Renato Ardovino, il boss delle torte italiano, pensa a nuove creazione spettacolari e ad un sogno nel cassetto

 


Renato Ardovino è il boss delle torte italiano amato tanto dai bambini, quanto dalle spose, oltre che dagli appassionati di cake design che lo seguono come un guru.
Lui che di torte ne ha realizzate tante in una carriera costellata di successi ora pensa ad un nuovo libro, ad un programma in tv per i più piccoli e poi ad un sogno nel cassetto: realizzare una torta specialissima per Mina. Ecco i suoi prossimi progetti, le tendenze in fatto di cake design di questa stagione e tanto tanto ancora.

Italiani ancora pazzi per il cake design o si è trattato solo di una moda?
Il Cake Design, in Italia, ha conosciuto il boom circa 4 anni fa. Non si tratta di una moda ma è una naturale evoluzione della pasticceria tradizionale. In Inghilterra sono passati quasi due secoli dalla prima wedding cake di design (il matrimonio della regina Vittoria nel 1840) e in America quasi un secolo è trascorso dall’apertura della prima scuola di pasticceria e decorazione di torte (la scuola Wilton a Chicago). In questi paesi, come in tanti altri, il cake design è diventato tradizione. Anche in Italia, per gli eventi e le cerimonie più importanti, oramai, non si può prescindere da una torta che, per spettacolarità, bontà e bellezza, sia il momento culminante di una giornata che debba rimanere indimenticabile. In tutti i campi il design si arricchisce e si evolve nutrendosi di nuovi stimoli. Io credo che, oggi, non sia più pensabile ritornare, per gli eventi e le cerimonie più importanti, alle vecchie torte ad un piano alte 7 cm. Continua a leggere

Bufera sulla moda del cake design dopo il servizio di Striscia la Notizia: i professionisti rispondono…

Lo scorso 28 marzo è andato in onda su Striscia la Notizia un servizio di Fabio e Mingo che ha scatenato non poche polemiche all’interno del settore wedding. A cadere nella rete vigile e attenta degli inviati di Ricci sono stati i cake designer. I due inviati infatti hanno denunciato la mancanza di scadenze ed ingredienti in lingua italiana sui prodotti usati dai pasticceri tanto in voga in questi ultimi anni. Pasta di zucchero, coloranti, decorazioni e glasse sono state al centro dell’inchiesta che ha gettato un’ombra su un’attività al momento molto di moda e che sicuramente andrebbe regolamentata.
Non vi dico le decine di mail che mi sono arrivate in risposta a tale servizio. Come era prevedibile infatti pasticceri, cake designer ed appassionati si sono sentiti chiamati in causa, ma soprattutto danneggiati.

Ma è davvero così la situazione?
Per fare chiarezza abbiamo sentito due voci autorevoli del settore: Susanna Rossi, nota wedding planner a capo della società WeddingsandEvents, che proprio a fine mese porterà in Italia chi questa moda del cake design l’ha portata facendola scatenare tra giovani e professionisti, ovvero l’ormai celebre Carlo’s Bakery di Real Time, e Marco Pisani, pasticcere e produttore di prodotti dolciari ad hoc per il cake design rigorosamente made in Italy. Ecco che cosa ci hanno detto, chiarendoci meglio il quadro attuale, puntando il dito giustamente su chi si improvvisa ma prestando attenzione a chi invece in maniera attenta e seria ha fatto del cake design una vera e propria arte. Continua a leggere