Week end d’autunno: i luoghi più suggestivi per ammirare il folliage ( e non solo) in Italia


L’autunno è ormai arrivato a tutti gli effetti e i suoi colori hanno tinto i boschi (e anche le città) d’Italia. Da ottobre a novembre è infatti possibile ammirare paesaggi unici grazie ad una tavolozza variopinta di cui la natura fa tesoro, pronta ad emozionarci.
Ma dove vedere e vivere quello che ormai è noto a tutti come “foliage”? Lo spettacolo unico delle foglie che si tingono di giallo, rosso e arancio e che, staccate dai rami, scendono sulla terra, regalando tappeti di una magia senza pari? Ecco qui 5 luoghi da non perdere per vivere in prima persona l’autunno in Italia, dove emozionarsi e dove scattare incredibili fotografie.

Il treno del Foliage

Fino al 15 novembre è possibile vivere in maniera speciale questa stagione a bordo del Treno del Foliage. Un percorso che collega l’Italia alla Svizzera attraverso la ferrovia storica della Vigezzina-Centovalli (premiata dalla Lonely Planet tra le 10 ferrovie più belle del mondo). Si tratta infatti di 52 chilometri, 83 ponti e 31 gallerie percorse in poco meno di due ore. I capolinea: Domodossola e Locarno. Nel mezzo il paesaggio mozzafiato della Val d’Ossola, la Valle Vigezzo e le Centovalli con vedute mozzafiato, panorami spettacolari e scorci suggestivi sull’alto Piemonte e il Canton Ticino “infiammati” dai più bei colori dell’autunno.

L’Oasi Zegna

L’Oasi Zegna è nata nel 1993 dall’idea di Ermenegildo Zegna, imprenditore e filantropo che a partire dagli anni Trenta finanziò e realizzò un’imponente opera di valorizzazione sociale e ambientale sulle montagne di Trivero, nel Biellese.
Fino a metà novembre è possibile vivere un’esperienza unica all’interno del Parco. Betulle, abeti, faggi e larici sono le piante che si possono ammirare nel Bosco del Sorriso in Valsessera, il percorso nel bosco più famoso e apprezzato dell’Oasi da adulti e bambini.

In Val d’Orcia al Monteverdi

Nel cuore della Val D’Orcia c’è un luogo d’incanto, il Monteverdi resort, che si trova all’interno del borgo medievale di Castiglioncello. Qui, in una location unica per bellezza e panorama, l’autunno ha il sapore delle cose buone della terra e si vive sulle note di una melodia che fa bene all’anima.
Qui si vive la Toscana della tradizione, quella Toscana che in autunno ha ancora più fascino. Il programma enogastronomico di ottobre propone degustazioni che emozionano con i vini dell’azienda agricola Poliziano, in occasione del suo sessantesimo anniversario.

In Val Brembana da Ferdy

E’ una destinazione amata da tutti, grandi, piccoli, amanti della buona cucina, appassionati di formaggi, esperti di vini, amanti delle gite fuori porta come degli animali. L’Agriturismo Ferdy anno dopo anno è sempre più amato dagli italiani e non solo. Il motivo è la passione, la dedizione e la cura che Ferdy, Nicolò, Nicole, Alice e tutti gli altri mettono nel fare quello che a tutti gli effetti è un sogno divenuto una splendida realtà. Una realtà che cresce di settimana in settimana con progetti nuovi che vanno dalla cucina sempre più curata, alla produzione di formaggi di altissima qualità, al cheese testing, alla carne che arriva direttamente a casa, fino al panettone che quest’anno debutta sulle tavole degli italiani ed è pronto a conquistarli con il suo inconfondibile profumo di pino.
Per la notte poi è possibile dormire in una delle bellissime camere in perfetto Ferdy style, e da cui poter respirare davvero la magia dell’autunno in Val Brembana così come la filosofia di una famiglia che guarda sempre avanti con talento, passione e tantissimo lavoro.

