Un week end romantico a pochi km da Milano: la Liguria da scoprire


Quante volte programmando le vacanze pensiamo a mete lontane, ad isole dall’acqua cristallina a miglia di distanza da casa nostra? Eppure anche vicino a noi, a portata di qualche ora di automobile, ci sono veri e propri paradisi terrestri dove la natura dà il meglio di sé, regalando paesaggi mozzafiato e atmosfere d’incanto.
E’ il caso della Liguria, una regione che soprattutto per chi vive a Milano o a Torino è la meta di week end estivi o di vacanze in famiglia, ma che troppo spesso viene data per scontato, senza conoscerne fino in fondo le tante bellezze e attrattive.

A poco più di un’ora e mezza di macchina da Milano infatti c’è ad esempio Bergeggi, un vanto della Liguria e dell’Italia intera per via della sua acqua cristallina, della natura dalle mille sorprese e dagli scorci unici. Riserva naturale ed area marina protetta, Bergeggi è amata da chi fa immersioni per i suoi fondali, ma anche per chi vuole scoprirne il mare in barca o in canoa costeggiandone gli scogli fino ad arrivare all’isoletta.
Ogni settimana sono in programma escursioni in canoa o immersioni subacquee da non perdere.
Per vivere invece la spiaggia il Villaggio del Sole è lo stabilimento ideale per chi vuole godersi un mare pulito, cristallino e meraviglioso, pur con tutte le comodità e il comfort.
Ombrelloni, lettini, servizi, ampi spazi ombreggiati, con bar snack gustosi panini, tortillas, piadine, torte fatte in casa e prodotti di prima qualità, ma non solo. Infatti per chi vuole pranzare con piatti a base di pesce c’è il ristorante, aperto anche alla sera nei mesi di luglio e agosto.
Qui però anche i piccoli hanno il loro spazio tra giochi, corsi di nuoto e tante attività coinvolgenti.
Infine per chi desidera rilassarsi è possibile farlo grazie ad una zona massaggi assolutamente da provare: riflessologia, massoterapia, massaggi rilassanti, tonificanti e molto altro.

E dopo una giornata al mare è d’obbligo una cena con vista che vi resterà senz’altro nel cuore grazie all’abilità e all’estro dello chef Claudio Pasquarelli dell’omonimo Ristorante Da Claudio a Bergeggi.
Un luogo magico, un piccolo gioiello incastonato nella roccia, che con la sua magnifica terrazza sembra protendersi verso il mare, regalando agli ospiti uno spettacolo mozzafiato soprattutto all’ora del tramonto.

Come ogni anno lo chef propone per tutta l’estate un ricco calendario di serate da non perdere: dalle serate in terrazza a quelle dove è lo champagne il vero protagonista. Se passate di qui non perdetevi il bouquet di crostacei agli agrumi mediterranei e le linguine caserecce di Gragnano al King Crab, pomodori coltivati con acqua marina.

A qualche km di distanza c’è un’altra meta interessante e dalle mille sorprese, scelta soprattutto dalle famiglie per le sue attrattive ma non solo. Sto parlando di Alassio che nella sua storia vanta soggiorni illustri. Fulcro di questa dolce vita negli anni ’50 e ’60 era il famoso Caffè Roma sul cui palco si sono esibiti i nomi più famosi dello spettacolo e dove tutt’oggi è possibile bere un caffè gustando i famosi baci di Alassio. La città in passato è stata anche lo scenario perfetto per il famoso concorso di bellezza di Miss Muretto, il cui allure negli ultimi anni è tornato in vita grazie all’evento Miss Acqua di Alassio.

Tappa obbligata per un soggiorno davvero indimenticabile è il Grand Hotel Alassio. Sarà per le sue camere che sembrano tuffarsi nell’acqua, o forse per il suo centro benessere dove lasciarsi coccolare è un piacere unico per i sensi, o forse ancora per l’esperienza culinaria che conquista con le proposte gourmet dello chef Roberto Balgisi: qui si vive un’esperienza da portare nel cuore.

Da qualche giorno il ristorante dell’hotel propone il nuovo menù dell’estate, un motivo in più per fare tappa qui perché il talentuoso chef del Grand Hotel sa stupire ed emozionare. Il mio consiglio? Il salmone e mostarda per un antipasto da ricordare, i tortelloni di melone e astice blu ed infine la piovra laccata.

Infine se capitate ad Alassio questo fine settimana non perdete con Un Mare di Champagne, la sesta edizione di una kermesse imperdibile per gli amanti delle bollicine e non solo.
L’appuntamento è per domenica 17 e lunedì 18 giugno quando, due giorni in cui le più prestigiose Maison confluiranno nella città ligure per dare vita a un evento che unirà momenti esclusivi, degustazioni dei più rinomati Champagne, seminari di approfondimento e incontri inaspettati.
Organizzato dal Consorzio Macramé – Dire Fare Mangiare , un gruppo di ristoratori alassini che si è fatto ambasciatore di Alassio, del territorio e delle sue eccellenze enogastronomiche e che da anni trasforma la perla della riviera.
Quest’anno la kermesse ha scelto una nuova location: la grande terrazza sul mare, la splendida vista sul Golfo di Alassio e una struttura storica, il Diana Grand Hotel & Resort.

