Arriva lo “Stile all’Italienne” raccontato da Sissiottostyle

Quando pensiamo alla moda spesso cadiamo nel tranello di farci guidare da tendenze preconfezionate, da dettami rigidi e da quelli che sono i brand più pubblicati. La moda invece è divertimento, gioco, libertà, espressione di sè.
Lo sa bene Simona Bertolotto, a tutti nota come Sissiottostyle, che sui social è amata e seguita proprio per il suo stile unico, diverso, originale.
Uno stile che fa tendenza e che ormai è inconfondibile. Ecco allora che per mettere nero su bianco cosa significhi lo stile Sissiotto e per dare consigli utili a chi vuole vivere la moda bene, senza costrizioni, e in maniera consapevole Simona Bertolotto ha pubblicato per Vallardi il libro “Stile all’Italienne“.

Simona si propone così di guidarci alla riscoperta del nostro guardaroba: impareremo a guardare i nostri abiti con occhi diversi e a creare abbinamenti inaspettati, scardinando odiosi luoghi comuni – quelli che ci dicono che è sbagliato mixare le righe con i pois, oppure abbinare il marrone con il nero, o l’animalier con i colori fluo. Un manuale imperdibile ricco di tanti esercizi di stile per padroneggiare l’accostamento di colori, stampe e texture, e rispondere alla temibile domanda «come mi vesto oggi?» con naturalezza e originalità. E una volta scelti i
vestiti, basterà un attimo per selezionare accessori, borse e scarpe e reinventarli, dando libero stogo alla fantasia e all’arte che ci sono in ognuna di noi.
Un manuale da leggere e rileggere, da consultare ogni volta che vogliamo mettere alla prova il nostro guardaroba e il nostro stile e soprattutto una guida per guardare a noi stesse con amore, consapevolezza e libertà. Continua a leggere

Second Life by Pronovias e Nicole Milano: quando la moda sposa è circolare e l’abito diventa sostenibile

Il mondo della moda ormai da qualche anno si interroga su come rendere la propria produzione maggiormente sostenibile. Soprattutto post pandemia poi è stata registrata una crescente sensibilità da parte dei consumatori in merito all’ecosostenibilità nei diversi settori della vita di tutti i giorni e per questo la moda non resta a guardare.
Anche nel mondo della sposa questa sensibilità sta muovendo le scelte in fatto di produzione e realizzazione delle collezioni.
Ne è la prova la nuovissima iniziativa “Second Life” di Pronovias e Nicole Milano.

Si tratta di un progetto inedito di moda circolare e nuova sostenibilità nel mercato della moda sposa a livello internazionale, che si inserisce nel già avviato impegno del Gruppo Pronovias (leader nel settore del luxury bridal) per una moda sempre più sostenibile nel giorno del matrimonio.

Alessandra Rinaudo, Chief Creative Director di Pronovias, e Nicole Cavallo, Creative Director di Nicole Milano, si sono infatti interrogate su come si potesse rendere sostenibile e circolare l’abito da sposa, un abito che per sua natura normalmente viene indossato una sola volta nella vita.
Da qui l’idea di dare all’abito da sposa una seconda vita, trasformandolo dopo il matrimonio, così da poter essere indossato in altre occasioni speciali dopo il grande “sì”. Continua a leggere

Lo sapevate che oggi è il Corredo Day? Parola di Lorenzo Bises, l’influencer esteta che insegna la bellezza d’un tempo

Oggi è il 25 settembre. Un giorno d’autunno. Un sabato. Da qualche anno il World Dream Day.
Ma lo sapevate che oggi è anche il Corredo Day?
A istituire questa particolare giornata è stato Lorenzo Bises, un ragazzo che per anni ha lavorato nel mondo della moda e dei gioielli, e che da qualche tempo è diventato una voce seguitissima su Instagram grazie alla sua personalità, al suo amore per le cose di un tempo, alla sua voglia di raccontare il suo Piccolo Mondo Antico fatto di lenzuola ricamate, di sigilli in cera lacca e fiocchi di seta, ma con lo sguardo attento, intelligente e sensibile delle generazioni di oggi.
Lorenzo infatti riesce attraverso le sue stories e i suoi post a raccontare tanto di sé, quanto delle sue passioni e dei suoi interessi. E’ un influencer della bellezza insomma, non del beauty eh badate bene.
E’ un ragazzo colto, interessato, appassionato che dal suo profilo con leggerezza, ironia, ma anche serietà e dovizia di particolari racconta dei suoi petit trouc (realizza infatti fiocchi, cerchietti e copricapi meravigliosi), così come della storia della sua famiglia, che ha vissuto sulla propria pelle la terribile tragedia della Shoah.