Dalle colline di Salò l’autunno più romantico al Borgo il Mezzanino

E’ uno dei posti più sorprendenti del momento. Borgo il Mezzanino non è un semplice resort ma un’esperienza e una grandissima emozione, da regalarsi e regalare. Non c’è solo la bellezza dell’autunno nei paesaggi del Lago di Garda, ma tutta la cura e l’attenzione perchè questa stagione esprima il meglio di sé, regalando suggestioni speciali.
Il merito di tutto questo è di Benedetta, meravigliosa padrona di casa, e del suo staff che si prodiga nel realizzare giorno per giorno un sogno ad occhi aperti da far vivere a chiunque varchi quella porta.
Una passeggiata a cavallo tra gli alberi in pieno foliage, un picnic con i sapori dell’autunno e una cena romantica nella Sala del Camino vi faranno custodire per sempre nel cuore un ricordo senza tempo.

Sardegna: le 10 mete più emozionanti dell’estate 2021

C’è un’isola che conquista chiunque vi faccia approdo, sorprendendo per la varietà delle sue tradizioni, per la bellezza mozzafiato dei suoi paesaggi e per la meraviglia della sua storia. E’ la Sardegna, una regione unita da un viscerale orgoglio per una terra unica e da un’ospitalità che sa di famiglia ritrovata, ma che al tempo stesso ha in sé diversissimi paesaggi, dialetti, piatti tipici, costumi e usi. Insomma non c’è zona di quest’isola che non meriti una tappa. A seconda infatti di ciò che più cercate per le vostre vacanze la Sardegna saprà darvi avventura, relax, natura, storia, cultura, divertimento, gusto… In una parola? Esperienze!
Ecco qui allora una piccola guida dei 10 resort più suggestivi dove vivere la propria estate. E perchè no, magari potrete cogliere l’occasione di un tour dell’isola, facendo tappa in più di uno.
La certezza è che in ciascuno troverete emozioni uniche e indimenticabili!

Su Gologone Experience Hotel

E’ un luogo unico il Su Gologone, unico per la Sardegna ma non solo. Nel cuore della Barbagia, in una zona che fino a qualche anno fa era lontana dal turismo e dall’ospitalità, si trova questo experience hotel magico che entra nel cuore di chiunque ci trascorra anche solo qualche ora. Grazie alla sensibilità e all’intelligenza della sua padrona di casa, Giovanna Palimodde, il Su Gologone è oggi una vera icona nel mondo del saper fare ospitalità nel migliore dei modi, unendo la meraviglia di un territorio con la cultura, l’arte, la bellezza di un’isola che in pochi conoscono davvero e che invece ha moltissimo da dare.

Ogni dettaglio è espressione delle sensazioni che il Su Gologone regala ai suoi ospiti: dal nido del Pane (dove ogni settimana è possibile vivere l’esperienza di una cena tra tradizione e atmosfere suggestive) alla Terrazza dei Sogni, dal Bar Tablao alla Corte di Su Re.
Giovanna Palimodde, dea ex machina di questo experience hotel, collezionista d’arte e pittrice, propone esperienze artistiche, gastronomiche, naturalistiche, alla scoperta della Sardegna più autentica, dando così all’ospite la possibilità di vivere una vacanza immersiva ed emozionante.

Il Su Gologone è un hotel che permette di vivere un’esperienza di scoperta continua tra natura e arte: pranzi o cene nell’orto, lezioni di yoga sulla Terrazza dei Desideri con vista sul Supramonte, corsi creativi di ceramica; corsi di ricamo per apprendere la tradizione sarda; trekking lungo i sentieri della Sardegna più autentica, risalendo il fiume Cedrino in kayak o un tramonto dalla vetta del Monte Corrasi.

Ogni camera, ogni suite, ogni terrazzo, ogni angolo del Su Gologone è una tappa di un percorso prezioso di scoperta della collezione di arte moderna e contemporanea sarda: cuscini, arazzi, dipinti, sculture dei più grandi artisti sardi guidano gli ospiti nelle camere e lungo i corridoi dell’hotel.

Tappa obbligata all’interno dell’hotel le sue Botteghe Su Gologone: un meraviglioso angolo con terrazza, che è un trionfo di colori, tessuti, ceramiche. I cuscini, i runner, i servizi di piatti, bicchieri, le tovaglie sono vere e proprie opere d’arte, realizzate a mano dalle artigiane sarde, guidate dall’estro creativo di Giovanna Palimodde, che disegna e firma tutte le collezioni.

