Torna di moda l’eleganza: è tempo di bon ton revolution


L’eleganza è fuori moda? C’è chi pensa di sì, almeno guardando la gente che cammina per le vie delle città. La vita di tutti i giorni e la voglia di comfort hanno infatti dato il via ad una tendenza negli outfit quotidiani di capi che spesso sembrano essere lontani anni luce da quell’etichetta che fino a qualche anno fa era indispensabile per ogni donna.
C’è chi però continua a credere nell’eleganza sia nella quotidianità che negli eventi più formali come una serata importante o un invito a nozze. Lanacaprina, un brand che negli anni si è contraddistinto per la qualità dei materiali, le linee moderne e di tendenza, ha così deciso di stare al fianco delle donne rendendole bellissime, ma soprattutto raffinate, pur restando moderne e al passo con i tempi.
Abiti ogni volta diversi, per colore, modello, stile, ma con un grande e fondamentale fil rouge: l’eleganza.
Sarà per questo che per la nuova collezione Primavera /Estate 2019 (una collezione tutta da scoprire con tantissime proposte ideali per chi è invitata ad un matrimonio o ad un evento speciale) il brand ha lanciato una vera e propria mission: la bon ton revolution. Ma di cosa si tratta? Per scoprirlo ho intervistato Barbara Ficagna, direttore creativo del brand. Continua a leggere

Sposarsi in montagna: un sogno. Odilla Ponti di Cortina Wedding ci svela perchè

La neve, i boschi, i camini accesi, le atmosfere calde e intime degli chalet … chi non ama tutto questo? Ora che la neve ha imbiancato tutte le mete sciistiche e non solo la montagna si mostra con il suo vestito più bello. Ecco perché a chi sceglie di sposarsi in alta quota, d’inverno, in mezzo alla neve la montagna regala atmosfere e paesaggi unici. Una cornice indimenticabile insomma per il grande giorno.
A qualche settimana di distanza dalla meravigliosa esperienza di Dreaming of the Dolomites organizzata da Andrea Naar Alba, ideatrice di Italy Inspires, occasione che mi ha permesso di conoscere ancor più da vicino Cortina D’Ampezzo e il suo territorio, ho deciso di saperne di più in fatto di matrimoni in alta quota e per farlo ho intervistato una che di nozze in montagna sa il fatto suo. Sì perché Odilla Ponti, wedding planner e titolare dell’agenzia Cortina Wedding, ha fatto di questa zona il suo fiore all’occhiello, il suo angolo di paradiso da offrire alle coppie di sposi che decidono di dirsi sì lì.
Con tenacia, determinazione, capacità ha scommesso su una tipologia di matrimonio che fino a qualche anno fa non era certo la più gettonata, abituati a sposarsi tutti in primavera e al caldo. E invece lei, innamorata di Cortina e dei suoi angoli suggestivi, è andata dritta per la sua strada e i risultati ora le danno ragione. Non c’è coppia infatti che non si sia innamorata di quei luoghi e soprattutto di quel sì organizzato da Odilla. Seggiovie, moto da neve, chalet, baite, hotel, fienili e chi più ne ha più ne metta: perché sposarsi in montagna è davvero un’esperienza unica! Continua a leggere

Pane, amore e… lo chef Carlo Cracco: al Forte Village la cucina è qualcosa di più

Ci sono luoghi, come il Forte Village di Pula nel Sud della Sardegna, che sanno regalare esperienze uniche. Sarà per le spiagge bianche della costa, per la capacità di questo resort di rinnovarsi di anno in anno, capendo prima di tutti quali saranno i desideri dei propri clienti e come potranno essere in grado di soddisfarli, o forse saranno le persone che li abitano, li vivono e li respirano. Non solo ospiti infatti all’interno del resort da Mille e una Notte diretto da Lorenzo Giannuzzi ma anche tanti professionisti, esperti, campioni dello sport e chef stellati, che qui si mettono in gioco, regalando momenti unici e speciali da condividere grazie a masterclass, gare, lezioni e tanto altro. Un ricordo indelebile che accompagnerà l’ospite per il resto della propria vita!

Una di queste esperienze è senz’altro rappresentata dalle lezioni di cucina da fare insieme al proprio partner o ai propri figli per imparare a muovere qualche passo in più tra i fornelli. Il divertimento è assicurato!
A rendere il tutto davvero unico uno chef d’eccezione, Carlo Cracco, qui al Forte Village per il sesto anno consecutivo. “E’ una collaborazione che sta andando molto bene. Forte Village ogni anno si rinnova, dalle ville alle cucine, dai ristoranti alle tante, tantissime attività che propone al suo interno.Continua a leggere

Carlo Pignatelli sfila a Milano: parterre di vip ad applaudire la nuova collezione con Eva Riccobono

 

Re di questa Bridal Week milanese (incoronato persino la sera prima durante gli Elle Bridal Awards), Carlo Pignatelli ha sfilato a Milano incantando tutti i presenti con una collezione romantica, elegante e ricca di novità.
Ha conquistato il vasto parterre di vip, stampa, influencer e operatori del settore wedding che sabato sera si sono radunati nella splendida location della Cattedrale della Fabbrica del Vapore per scoprire la nuova collezione 2018 dello stilista pugliese tanto amato dal pubblico italiano ma non solo.
A sfilare in passerella gli abiti Haute Couture 2018 che si sono susseguiti uno dopo l’altro in un fashion show coinvolgente, la cui regia è stata studiata da Alessandro Mazzini.

