Atelier Emé e gli appuntamenti virtuali per le sue spose: l’abito si sceglie con la Bridal Assistant

Quello che nell’ultimo anno le aziende italiane sono state chiamate a fare è di guardare avanti, nonostante tutto, innovarsi e trovare nuovi modi per arrivare ai propri clienti.
E’ infatti cambiata l’esperienza di acquisto così come quella di vendita e tutti i settori sono stati travolti da una vera e propria rivoluzione, che inevitabilmente ha portato anche a un’accelerazione della digitalizzazione.
Ecco allora che anche per l’abito del grande giorno è necessario ripensare a come una sposa può sceglierlo, senza rinunciare ai propri desideri e alle proprie esigenze.
Un po’ per l’obbligo di tenere i negozi chiusi per lunghi periodi, un po’ perchè le nostre abitudini sono radicalmente cambiate, un po’ perchè, quando aperti, gli atelier devono seguire rigidi protocolli di panificazione e di contenimento delle persone presenti in negozio… è diventato indispensabile cambiare e innovarsi.
E’ così allora che un’azienda come Atelier Emé ha pensato di stare al fianco delle proprie spose, offrendo un modo diverso di scegliere il proprio abito dei sogni, lasciando però immutata la qualità del servizio e le principali caratteristiche del suo modo di arrivare al cuore delle clienti. Continua a leggere

E’ Bridgerton mania: la moda del 2021 riscopre il romanticismo dell’era Regency

Sono poche ormai le persone che non hanno ancora visto la serie evento Bridgerton che proprio durante le feste natalizie ha tenuto incollate a Netflix donne ma non solo appassionate dalla storia romantica di Julia Quiin (oltre che del protagonista maschile interpretato da Regé-Jean Page).
Il segreto del successo di Bridgerton? Sicuramente la storia d’amore piena di passione tra Daphne e il Duca di Hastings, ma soprattutto i costumi indossati nel corso delle puntate che hanno fatto gridare immediatamente esperti di moda e non alla Bridgerton mania.
Eh sì perchè per il 2021 la tendenza sarà quella di ispirarsi allo stile squisitamente romantico visto nella serie, riuscendo però a renderlo attuale.

A realizzare i costumi della serie è stata un’equipe di costumiste capitanata dalla newyorkese Ellen Mirojnick, che già si era occupata di vestire gli attori di capolavori come The Greatest Showman e Maleficent. Per le otto puntate sono stati realizzati 7500 costumi diversi, più tutti gli accessori dell’epoca, riservando una scelta di 104 abiti alla sola protagonista Daphne.

Per il look di quest’ultima è impossibile non riconoscere l’inconfondibile Audrey Style, studiato minuziosamente da Marc Pilcher, ispirandosi alla pellicola Guerra e Pace nella versione interpretata da Audrey Hepburn. La palette nei toni dell’azzurro usata per lei infatti strizza l’occhio agli anni Sessanta, donando alla protagonista un allure naturale, fresco e delizioso.

Insomma il lavoro dietro alla creazione dei costumi è stato incredibile e i frutti si stanno già raccogliendo. E’ infatti bastato guardare le prime puntate per innamorarsi dello stile Regency proposto dalla Mirojnick che ha in un certo senso reinventato la moda ottocentesca, rifacendosi ad un’epoca più contemporanea. Sulla base quindi del periodo Regency, partendo quindi da gonne lunghe, corsetti e acconciature piene di boccoli, si è arrivati a creare modelli che strizzano l’occhio agli anni ’60 soprattutto attraverso la scelta della palette cromatica: colori vivaci e tinte pastello che hanno subito conquistato le spettatrici. Continua a leggere

Un matrimonio che s’ha da fare: Carlo Pignatelli e Pronovias insieme per una nuova collezione sposo

In un momento storico in cui il settore degli eventi è messo in pausa dalla pandemia e dalle misure anti-Covid fa gioire la notizia di un matrimonio davvero speciale. A convolare a nozze due nomi straordinariamente di successo del mondo Bridal: da una parte Pronovias, leader globale nel settore sposa, e dall’altra Carlo Pignatelli, il guru italiano dell’abito da sposo. I due infatti hanno comunicato poche ore fa un progetto che li vedrà insieme, in un matrimonio che si preannuncia ricco di sorprese e duraturo. Sì perchè già si parla di piano decennale per la nuova collezione annuale di 45 modelli realizzati sotto la direzione creativa di Carlo Pignatelli per il marchio di abiti da sposa di lusso.