Infine per la stagione 2021, Giovanna Palimodde ha allestito una vera e propria Aula creativa all’interno delle Botteghe Su Gologone, con tavoli da lavoro. Nell’aula saranno organizzati corsi creativi di ceramica, mosaico, raku, telaio, ricamo, tenuti da maestri ceramisti e da specialisti nell’arte del mosaico. Continua a leggere

La wedding industry italiana riparte dalla Sicilia: torna Italy Inspires della event planner Andrea Naar Alba

E’ tra le event planner italiane di maggior talento, capace di organizzare matrimoni da sogno così come grandi eventi da Mille e una Notte, ma ciò che forse contraddistingue di più Andrea Naar Alba dalle sue colleghe è un amore profondissimo per l’Italia, che l’ha portata negli anni a diventare nel settore una delle più importanti portavoce del nostro Paese nel mondo.
Sì perchè grazie a questa passione autentica e al desiderio di valorizzare le bellezze del nostro territorio, Andrea ha dato vita qualche anno fa al progetto Italy Inspires, pensato per far conoscere i luoghi più suggestivi del Paese, proponendoli come mete da sogno per destination wedding, e per creare una rete di wedding planner con la stessa sensibilità e voglia di realizzare i sogni delle coppie nei luoghi più belli d’Italia.
Per farlo ha organizzato negli anni diverse edizioni dell’iniziativa Dreaming of, che ha portato Andrea e un gruppo affiatatissimo e talentoso di event planner in alcune delle zone più suggestive d’Italia, dal Lago di Como alle Dolomiti

Ora, lasciati alle spalle i difficili mesi della pandemia in cui il settore eventi ha sofferto più di tutti per lo stop ai matrimoni e a ogni tipo di festeggiamento, Andrea è tornata a sognare e per farlo è volata in Sicilia per un’edizione di Dreaming of molto speciale, che sa di rinascita, di ripartenza e di una nuova stagione tutta da vivere.

La Sicilia come meta d’eccellenza per i matrimoni“: è questo infatti il messaggio lanciato da Taormina in occasione della terza edizione di Dreaming of Sicily by Italy Inspires, che si è svolto dal 16 al 19 giugno 2021. Continua a leggere

Cinque location suggestive che vi entreranno nel cuore per un week end romantico

Dalle Alpi al mare cosa c’è di più emozionante di una dolce fuga romantica? Ecco qui cinque mete una più bella dell’altra che lasceranno a bocca aperta per bellezza, atmosfera e unicità. Dimore di charme, hotel pieni di eleganza e viste mozzafiato per un week end romantico, una breve vacanza o una proposta di fidanzamento degna di un film.

La Foleia

Sembra uscita dalle pagine di qualche favola senza tempo. Sarà il laghetto di ninfee e rane, o forse per il bosco che la circonda o forse ancora per quei magnifici tramonti da ammirare sulla barca a remi antistante la struttura. La Foleia per questo e molto altro è un luogo molto speciale. Immaginate un cerchio d’acqua di 4000 mq alimentata dalla sua sorgente naturale del Ticino e sulle due rive opposte del lago due case che si specchiano; una a pianta ottagonale, con le porte finestre che dal salone inquadrano l’acqua e le statue che ne ornano i bordi. L’altra, un padiglione in stile neoclassico, con le grandi vetrate che si aprono sulle scale che entrano nel lago. Come in un quadro tutt’attorno piante e fiori, un giardino segreto e inimmaginabile in cui il tempo si perde e si vivono emozioni uniche. Inutile dirlo: un luogo romanticissima, ideale per una proposta di nozze che entrerà per sempre nel cuore, così come per un fine settimana pieno di sentimento.
Tra le experience una gita sul bellissimo Defender d’epoca o a bordo del motoscafo, lezioni di cucina, tuor a cavallo e degustazione di vini. Continua a leggere

Tornano i matrimoni: opinioni e pensieri a caldo di Alessandra Iaria, per tutti la Iaia, una delle wedding planner più amate d’Italia

