serata riservata agli under 35 con una social dinner come piace ai giovani di oggi, meno tradizionalisti rispetto al più classico dei festeggiamenti. Il menù prevede un aperitivo di benvenuto seguito da Tuorlo fritto con capesante, crema di zucca, arancia bruciata e spinaci; Ravioli all’astice, fondo di crostacei, puntarelle e olive e Carrè di vitello in sfoglia con salsa di mela rossa e zenzero. A conclusione della serata il dolce di San Valentino e, sono certa, un selfie al balconcino della Sala che dà sulla Galleria. Non sarà quello di Giulietta, ma di certo è il più instagrammato di questi tempi.

Per i più tradizionalisti è comunque proposto un menù dedicato e molto interessante all’interno del ristorante al piano inferiore. Continua a leggere

La neve è arrivata: 10 mete per un week end indimenticabile

Si è fatta attendere ma finalmente la neve è arrivata. Qualche fiocco anche in città per la gioia dei bambini ma è in montagna che sono caduti cm e cm regalando scenari mozzafiato e un’atmosfera magica. Neanche a farlo apposta è venerdì e allora… ecco qualche consiglio su dove andare per un week end in alta quota. Non vi resta che scegliere la meta che fa al caso vostro, mettere in valigia qualche maglione pesante e partire alla volta di un fine settimana romantico e indimenticabile.


QC Terme Monte Bianco

E’ una vera oasi di relax dove vivere la bellezza della montagna ma anche il piacere di rilassarsi grazie ad una delle Spa più belle d’Italia. Il Qc Terme Monte Bianco è situato a Pré Saint Didier e, oltre ad essere comodissimo per chi ama sciare, essendo a pochi passi dagli impianti sciistici, offre la possibilità di vivere la montagna e le terme in un perfetto connubio di eleganza e tranquillità. Inoltre da qualche mese la struttura propone il pacchetto benessere Alpine Wellness col quale è possibile vivere appieno la proposta del gruppo Qc Terme della zona unendo i benefici dell’acqua termale di QC Terme Pré Saint Didier e il benessere esclusivo della spa QC Termemontebianco. Un pulmino dedicato infatti vi porterà da uno stabilimento all’altro in completo confort e relax. Continua a leggere

Sposarsi in montagna: un sogno. Odilla Ponti di Cortina Wedding ci svela perchè

La neve, i boschi, i camini accesi, le atmosfere calde e intime degli chalet … chi non ama tutto questo? Ora che la neve ha imbiancato tutte le mete sciistiche e non solo la montagna si mostra con il suo vestito più bello. Ecco perché a chi sceglie di sposarsi in alta quota, d’inverno, in mezzo alla neve la montagna regala atmosfere e paesaggi unici. Una cornice indimenticabile insomma per il grande giorno.
A qualche settimana di distanza dalla meravigliosa esperienza di Dreaming of the Dolomites organizzata da Andrea Naar Alba, ideatrice di Italy Inspires, occasione che mi ha permesso di conoscere ancor più da vicino Cortina D’Ampezzo e il suo territorio, ho deciso di saperne di più in fatto di matrimoni in alta quota e per farlo ho intervistato una che di nozze in montagna sa il fatto suo. Sì perché Odilla Ponti, wedding planner e titolare dell’agenzia Cortina Wedding, ha fatto di questa zona il suo fiore all’occhiello, il suo angolo di paradiso da offrire alle coppie di sposi che decidono di dirsi sì lì.
Con tenacia, determinazione, capacità ha scommesso su una tipologia di matrimonio che fino a qualche anno fa non era certo la più gettonata, abituati a sposarsi tutti in primavera e al caldo. E invece lei, innamorata di Cortina e dei suoi angoli suggestivi, è andata dritta per la sua strada e i risultati ora le danno ragione. Non c’è coppia infatti che non si sia innamorata di quei luoghi e soprattutto di quel sì organizzato da Odilla. Seggiovie, moto da neve, chalet, baite, hotel, fienili e chi più ne ha più ne metta: perché sposarsi in montagna è davvero un’esperienza unica! Continua a leggere