I suoi giri in bicicletta per i negozi vintage alla ricerca di un trench o di una camicia da smoking, o le gite fuori porta per le ville storiche con aneddoti di duchesse e marchesi sono un piacere per gli occhi.
Ma torniamo a oggi ovvero al Corredo Day, una giornata in cui lui e tutte le persone appassionate di biancheria, di cose belle e di un fascino per ciò che arriva da tempi passati, si dilettano nel preparare il proprio letto con le lenzuola della festa, quelle buone, quelle ricamate o passate in eredità dalle nonne.
Il successo dell’iniziativa, che ovviamente rimbalza su Instagram di stories in stories, è moltissimo. Oggi si festeggia la terza edizione e sono sempre di più i followers che si sono appassionati a questa tradizione moderna che strizza l’occhio al passato.

Al Corredo Lorenzo ha poi dedicato persino un podcast che vi invito ad ascoltare. Fa parte di un bel progetto dal nome “La Non(no) moda“.
Lorenzo Bises attraverso i social e questi podcast racconta come imparare a sigillare con la cera lacca le proprio lettere (sì per fortuna c’è ancora chi come lui trova insostituibile e inestimabile il valore di una lettera scritta a mano), narra storie di nobili e dimore storiche e scova in giro per botteghe vere chicche di stile.
Una volta che lo seguirete sarà impossibile non amarlo! Non vi resta che seguirlo e soprattutto andare a rifare il letto perchè come dice nel suo podcast “Ammetiamolo! Superati i trent’anni credo che tra le sensazioni più felici da provare dopo la pizza del venerdì sera e l’out of office c’è sicuramente quella di andare a dormire tra lenzuola pulite con un bel pigiama fresco di bucato…Continua a leggere

Mostra del Cinema di Venezia: la vera regina del red carpet è Paola Turani

Mostra del Cinema di Venezia 2020

Partita da due giorni la 77esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia tra misure anti-Covid, tantissimi film in gara e la consueta curiosità sui look delle celebrities impegnate a calcare il Red Carpet.
Ad aprire le danze sono stati gli ospiti della cerimonia d’apertura sui quali è stata attirata l’attenzione degli obiettivi di fotografi e delle televisioni di tutto il mondo.
Anna Foglietta, Cate Blanchett, Tilda Swinton hanno dimostrato ancora una volta la loro eleganza e il proprio stile, rispettivamente con gli abiti di Giorgio Armani Privè, Esteban Cortazar e Chanel.
Ma la vera regina indiscussa di questo Red Carpet è stata senz’altro Paola Turani, modella e influencer amatissima sul web e non solo.
Il suo look è stato sapientemente curato da Gilda Koral Flora, che ha saputo esaltare come non mai la bellezza della Turani con un outfit minimal chic di grande raffinatezza grazie all’abito di Naeem Khan e ad un’acconciatura che ha conquistato tutte le sue follower, che hanno potuto rivederla con i capelli lunghi come prima del taglio a cui ormai ci siamo abituati in questi mesi.
Per il trucco Paola si è affidata ancora una volta alla maestria di Mr Daniel, mentre per i capelli a realizzare un Hairlook mozzafiato ci ha pensato Nico Vinci.
Gli accessori che hanno reso ancora più scintillante il look sono di Renè Caovilla per lo splendido sandalo gioiello e Messika per i gioielli. Continua a leggere