Il debutto (attesissimo) è previsto per luglio 2021 con la presentazione della collezione sposo 2022 che offrirà una palette colori tutta da scoprire: dai toni pastello al naturale e dai colori chiari a quelli intensi.

La collezione sposo CARLO PIGNATELLI for PRONOVIAS è romantica d’aspetto e contemporanea nelle linee. Questa nuova collaborazione presenta uno stile sofisticato di richiamo internazionale“, ha affermato Francesco Pignatelli, direttore creativo della Maison Carlo Pignatelli. Continua a leggere

Tempo di Natale, tempo di Capsule Collection: ecco quelle davvero imperdibili

Anche se questo sarà un Natale diverso, con meno feste, più raccolto e senza le grandi tavolate a cui siamo abituati, non per questo dobbiamo rinunciare a quell’atmosfera magica che questa festa porta con sé.
E dopo aver addobbato la casa, aver comprato i regali e pensato al menù delle feste ecco che occorre, un po’ come Cenerentola, un abito adatto all’occasione. Non lasciatevi ingannare dal fatto di non poter andare al ballo, ma regalatevi qualcosa di speciale per accogliere il 25 dicembre con un tocco di rosso, di tartan o di luccicante.
In soccorso arrivano tante capsule collection create proprio ad hoc. Una più bella dell’altra! Scopriamole insieme!

E partiamo con la bellissima iniziativa di Ovs, che ancora una volta è al fianco di Save the Children con uno speciale maglione natalizio, disegnato dalla cantante Elodie.
Il delizioso Christmas Jumper è in vendita in una selezione di store e online e il suo acquisto sostiene l’Organizzazione internazionale che da oltre 100 anni lotta per salvare i bambini in difficoltà.

Parte del ricavato dalla vendita del maglione di Elodie per OVS infatti contribuirà a sostenere i progetti di Save the Children, ma non solo: la cantante, per l’occasione, ha realizzato un cd esclusivo intitolato This is Elodie x Christmas, in regalo con una donazione di almeno 3 euro per la raccolta fondi a sostegno dell’organizzazione. Il maglione è disponibile sia per adulto che per bambino.

Ci ha ormai abituati a collezioni una più bella dell’altra l’influencer e imprenditrice Maria Vittoria Paolillo, e non poteva mancare la release natalizia con alcuni capi meravigliosi per le feste. Tratto distintivo come sempre della sua MVP Wardrobe lo stile inconfondibile di Maria Vittoria: raffinato, di classe ma sempre di tendenza.

Ecco allora che all’interno della capsule è possibile trovare maglie rosse, must have di ogni Natale, tute calde in total White e un elegantissimo completo a pigiama in seta color grigio perla.

Si chiama invece Christmas Elk la proposta di Anna Pellò di Otravez. Un cardigan lungo in pregiata lavorazione Jacquard, comodo e morbido. Su tutta la superficie sono rappresentate delle deliziose Alci, in perfetto stile Christmas Elk.

Una speciale collaborazione tra Mimì et Mamà Haute Couture, il brand che fa sognare chiunque ne indossi un capo, e Luna di Vanna, grande event planner romana ha dato vita ad una collezione per mamma e figlia dal sapore squisitamente natalizio. Christmas Collection è un tripudio di tartan e di tradizioni da vivere in famiglia.

Un Natale non solo in leggings, come ci ha sempre abituati facendocene innamorare, ma anche in splendidi pigiami o jumpsuit di seta. E’ questa la proposta natalizia di L’Equilibriste.
La collezione si chiama Home, per un Natale casalingo ma assolutamente speciale. Tuttavia tutti i capi della capsule sono assolutamente indossabili anche per uscire e per le occasioni speciali.

Si chiama invece Memè ed è un progetto nuovissimo che sbarca sul mercato proprio in occasione del Natale questa collezione stupenda per tutta la famiglia (compreso il nostro amico a quattro zampe).
A dar vita a questo brand Sara, neomamma di Bianca con un passato da professionista nel mondo del digital. Proprio dalla maternità ha così deciso di dar vita ad una linea di abbigliamento sartoriale, made in Italy, basato sul concetto del matchy matchy, andando quindi a vestire l’intera famiglia. Favolosa la proposta in tartan così come quella in velluto blu. Deliziosi poi i grandi colletti bianchi, di grande tendenza per quest’anno, esempio di un’eccellenza sartoriale che sta dietro al progetto di Memè.

MiniMe – It’s a mom affair è invece una linea di abbigliamento coordinato che nasce dal desiderio di coniugare la complicità playful tra madre e figlia all’accuratezza di un vestito sartoriale. Tessuti pregiati e tagli perfetti per abiti di alta fattura tutta italiana. Per Natale vi segnalo i bellissimi maglioni Merry Christmas e i capi in raso dorato per una festa scintillante.