Carlo Pignatelli insomma è riuscito ancora una volta a compiere la magia, portando in scena il suo stile unico, inconfondibile, che da tempo lo contraddistingue e che è vanto del nostro Made in Italy in tutto il mondo. Lui, che ama definirsi prima di tutto “sarto”, ha dimostrato nuovamente di essere incessantemente all’opera per sperimentare, proporre qualcosa di nuovo, come il pezzo clou della collezione uomo, lo “Smoking Torino”.

Regina della passerella di questo evento della Bridal Week la modella e attrice Eva Riccobono, che ha incantato tutti i presenti con il suo allure elegante e sofisticato. Continua a leggere

Enzo Miccio: una collezione ispirata alle icone del passato per i suoi nuovi abiti da sposa

Da poche ore si è conclusa a Milano la Bridal Week,la settimana più attesa dagli operatori del settore wedding e dalle future spose per conoscere le collezioni sposa, sposo e cerimonia 2018.
Cuore pulsante di questa settimana naturalmente la manifestazione Sì Sposaitalia, arrivata alla sua 40esima edizione e che ha visto anche per quest’anno una partecipazione all’interno di Fieramilano city di migliaia di buyer, stampa specializzata e curiosi.
Ad essere sbarcato anche per la prima volta in fiera il wedding planner più famoso d’Italia, Enzo Miccio, che ha presentato al mercato italiano ed estero la sua nuova Bridal Collection.
Una collezione di abiti da sposa da sogno per il re dei matrimoni che ha voluto ispirarsi per il 2018 a tre icone di stile ed eleganza, diverse per carattere ma unite dal comune senso della bellezza e della femminilità, mai volgare e sempre composta. Sono infatti Grace Kelly, Rita Hayworth e Marlene Dietrich le muse ispiratrici di Enzo Miccio, che mi ha raccontato in anteprima questa nuova collezione da sogno.

Credit video: Michele Dell’Utri Studio
Non perdete i prossimi post con le altre interviste della Bridal Week milanese.

Renato Ardovino, il boss delle torte italiano, pensa a nuove creazione spettacolari e ad un sogno nel cassetto

 


Renato Ardovino è il boss delle torte italiano amato tanto dai bambini, quanto dalle spose, oltre che dagli appassionati di cake design che lo seguono come un guru.
Lui che di torte ne ha realizzate tante in una carriera costellata di successi ora pensa ad un nuovo libro, ad un programma in tv per i più piccoli e poi ad un sogno nel cassetto: realizzare una torta specialissima per Mina. Ecco i suoi prossimi progetti, le tendenze in fatto di cake design di questa stagione e tanto tanto ancora.

Italiani ancora pazzi per il cake design o si è trattato solo di una moda?
Il Cake Design, in Italia, ha conosciuto il boom circa 4 anni fa. Non si tratta di una moda ma è una naturale evoluzione della pasticceria tradizionale. In Inghilterra sono passati quasi due secoli dalla prima wedding cake di design (il matrimonio della regina Vittoria nel 1840) e in America quasi un secolo è trascorso dall’apertura della prima scuola di pasticceria e decorazione di torte (la scuola Wilton a Chicago). In questi paesi, come in tanti altri, il cake design è diventato tradizione. Anche in Italia, per gli eventi e le cerimonie più importanti, oramai, non si può prescindere da una torta che, per spettacolarità, bontà e bellezza, sia il momento culminante di una giornata che debba rimanere indimenticabile. In tutti i campi il design si arricchisce e si evolve nutrendosi di nuovi stimoli. Io credo che, oggi, non sia più pensabile ritornare, per gli eventi e le cerimonie più importanti, alle vecchie torte ad un piano alte 7 cm. Continua a leggere

Enzo Miccio lascia a bocca aperta Milano e omaggia Napoli con la sua nuova collezione

 

Un trionfo. Non c’è parola più giusta per la sfilata di venerdì 20 maggio di Enzo Miccio a Milano.
Il wedding planner ha infatti presentato la sua nuova collezione di abiti da sposa in una serata sfarzosa e indimenticabile che si è tenuta nelle bellissime sale di Palazzo Clerici.
“L’Oro di Napoli”, questo il titolo della collezione, è stato un successo: sia per gli abiti in passerella sia per l’evento, che ha lasciato letteralmente a bocca aperta il pubblico in sala.
Una sfilata che si è snodata per quattro grandi saloni affrescati e che ha preso il via con una travolgente danza dai ritmi partenopei e che è riecheggiata per l’intero palazzo.