A poche ore dall’annuncio della data tanto attesa, quella del 15 giugno, che sancisce la ripartenza dei matrimoni e degli eventi c’è grande fermento nel mondo del wedding. Gli operatori del settore eventi da settimane chiedevano al Governo di poter ripartire in sicurezza, tornando a fare uno dei lavori più belli.
Proprio ieri le linee guide per la ripresa e oggi c’è attesa per la conferma del Cts.
Inutile dire che professionisti del settore, fornitori e sposi sono sulla striscia di partenza.
Resta qualche interrogativo da chiarire, qualche indicazione a cui bisognerà abituarsi ma l’entusiasmo è davvero alle stelle.
E una che di entusiasmo ne ha da vendere, basta vedere il sorriso raggiante e quell’attitudine alla vita piena di gioia e passione, è Alessandra Iaria, conosciuta da tutti come la Iaia, event planner di grandissimo successo e dallo stile inconfondibile.
Lei, che due estati fa ha organizzato uno dei matrimoni social più seguiti, quello tra la modella Paola Turani e Riccardo Serpellini, è pronta a ripartire, dopo mesi trascorsi a pianificare, a rispondere a sposi e aziende in trepida attesa, a sognare nuovi eventi da organizzare e anche a fare la mamma.
Ecco allora che all’indomani della pubblicazione delle Linee guida per la ripresa dei matrimoni mi sono fatta raccontare a caldo il suo parere, le sue impressioni, e come questo lavoro negli ultimi mesi è cambiato.
Quello che è rimasto immutato è l’amore per questa professione (vi invito a seguirla sui social per una dose di entusiasmo e di bellezza) e la voglia da parte degli sposi di credere in un meraviglioso sogno. Continua a leggere

Tendenze in fatto di viaggi da Bit 2021: conquista il glamping, il turismo en plein air che emoziona

E’ stato un anno il 2020 che ha stravolto il settore dei viaggi e del turismo, facendo scatenare anche cambiamenti importanti nell’orientamento dei viaggiatori. Se già infatti negli ultimi tempi si era vista una ricerca di viaggi esperienziali, lenti e a stretto contatto con la natura, la pandemia ha accelerato ancora di più questa tendenza.
Nel XXIV Rapporto sul turismo italiano, a cura di Cnr-Iriss, presentato ieri nel corso della giornata inaugurale di Bit Digital, prima edizione interamente online della Borsa Internazionale del Turismo, emergono questi e molti altri aspetti del viaggiatore di oggi, analizzando quali sono state le scelte per le vacanze 2020.

Primo ad essere stato registrato un netto incremento del turismo domestico con un significativo aumento nell’utilizzo di seconde case nelle località montane, rurali e minori. In generale si sono privilegiate strutture ricettive che consentono di ridurre il più possibile l’interazione umana e si sono diffusi comportamenti orientati a etica e responsabilità.

Il modo di fare turismo d’ora in avanti sarà più consapevole, con una più accurata ricerca dell’autenticità ed una crescente presa d’atto che la bellezza di una destinazione o di un prodotto non siano più sufficienti per generare valore per i turisti consumatori“, ha affermato Alfonso Morvillo del Cnr.

Natura, lentezza e relax sono le parole chiave di chi si appresta oggi a prenotare una vacanza. Al centro l’esperienza, perchè un soggiorno oggi deve far vivere in prima persona emozioni che diventeranno in breve tempo ricordi. Continua a leggere

L’Italia che riparte: riapre oggi il Grand Hotel Tremezzo, simbolo italiano del saper fare ospitalità con eleganza

E’ un’Italia che vuole con tutta se stessa ripartire quella che stiamo vedendo in questi giorni. Lo dimostrano i primi segnali forti arrivati in questi giorni come l’ufficializzazione della data del Salone del Mobile a settembre o la riapertura delle grandi strutture che fanno del nostro Paese un fiore all’occhiello in tutto il mondo nell’arte di saper fare ospitalità con professionalità, esperienza, competenze e grande attenzione.
E così, tra nuove aperture (come Laqua Resort dello chef Cannavacciuolo o l’attesissimo ristorante a Portofino dello chef Carlo Cracco), apre di nuovo le sue porto uno degli alberghi più famosi in Italia e nel mondo, il Grand Hotel Tremezzo.

