A Milano un mostra sulle principesse e il loro “E vissero felici e contenti” tra sogno e avventura

Ottant’anni fa usciva nelle sale “Biancaneve e i sette nani” e da allora niente è stato più come prima. No, non sto esagerando! Se è vero che le favole di principesse salvate da cavalieri su bianchi destrieri sono di antica, antichissima origine, è con l’avvento delle principesse disegnate nella forma e nel carattere da Walt Disney che noi donne, sin da bambine, abbiamo immaginato il nostro grande amore, il nostro principe azzurro.

Era il 1937 infatti quando la bella principessa dalla pelle bianca come la neve, le labbra rosse e i capelli corvini entrava nel cuore di tutti, grazie alla sua dolcezza, alla sua innocenza e alla sua bontà d’animo. A cambiare il suo destino, prima scritto nel malvagio piano della matrigna invidiosa della sua bellezza, l’arrivo prima dei setti nani e poi del principe dei suoi sogni, in grado di strapparla dal sonno eterno grazie al bacio del vero amore. Le femministe oggi griderebbero allo scandalo, rivendicando il diritto di Biancaneve di salvarsi da sola, di non dover dipendere da alcun uomo, specie se in calzamaglia.
A noi donne moderne però quella favole piacque quando la vedemmo da bambine e piace ancor oggi.

Certo dal 1937 le donne sono cambiate e Walt Disney ha avuto la straordinaria capacità di trasformarle anche attraverso le sue principesse: da dolci fanciulle in balia di streghe e matrigne, ad avventuriere, sognatrici, spiriti ribelli in cerca del proprio destino.
Per capirne l’evoluzione, da Biancaneve a Elsa di Frozen per intenderci, da domani a Milano, per l’esattezza al WOW Spazio Fumetto – Museo del fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano (Viale Campania 12) aprirà i battenti la mostra Sogno e avventura, interamente dedicata alle Principesse Disney: Biancaneve, Cenerentola, Aurora, Belle, Ariel, Jasmine, Mulan, Pocahontas, Rapunzel, Tiana, Merida e altre beniamine come la regina Elsa e Anna. Un appuntamento imperdibile per le bambine di oggi, per nulla immuni al fascino delle principesse Disney, ma anzi conquistate da quella loro varietà di carattere e indole, ma anche per noi donne adulte, cresciute con le favole Disney, di cui abbiamo sognato avventure e lieti fine. Continua a leggere

La sposa d’inverno? Una regina delle nevi con materiali caldi e morbidi, ma che dice no alle pellicce e pensa all’ambiente

mg_7033-1

Il freddo è arrivato e già un’aria di neve, mista a quell’atmosfera così magica dell’inverno e del Natale alle porte, soffia per le strade della città.
Poche spose ancora scelgono di dire sì durante questa stagione dell’anno soprattutto per il timore del clima. Tuttavia il freddo e perfino la neve possono essere piacevoli compagni per un matrimonio romantico ed estremamente elegante.
Sì perchè se non sarà possibile passeggiare a spalle scoperte fino all’ingresso della chiesa o indossare quei favolosi sandali gioiello che avevate visto in vetrina non disperate.
Per una sposa d’inverno sono tante le proposte uniche e suggestive che vi renderanno delle sofisticate e meravigliose regine dei ghiacci, tanto di moda quest’anno per via anche dell’imminente uscita nelle sale cinematografiche dell’ultimo capolavoro Disney, Frozen.
Per chi decide di dire sì in un freddo giorno d’inverno, con la brina sui rami, un po’ di nebbia ad ovattare la città e le temperature rigide, ecco alcune proposte da non perdere per stare al caldo con molta, molta eleganza.
Anche gli abiti da sposa si adattano all’inverno e propongono vestiti realizzati con tessuti avvolgenti e caldi come lana ecologica, cachemire e la ricercatissima pura alpaca. Continua a leggere