Un vero e proprio show che ha visto appunto il coinvolgimento prima di un corpo di ballo capace e carismatico, e poi della vera e propria collezione, che ha poi commentato lo stesso Miccio:
Con la nuova Bridal Collection “L’Oro del Napoli” celebro la mia città natale, alla quale sono molto legato e alla quale mi sono ispirato per il suo incanto, la sua storia ricca di fascino e leggenda. In ogni abito c’è la magia dei balli a corte, il romanticismo dei corteggiamenti in cui, galanteria e sensualità simulano battaglie giocose; in ogni abito c’è l’unicità della sartoria partenopea, quello “stile napoletano”, famoso in tutto il mondo. Per quanto riguarda il titolo mi sono ispirato anche al meraviglioso film di Vittorio De Sica che è un affresco dei mille volti del popolo partenopeo; le (sei) storie scelte ne raccontano luci e ombre senza scadere nello stereotipo. Un omaggio di De sica, dal quale prendo spunto, per celebrare la città attraverso la mia Bridal Collection.

 


Ma l’omaggio a questa città non è stato solo nei ritmi, nei dettagli degli abiti ma anche nel delizioso cocktail che ha dato il benvenuto agli ospiti della serata: un buffet di dolci napoletani da Mille e una notte, dalle mignon di caprese e pastiera, fino alle sfogliatelle calde e ai babà. Impossibile resistere!
Tra gli invitati molti personaggi noti: un’elegantissima Federica Panicucci in compagnia di Marco Bacini, attenti e complici in prima fila ad osservare gli abiti uno ad uno, Cristina Parodi, Carla Gozzi, Sandro Mayer, Antonio Riva ( che ha sfilato l’indomani) e tanti altri, ma soprattutto tanti giornalisti, professionisti del wedding e amici dell’organizzatore di matrimoni più famoso d’Italia.

Nei giorni seguenti i buyer italiani ed esteri hanno potuto osservare da vicino la collezione.
Ma come sono gli abiti di questa nuova collezione?
Con L’Oro di Napoli intendo vestire una sposa sontuosa, una principessa contemporanea, romantica e senza tempo. Abiti da sposa fluidi e fluttuanti, o strutturati e regali realizzati con lucenti sete, organze e mikado corposi, macramé e pizzi che creano delicati effetti “nude”, spesso arricchiti da importanti tocchi di ricami fatti a mano. L’Oro di Napoli celebra l’eccellenza del made in Italy, dove la cura dei dettagli e la qualità della realizzazione creano un abito dalla personalità dirompente, che esalta l’essenza della femminilità nel suo giorno più importante.

Enzo Miccio: “Alle ragazze dico di sognare e lasciarsi andare ai desideri”

Poche settimane e entrerà nel vivo del periodo clou del suo lavoro, fatto di progetti che trovano la loro realizzazione con la stessa magia della fata di Cenerentola, emozioni che lasciano senza fiato e una frenesia fuori dal comune. Enzo Miccio, il wedding planner più famoso d’Italia, è sulla linea di partenza, pronto a partire con le sue spose per soddisfare i loro più grandi desideri per un giorno che per lui deve essere magico a tutti i costi.
Sono quindici anni che organizza matrimoni e ne ha viste di tutti i colori senza mai perdere la grinta e la creatività che lo contraddistinguono.
E in questa breve chiacchierata ci ha raccontato i trend di quest’anno, ha svelato qualche consiglio per le spose e soprattutto ha parlato di amore e sogni nel cassetto, perché, come ha detto: “i sogni non li comandi, si avverano, svaniscono, ritornano…

Sta per arrivare il periodo dell’anno dei matrimoni. Quali tendenze ci dobbiamo aspettare per il 2016?
Per le nozze 2016 si predilige uno stile romantico e femminile, in cui l’eleganza è il must. L’abito si mette a servizio della sposa evolvendosi, cambiando e adattandosi ai diversi momenti della giornata. L’abito diventa trasformista, consentendo alla sposa di essere sempre perfetta dalla cerimonia in chiesa al taglio della torta. Sono nozze in cui la poesia è al centro: come nella mia bridal collection 2016, sono ninfe della natura, divinità eteree e raffinate che si muovono con leggiadria tra organze, ramages e ricami in prezioso pizzo che avvolgono la loro silhouette.

E’ stato il Fashion Special Guest di “L’Amore è…” , l’evento promosso a Napoli da Maridì Communication per sostenere il “Progetto Ludoteca” della Lilt Napoli. Che cos’è l’amore per lei?
Nel mio meraviglioso lavoro ho la possibilità di conoscere l’amore in tutte le sue sfaccettature e ogni volta mi stupisco vedendo quanto possa essere vario il modo di amarsi delle persone. L’amore per me è armonia, gioia di vivere ma anche comprensione reciproca e pazienza. Penso che sia il completamento dell’identità del singolo che trova in un altro la propria perfetta dimensione e si sente bene al mondo. Continua a leggere