Il Grand Hotel, che da oltre 110 anni si affaccia con la sua eleganza sulla Riviera delle Azalee, uno dei tratti più scenografici e suggestivi del Lago di Como, è pronto ad accogliere nuovamente i propri ospiti a partire da oggi, 1 maggio, con l’entusiasmo che contraddistingue da sempre la sua calda ospitalità familiare italiana.

L’albergo si trova immerso in un’atmosfera unica e raffinata, capace di far sognare ad occhi aperti per la sua bellezza.
Tra gli spazi maggiormente suggestivi le sue tre piscine, la spiaggia privata affacciata su Bellagio, la sua affascinante T Spa, i suoi cinque ristoranti.
Tra piccole e grandi novità, una nuova gemma coronerà l’esclusivo T Beach, un ristorante serale che da quest’estate arricchirà le magiche serate sul lago. Una chicca per gli ospiti dell’albergo e non solo che potranno gustare pietanze squisite a bordo lago in un’atmosfera romantica da sogno. Continua a leggere

Enzo Miccio: “Il settore eventi chiede a gran voce di poter ripartire e gli sposi devono tornare a sognare”

Matrimoni, questi sconosciuti. O almeno è quello che sembrerebbe stando alle ultime decisioni del Governo in tema di riapertura. Se infatti con il nuovo Ddl si è pensato a far ripartire la scuola, alcune attività sportive, i cinema e i teatri… ancora una volta si è taciuto in fatto di eventi e matrimoni.
Il settore, fermo da quattordici mesi e duramente colpito dalla pandemia con un calo del fatturato del 90 per cento, si aspettava risposte e indicazioni per poter tornare a fare il proprio lavoro, realizzando i sogni e i giorni più belli degli italiani. E invece anche questa volta nulla di fatto.
Organizzatori di eventi, liberi professionisti, imprenditori, artigiani che lavorano nel settore sono ormai allo stremo, con un preoccupante danno economico e un’assoluta incertezza sul breve e lungo termine.
Per chi, come i wedding planner, è abituato a programmare e pianificare non c’è futuro a oggi e l’unica cosa che si può fare è rimandare, posticipare, tenere i nervi (ormai davvero fragili) saldi e tranquillizzare sposi e clienti, ormai delusi da un continuo posporre, in un clima di assoluta incertezza.
A poche ore dalle ultime decisioni del Governo e dall’imbarazzante silenzio da parte di questo nei confronti di migliaia di aziende che in Italia lavorano di eventi, ho fatto una chiacchierata con chi ha fatto di questo mondo la propria passione più grande, il proprio lavoro e una vera e propria impresa. Sto parlando di Enzo Miccio, organizzatore di eventi da sogno, wedding planner di centinaia di spose ed esperto di costume, che qui con me fa un bilancio della situazione, sottolineando quanto a oggi non si sia fatto e quanto si senta abbandonato chi lavora in questo settore. Persone che chiedono semplicemente di tornare a fare il proprio lavoro, rispettosi delle regole e della sicurezza dei propri collaboratori e dei propri clienti, tanto da aver presentato al Governo un protocollo per tornare a sognare.

Cosa prevede il protocollo presentato al Governo e realizzato in collaborazione con la Feu?

Insieme alla Feu, associazione di cui faccio parte, abbiamo lavorato a un protocollo serio e dettagliato che sancisce le regole comportamentali da seguire durante un evento, in modo da fronteggiare e contenere l’emergenza sanitaria Covid- 19.
Ogni criterio è stato studiato in base al colore delle regioni – zona bianca, zona gialla, zona arancione e zona rossa – in modo da prevedere delle condizioni più stringenti quando il rischio di contagio è più alto. Questo permetterebbe alle persone di riunirsi per matrimoni ed eventi in sicurezza.

Si parla di ripresa di tanti settori ma non ancora di quello riguardante eventi e matrimoni. Perchè questo silenzio?

Vorremmo saperlo anche noi. Sono mesi che attendiamo delle risposte e, personalmente, continuo a battermi anche tramite i miei social network per tenere alta l’attenzione rispetto a questo argomento.
Il protocollo stilato con la Feu è un tassello ulteriore che mira a trovare una soluzione definitiva a questa situazione.
Continua a leggere