Must have km0, realtà milanese di cui vi ho già parlato in passato per le sue meravigliose proposte per donne che vogliono sentirsi eleganti e soprattutto uniche, propone una speciale capsule di pochi pezzi di altissima qualità da indossare per le feste (e non solo direi!)
Ecco allora un abito in velluto con ruches, una camicia in seta naturalmente rossa ma con dettagli fucsia e l’iconica giacca con scollo ampio nella versione in velluto. Stupendi!

Chiara Vitale Enfants, la linea di Atelier Kore per i più piccoli, punta al tartan con abiti che sembrano essere usciti dalle favole. Diversi modelli per un look natalizio che lascia senza fiato grazie alle lavorazioni sartoriali e alla qualità dei materiali utilizzati.

Mentre la linea donna di maglieria di Atelier Kore punta su calde tute in lana dai colori natalizi: dal verde al rosso per arrivare al candido bianco. Un modo per essere eleganti e assolutamente comode anche per un Natale da trascorrere in casa.

TDS Insieme: con The Dressing Screen un regalo di Natale è qualcosa di più

Cosa si nasconde all’interno di un regalo? Non solo una splendida sorpresa, ma molto molto di più.
Sì perchè dentro è racchiuso il sentimento di una persona cara che, con quell’oggetto, ha voluto dire “Ho pensato a te”. Niente di più vero soprattutto in un anno come questo. Nei regali che ci scambieremo infatti ci saranno emozioni, abbracci che ci saremmo voluti dare, parole e pensieri rimasti sospesi.
 
Per questo motivo, in un momento di festività che ci vedrà più distanti rispetto agli anni passati, The Dressing Screen, il primo hub digitale di lusso in Italia, lanciato nel 2018 da Stefania Inama e Claudia Maresca per proporre oltre 80 marchi italiani di moda e lifestyle, ha chiesto alla sua ambassador Helen Nonini, alle sue muse e a donne tastemaker note per il loro stile, di contribuire nel creare una selezione unica per questo Natale.

Come? Inviando un messaggio positivo di affetto a una persona cara attraverso un dono scelto proprio nella selezione di The Dressing Screen, ma non solo: il regalo “TDS Insieme” sarà accompagnato da una cartolina regalo appositamente stampata e ideata dall’ambasciatrice TDS Helen Nonini, con i disegni dell’amica e illustratrice Lucia Emanuela Curzi. Continua a leggere

Atelier Emé al fianco di The Maptique per le sue spose con quattro Lab creativi

Atelier Emé anche in un anno tanto particolare come questo non ha mai smesso di far sentire la propria presenza e vicinanza alla propria community. Tra le tante iniziative nel corso di questi mesi ha organizzato diversi appuntamenti digitali, ultimo di questi il lancio della collezione Sposa 2021 in diretta streaming con il direttore creativo Raffaella Fusetti.

Così con l’arrivo del Natale Atelier Emé ha pensato di coinvolgere le proprie future spose in una serie di 4 appuntamenti, molto speciali, organizzati insieme a The Maptique, per ispirare le proprie spose in attesa del giorno del matrimonio.

Il format molto particolare di questi Lab è stato ideato da Agnese e Paola, le co-founder di The Maptique, boutique agency specializzata in strategie digitali legate al settore del travel, pensati per ingaggiare la community offrendo un servizio creativo ed originale che unisce il mondo offline con quello online.

A partire dal 26 novembre ha preso il via quindi questa speciale iniziativa digitale con cadenza settimanale.

A chiudere questa iniziativa speciale il 17 dicembre si potrà partecipare all’ultimo evento pensato sia per le spose che per le invitate che potranno creare e personalizzare la propria mini bag con La Milanesa, brand di borse ideato da Cinzia Macchi.
All’interno della special box inviata alle iscritte ci saranno la bag realizzata esclusivamente per il LAB con i tessuti di scarto di Atelier Emé e piume per la personalizzazione.

Per partecipare basta iscriversi gratuitamente al Lab.

Le partecipanti riceveranno così a casa qualche giorno prima una special box contenente uno special kit con tutto il necessario per partecipare al lab al quale si sono iscritte e che potranno seguire online attraverso la piattaforma ZOOM.