Domenica 17 giugno sarà il momento dell’attesissima Champagne Gala Night: una grande cena sulla Sun Terrace del Diana Grand Hotel & Resort che aprirà ufficialmente la sesta edizione di Un Mare di Champagne. Una serata all’insegna delle stelle perché ad affiancare gli Chef del Consorzio Macramé – Dire Fare Mangiare ci saranno anche alcuni importanti Chef stellati (Massimo Camia del Ristorante Camia (CN), Matias Perdomo, Contraste (MI), Andrea Ribaldone Osteria Arborina (CN) e Giuseppe Ricchebuono, Vescovado di Noli (SV)), ospiti della kermesse, che lavoreranno fianco a fianco per realizzare un menù degustazione in cui ogni piatto verrà esaltato dall’abbinamento con un grande Champagne. E poi spettacolo, sorprese, musica fino a notte inoltrata guardando la luna che si alza sul mare incantato del Golfo di Alassio. Una serata davvero imperdibile!

Qui ne potrete sapere di più.

E ricordate: la Liguria è una meravigliosa scoperta!

Week end romantico a Venezia, meglio ancora se a Carnevale

Poche esperienze sono uniche come un viaggio a Venezia: la Laguna, gli scorci nascosti che solo passeggiando tra le calli si scoprono lasciando a bocca aperta, le antiche botteghe, il romanticismo delle gondole, la maestosità di Piazza San Marco… C’è qualcosa però di ancora più speciale in Venezia ed è viverla nei giorni di festa del Carnevale. Per rendersene conto non basterà guardare qualche filmato in tv o qualche fotografia alle tante maschere che la animano. Per capire il Carnevale di Venezia è necessario viverlo. In prima persona, mettendoci la faccia, pardon la maschera.
Solo osservando questa straordinaria città, i suoi abitanti, le sue tradizioni e le sue atmosfere attraverso le fessure di una maschera si percepirà la magia. Non vi è nulla di simile al mondo ed è per questo che da ogni parte del globo arrivano qui in Laguna ogni anno turisti incuriositi e pronti a lasciarsi trasportare dalla festa, dai travestimenti, dalla storia.

A Venezia infatti il Carnevale è un salto nel passato, nelle usanze e nei costumi che di generazione in generazione i veneziani (non tutti ahimè) preservano con amore, dedizione e cura.  Il Carnevale di Venezia dovrebbe essere considerato Patrimonio Culturale dell’Umanità, proprio come la sua città.
Come capire quello di cui vi sto parlando? Andando a Venezia.
Ecco quindi alcuni consigli su come immergervi in quella che senz’altro sarà un’esperienza unica, il cui ricordo rimarrà nei vostri cuori per sempre. E poi manca una settimana alla festa degli innamorati e quindi perché non unire entrambe le occasioni per trascorrere un week end magico? Continua a leggere

Qual è l’ora giusta per sposarsi?A Villa Dianella questo week end due giorni per scoprirlo

C’è un’ora migliore di un’altra per sposarsi? No, ma di certo ci sono vari modi di approcciarsi al giorno del sì in base all’orario scelto per la cerimonia e soprattutto il ricevimento. Nasce da questa idea la due giorni intitolata “L’ora del Matrimonio”, che questo week end, dal 20 al 21 ottobre, offrirà alle coppie che vi prenderanno parte una panoramica completa e approfondita su tutti gli aspetti legati a questo importante evento.
In una location ricercata e suggestiva come Villa Dianella, nella splendida località toscana di Vinci, un programma articolato di incontri, sorprese ed interventi di autorevoli professionisti.
L’idea di questa due giorni è assolutamente originale e si basa sulla tendenza ormai diffusa di sdoganare nuove tipologie di ricevimenti in linea con la natura degli sposi ed i suoi desideri. Ecco allora per gli sposi più alternativi una colazione forse sull’erba per dire sì di buonora, per chi invece vuole essere trendy un ricevimento con degustazione di the selezionatissimi e pasticceria pregiata sembra un’ottima soluzione alla moda e di gran classe. Per accontentare poi i palati più raffinati ed esterofili ecco il matrimonio con brunch, moda arrivata dall’America ma che piace sempre più alle famiglie italiane preferendolo quasi al tradizionale pranzo della Domenica. E infine il matrimonio più classico e forse sfarzoso quello con la cena magari creativa e raffinata con proposte gourmet per i palati più esigenti. Continua a leggere

Un matrimonio da sogno tra le Dolomiti al Cristallo Hotel di Cortina


Tempo ormai di neve, montagna e Natale. E cosa c’è di più romantico che sposarsi proprio in questo periodo dell’anno? Suggestive atmosfere, caldi allestimenti, magici spazi di luce e colori. La tendenza degli ultimi anni, prima snobbata dai futuri sposi, è sempre più quella di convolare a nozze nel periodo invernale, magari sotto le feste natalizie, e proprio in location ad alta quota.
In effetti la magia della neve, le luci del Natale e pochi furbi accorgimenti possono trasformare un matrimonio in un sogno. Per chi desidera che il proprio giorno del sì sia proprio così allora una delle location più esclusive e romantiche d’Italia è senz’altro rappresentata dal Cristallo Hotel Spa & Golf di Cortina d’Ampezzo. Continua a leggere