Nicole Cavallo: un talento italiano alla conquista del mondo

Un anno fa incontravo Nicole Cavallo nell’atelier di Nicole Milano e da poco aveva iniziato a seguire la parte social del brand. Oggi la ritrovo nello stesso luogo ma davanti a me ho la Creative Director di Nicole Fashion Group. A ventitré anni la determinazione, la tenacia e l’energia di questa ragazza, che sin dalla culla ha respirato il mondo della moda sposa in casa, grazie alla nonna capostipite di un impero, alla madre Alessandra Rinaudo, stilista di enorme successo e al padre Carlo Cavallo, uomo di marketing che in Italia conosce il mondo sposa come nessun altro, si toccano letteralmente con mano. Basta guardarla negli occhi infatti per capirne l’animo, di chi sa sognare grandi cose ma che allo stesso tempo ha i piedi ben ancorati a terra. Il segreto sicuramente sta negli insegnamenti, sia umani che professionali, di una famiglia sempre presente, anche se a volte si è a km di distanza. Oggi che lei è a capo di Nicole e la madre è Direttore Creativo di Pronovias, sono loro due le donne del wedding, diverse per età e stile, ma non per tenacia e cuore. Ad un mese di distanza dal grande e attesissimo fashion show (che quest’anno riserva enormi sorprese già a partire dalla location) ho scoperto cosa ci regalerà Nicole per i prossimi mesi, comprese alcune novità che mi ha svelato in esclusiva (all’interno dell’articolo troverete anche in anteprima alcune immagini della collezione 2021. Una vera chicca per voi!). E il mio consiglio è di non perderla di vista! Sì perché se l’anno scorso avevo intitolato la mia intervista “E’ nata una stella” ora posso affermare che la stella sta brillando di una luce nuova.

Tutto pronto per il 22 marzo?
Ci stiamo lavorando con grande entusiasmo e impegno. Quest’anno la sfilata sarà a Milano. Dopo così tanti anni abbiamo deciso di cambiare location, perché Milano rappresenta al 100% il nostro brand e perché essendo la capitale della moda, incarna perfettamente l’anima di Nicole, soprattutto in questo momento. E’ un grande passo. Nella stessa location si vivrà appieno la nuova collezione Nicole, con la sfilata e a seguire la convention. Continua a leggere

L’albero di Natale? Ora c’è chi ve lo porta a casa (già pronto)

I più tradizionalisti aspetteranno il 7 dicembre ma c’è chi già è alle prese con l’albero di Natale. Complici infatti i negozi già addobbati e gli usi americani che vogliono invece l’allestimento intorno al giorno del Thanksgiving (che cadrà esattamente questo giovedì) c’è chi ha già preparato l’albero o lo farà proprio questo week end. C’è poi chi ha già il soggiorno di casa illuminato dalle luci calde e suggestive di un albero di Natale, ma senza averlo fatto. Com’è possibile? Perché oggi c’è un nuovissimo servizio che certo incontrerà il favore di moltissimi tra uomini d’affari, persone che amano le comodità e… qualcuno un po’ più pigro.
Infatti è possibile ora farsi consegnare direttamente a casa l’albero di Natale già prono. Basterà scegliere il tipo di abete, le decorazioni, le luci, farselo portare e posizionare nella stanza che più vi piace. A gennaio poi nessuna interminabile giornata dove richiudere il tutto negli scatoloni da portare in cantina, ma basterà richiamare e qualcuno verrà a riprendersi il meraviglioso albero.
A fare tutto questo è Marco Gaggio, che proviene da una famiglia che da ben tre generazioni si occupa di decorazioni, proprietaria dell’Emporio di Turate, lo spazio delle meraviglie in fatto di addobbi.
A lui il merito di questa idea moderna e sicuramente comoda, che ha già conquistato moltissimi tra cui alcuni influencer seguitissimi, che in questi giorni hanno postato le foto e le stories di questo servizio. Tra questi Paolo Stella e Giulia Gaudino. Ma come funziona? Ecco qui qualche info in più. Continua a leggere

Il talento di Anna Elardo dà vita al sogno di Otra Vez: gli abiti delle meraviglie che tutte vogliono indossare