I precedenti appuntamenti hanno visto la partecipazione di: FaceUp, specializzato in tecniche innovative per allenare la muscolatura facciale e migliorare la texture della pelle, con il quale le partecipanti hanno eseguito una sessione di Face Yoga; Carlotta Varrenti, illustratrice dietro Eau de Papier, che ha mostrato come creare meravigliosi biglietti e segnaposto con gli acquerelli e infine Design Anarchy Studio, che ha spiegato come realizzare il proprio
moodboard per l’evento.

Must Have Km0: il Made in Italy che sostiene l’intera filiera della moda dal produttore al consumatore

Mai come prima è il momento di sostenere il nostro Made in Italy scegliendo attraverso i nostri acquisti prodotti italiani, frutto del lavoro, della maestria e della qualità del nostro Paese.
Con l’avvicinarsi poi del Natale è fondamentale non solo comprare italiano, ma farlo nei negozi, nelle realtà delle nostre città, capaci di offrire competenze, conoscenze e valore umano fondamentali per la nostra società, per preservarne i posti di lavoro e per garantirne continuità nel nostro tessuto sociale. Perchè non è solo un abito quello che si acquista, ma il frutto di una filiera che parte dal produttore e arriva sino al consumatore.
Ad aver intuito l’importanza di questo legame e ad essere riusciti a valorizzarlo è sicuramente Vania Sommariva, una imprenditrice innamorata della moda che ha dato vita a Must Have Km0.

Vania ha infatti progettato un nuovo concept, che racchiude i punti fondamentali della sua lunga esperienza nel segmento moda luxury: passione, esperienza e raffinato gusto estetico. Project Leader del brand e allo stesso tempo Fashion Consulting per altri marchi, vanta una profonda esperienza in qualità di Manager presso griffe leader del settore, tra le quali “Maison Valentino”.

Partendo dalle sue competenze e dalla passione per lo stile e la moda Vania ha così dato vita a Must Have Km0, non un semplice atelier ma molto altro. In Viale Montenero infatti sorge questo negozio davvero speciale, una boutique du tendenze, dove trovare pezzi unici, capaci di far sentire speciale ogni donna di un allure raffinato e senza tempo.
Entrare qui insomma è immergersi in un’esperienza unica di shopping, dove tra limoni, mele e peperoncini si nascondono abiti da sogno, maglie in cachemire e bijoux preziosi.
L’allestimento del negozio infatti rende omaggio al settore agricolo da cui “prende in prestito” il modello produttivo a km 0. I capi sono tutti pezzi esclusivi, di alta qualità, confezionati in piccoli laboratori artigianali limitrofi a Milano secondo il modello di produzione a filiera corta.
Ma per capire davvero cos’è Must Have Km0 la cosa migliore è farselo raccontare dalla sua protagonista, una donna speciale ed elegante che rende ogni giorno le milanesi (e non solo) donne raffinate e bellissime. Continua a leggere

Mimì et Mamà: quando la moda veste madre e figlia con un pizzico di magia

Negli ultimi anni nel mondo della moda abbiamo visto tanti brand proporre capi, capsule e addirittura collezioni dedicate a madre e figlia, interpretando un desiderio speciale di queste nell’indossare per occasioni speciali ma anche nella vita di tutti i giorni qualcosa di coordinato.
A Roma è nato un brand che di anno in anno ha conquistato sempre più donne grazie alla capacità di esaltare ancora di più questo legame così speciale e unico, interpretandolo in abiti da indossare in pendant.
Sto parlando di Mimì et Mamà Haute Couture, una realtà tutta italiana, anzi romana come tengono a precisare le sue ideatrici, che pensate un po’ sono proprio madre e figlia.
Sì perché Rebecca e sua madre Emanuela sono due donne legatissime, unite da quel rapporto madre-figlia meraviglioso, fatto di intesa, complicità e persino condivisione di un progetto che via via sta avendo sempre più successo.
La passione per la moda, per lo stile e per il Made in Italy ha reso così possibile la realizzazione di un brand che piace moltissimo e conquista madri e figlie mosse dal medesimo interesse a condividere non solo momenti speciali, emozioni e traguardi, ma anche un abito, un cappotto o una mantella.
Fil rouge della collezione, come vedrete in queste immagini, uno stile romantico, raffinato, onirico, perché Mimì et Mamà portano davvero un po’ di magia nella vita di chi indossa i loro capi. Basta vedere le foto della collezione autunno/inverno.
Ecco allora che da questa chiacchierata capirete un po’ di più di un sogno diventato realtà, un progetto costruito mattone su mattone grazie a determinazione e passione e capace di regalare incanto a chiunque ne entri a far parte. Perché a volte indossare un abito è davvero qualcosa di più. Continua a leggere