L’emozione nel risfogliare l’album di nozze: Francesca Senette racconta il suo giorno del sì

Risfogliare l’album di nozze e ripassare con la mente tutti quei momenti fatti di gioia, ansie, paure, euforia in un turbinio di sensazioni: è questo quello che Francesca Senette, giornalista e celebre volto televisivo, ha fatto con me a distanza di tredici anni dal suo giorno del sì.
Lei, che con me condivide la stessa professione e uno speciale legame con la Sardegna, sua terra d’origine, vive a Milano al fianco di Marcello Forti e dei loro due figli, Alice e Tommaso.
Con lui condivide il suo quotidiano, l’impegno sociale a favore di importanti iniziative come quella per We World che ogni anno li porta lontano a vedere con i propri occhi una realtà diversa, difficile, bisognosa di cure e di amore, e a portare un aiuto concreto alle donne e ai bambini bisognosi. Ma soprattutto ciò che traspare è il loro modo speciale di guardare la vita, con il sorriso, con una carica di energia incredibile, dandosi sostegno e amore vicendevolmente.

Un matrimonio lontano dai riflettori, nella sua terra d’origine, vicino agli affetti di sempre il loro: niente wedding planner (non era ancora scoppiata la moda in Italia), tanti amici, un luogo speciale dove festeggiare, il resort Su Gologone, vero fiore all’occhiello non solo dell’Isola ma dell’Italia intera, con la sua missione di far scoprire le tradizioni, i sapori e i profumi di una terra straordinaria.
Ci siamo incontrate un pomeriggio nella sua casa milanese, fatta di pezzi di vita, di ricordi, di passioni (l’ultima che condividono è quella per l’arrampicata e lo yoga), e sul divano al centro del salotto mi ha raccontato tutto del suo giorno del sì: dalla scelta dell’abito, alle lacrime di commozione che non è riuscita proprio a trattenere, fino a quello che prova oggi risfogliando quelle pagine senza tempo. Continua a leggere

La Sardegna conquista Shangai, promuovendosi come meta per gli sposi

Nei giorni scorsi all’interno del padiglione Italia dell’ Expo di Shangai il pubblico cinese ma non solo ha avuto la possibilità di conoscere l’isola dei nuraghi nota in tutto il mondo per le sue bellezze naturalistiche e per le sue tradizioni, grazie all’esibizione di Mamuthones e Issohadores, oltre che ad uno spazio dedicato alle degustazioni di vini e prodotti tipici. Ciò che però ha generato grande interesse nel pubblico cinese è stato il progetto “Rose Wedding“, che all’Expo di Shangai ha potuto proseguire grazie all’intervento dell’assessore regionale al Turismo Sebastiano Sannitu. Continua a leggere