Ho scoperto per la prima volta i suoi abiti su Instagram: è bastato lo scatto di un’influencer con indosso un suo vestito per farmi innamorare di quel volo di farfalle e di quell’effetto così impalpabile ed etereo. E’ questo infatti a mio parere l’elemento più caratterizzante di Otra vez Collection, un brand di abbigliamento nato dal talento e dall’immaginazione di una ragazza che conquista, proprio come i suoi abiti.
Anna Elardo aveva un sogno e per realizzarlo si è guardata dentro, ha scommesso su quel sogno, insieme a Matteo, il suo fidanzato, ora anche suo braccio destro in un’avventura che parte dalla moda per arrivare a molto altro. Sì perché Otra vez non è un semplice brand di moda, ma è uno stile di vita, un modo di vivere, un vero e proprio life style come si usa dire oggi (per questo vi consiglio di seguirla assolutamente su Instagram). E’ partito dagli abiti, ma poi a prendere il sopravvento è stata la personalità di Anna, travolgente, carismatica e ipnotica, la sua voglia di fare, di mostrare il mondo e di raccontarlo attraverso i suoi occhi e i suoi viaggi, da cui ogni volta trae energia e ispirazione. E’ una ragazza da tenere d’occhio perché ne sentiremo parlare molto, tanta è la sua voglia di fare, la sua immaginazione e la sua creatività. Dopo i vestiti, le gonne e i top di piume capaci di far sognare ogni donna, ora Anna ha creato completi per fare yoga, costumi da bagno, borse, cover e tanto altro. Perché come mi ha detto lei: “Acquistare “Otra vez” significa entrare a far parte del mondo che abbiamo creato per condividere la nostra passione.
E di passione questa giovane donna ne ha tantissima. Continua a leggere

Penelope: il segreto del successo di un ristorante dove tutti vogliono cenare e sognare


Non c’è città italiana dove ci sia più fermento in fatto di nuove aperture e inaugurazioni di Milano, eppure da mesi è uno il ristorante di cui tutti parlano e dove è impossibile dire di non essere stati. Stiamo parlando naturalmente di Penelope a casa, il ristorante più fotografo e instagrammato degli ultimi anni. Sì perché basta scorrere la bacheca di qualsiasi influencer o personaggio del mondo del spettacolo per vedere qualche scatto nella meravigliosa location tra luci soffuse e splendidi arredi, o dell’ormai celebre spumante con zucchero filato. Negli ultimi mesi è qui infatti che si sono tenuti gli eventi più belli, dai compleanni (come quello di Beatrice Valli) alle proposte di fidanzamento, da presentazioni uniche come quella di Atelier Emè alle cene più romantiche.
Ma dietro al successo di questo ristorante, ultimo nato dopo Penelope a mare, e Penelope a casa (in quel di Sambuceto) c’è una donna speciale, una di quelle che hanno un sogno e che fanno di tutto per realizzarlo, con una luce diversa negli occhi e una motivazione che fa raggiungere i successi più belli.

Dietro a Penelope c’è infatti Francesca Caldarelli, una moderna Penelope, innamorata del suo uomo, della sua famiglia, e di quel sogno, tanto da conquistare il cuore degli abruzzesi prima, e dei milanesi poi, con quel mix di magia, allure e carattere che è il suo segreto più grande. Badate bene però a differenza della Penelope di Omero, lei il mondo l’ha girato affianco al suo Ulisse, e con lui ha condiviso quella curiosità e quella sete di sapere e di esperienze, che le hanno fatto oltrepassare le Colonne d’Ercole in cerca di sé e di quel sogno che ora è il sogno di tutti coloro che varcano la soglia del suo ristorante.

Perfezionista, inarrestabile e alla continua ricerca di qualcosa di nuovo per stupire gli altri, ma soprattutto se stessa, Francesca Caldarelli ogni giorno lavora per tessere una tela che emoziona e che incanta. Invece di disfarla, ogni notte ne cuce un pezzo nuovo, frutto di una mente instancabile che non si sente mai sazia, ma alla costante ricerca di qualcosa di nuovo.
Scopriamo insieme qualcosa di più su questa donna delle ristorazione italiana, cittadina del mondo e padrona di casa da Penelope, regina dei social, con un locale che è il trend più ricercato, ma che ama le cose genuine, autentiche e vere come i suoi piatti e come il suo sorriso. Continua a leggere