Katherine Kelly Lang e Cosima Coppola si raccontano nel dietro le quinte dello shooting di Impero Couture

 

Una è per tutti Brooke, la donna sensuale e irresistibile che da anni sconvolge la vita della famiglia Forrester e non solo nella soap opera Beautiful, l’altra è un’attrice italiana protagonista di tante fiction di successo. Ma in comune Katherine Kelly Lang e Cosima Coppola, oltre ad avere la bellezza e una travolgente femminilità, hanno un legame stretto e profondo con uno dei brand di moda sposa e cerimonia più amati del nostro Paese, ovvero Impero Couture.
Insieme ad un’altra attrice, Jacqueline Macinness (anch’essa interprete di Beautiful con il ruolo di Steffy), le due donne hanno infatti posato per la nuova campagna del brand partenopeo.
Gli scatti, realizzati in alcuni dei luoghi più suggestivi di Napoli, mostrano le nuove collezioni di abiti da cerimonia, impreziositi da particolari dettagli e da linee iper femminili.
Quelle che vedete sono le prime immagini del servizio fotografico realizzato da Tommy Napolitano.
Ho avuto il piacere, oltre che la fortuna, di scambiare qualche battuta con Luigi Auletta, anima e cuore di Impero Couture, che mi ha così raccontato il perché di queste tre testimonial d’eccezione.
Tre donne diverse per mostrare che la bellezza non ha età e non ha tempo. La scelta poi di affiancare ad una donna italiana due volti internazionali è stata dettata dal fatto di voler rimarcare l’intento di Impero Couture, quello di esaltare l’immagine e la femminilità di qualsiasi donna.

Ma esattamente dove sono state scattate queste fotografie?
Sono molto legato al mio territorio e da sempre scelgo quindi di incorniciare le campagne fotografiche di Impero Couture in location straordinarie della mia zona: da Caserta a Capri fino a Positano. Quest’anno ho dedicato lo shooting a Napoli, riprendendo anche una scelta fatta da altri brand di alta moda internazionali.
Negli scatti è possibile vedere alcuni degli scorci più suggestivi e amati del golfo: da Santa Lucia a Via Caracciolo, fino ad arrivare a Posillipo. La sposa l’abbiamo invece scattato sulla costa Sorrentina. Uno dei miei obiettivi è quello di mostrare, al di fuori dei confini campani, la bellezza e la ricchezza della regione, in particolare della città di Napoli.
Continua a leggere

Il trunk show di Enzo Miccio fa tappa nell’atelier di Napoli a Palazzo Calabritto ed è un successo

Amiche” ha scritto sulla sua pagina Facebook “l’abito da sposa è uno solo nella vita di ogni donna e per questo va scelto con molta cura.
Ciascun abito deve rispecchiare i gusti di chi lo indosserà ma, soprattutto, deve essere in linea con la silhouette della futura sposina affinché ne esalti e valorizzi la fisicità.
Sapete quanto abbia a cuore ciascuna di voi e, proprio per questo, sono a vostra completa disposizione nei miei wedding day nei quali sono lì con grande pazienza a consigliarvi sull’abito dei vostri sogni.
Continua a leggere

Ma quanto costa sposarsi in chiesa? Ecco la realtà napoletana della Iena Giulio Golia e la mia

Ma quanto costa sposarsi in chiesa? Se lo è chiesto uno degli inviati storici delle Iene, Giulio Golia, il quale in un servizio del 22 settembre ha mostrato usi e tariffe di alcune delle più conosciute chiese di Napoli. Il servizio della Iena Golia parte dalla notizia apparsa sui quotidiani qualche giorno fa in cui il vescovo di Nola, in provincia di Napoli, invitava i preti a non applicare tariffe fisse agli sposi che decidono di sposarsi in chiesa, visto il periodo di crisi sia economica che di matrimoni.
Al contrario invece di quanto ci si aspetterebbe nel napoletano sembra esistere un vero e proprio tariffario per la celebrazioni in chiesa, che va da un minimo di 250 euro ad un massimo di… 850. Continua a leggere