Matrimonio all’italiana e dal gusto retrò per la coppia Clooney-Alamuddin

Si è appena finito di parlare del matrimonio ad Alghero di Elisabetta Canalis, che già tutta la stampa non pensa ad altro che alle nozze di un altro vip che, caso vuole, con l’ex velina di Striscia la notizia in passato aveva avuto a che fare. Mancano infatti solo tre giorni alle nozze in laguna di George Clooney con Amal Alamuddin e non si parla d’altro: la corsa allo scoop è all’ordine del giorno. Tanto si è detto e tanto, tantissimo c’è ancora da dire per via del riserbo assoluto sull’evento. Anche se qualche notizia a spizzichi e bocconi sembra essere riuscita ad uscire.
Finora si era saputo che a pagare le spese per le sontuose nozze tra George Clooney e Amal Alamuddin sarebbero i genitori di lei, secondo l’usanza libanese, oltre a qualche notizia in merito all’abito della sposa firmato Alexander McQueen, come quello di Kate Middleton. Per la location invece c’è certezza assoluta con il ricevimento per circa 60 invitati all’Hotel Cipriani, seguito da un banchetto nuziale il giorno dopo all’Aman Canal Grande Hotel.
Cos’altro dire in più? Giusto qualche voce di corridoio, nulla di più.

All’Hotel Cipriani, dove il menù servito dovrebbe essere esclusivamente ispirato alla tradizione gastronomica italiana, pare sia previsto anche un dopo cena ricco di sorprese, coronato dal taglio della wedding cake, realizzata da un noto nome italiano che ha preparato le torte nuziali di alcuni dei matrimoni vip più chiacchierati degli ultimi anni.
Per il catering invece si sono fatti tanti nomi, anche se il più insistente negli ultimi giorni sembra essere quello di Salza Catering, sinonimo di eccellenza in fatto di banqueting per le sue proposte esclusive e capaci di soddisfare i clienti più esigenti. Dagli uffici pisani fanno sapere di essere stati interpellati nei mesi scorsi, senza dirci nulla di più. Non una certezza.
Ma che tipo di matrimonio sarà? Moderno, all’antica, cosmopolita?
Sembra che gli sposi abbiano scelto di rimanere fedeli allo stile del palazzo veneziano prediligendo allestimenti di ispirazione decò. Si fanno i nomi di tanti grandi professionisti del settore in merito ma sembra che la scelta sia ricaduta su Munaretto per gli addobbi floreali e su Lanza e Baucina, la famosa agenzia londinese, per l’organizzazione dell’evento.
Niente di più per il momento, visti i no comment che non si sprecano da parte di tutti gli interessati.

Sarà un matrimonio di certo blindato, con una sicurezza estrema, tanto che si dice che nessuno degli operatori quel giorno potrà avere con sé lo smartphone.
Non ci resta che aspettare per scoprire di più su quello che senza dubbio sarà un matrimonio meraviglioso, caratterizzato dall’imprinting italiano, visto il coinvolgimento di grandi nomi del settore del Bel Paese. Una bella soddisfazione per i tanti e bravi professionisti italiani, a cui aspettano, ne sono certa, giornate di fuoco perché tutto sia perfetto e in linea col volere degli sposi.
Il mio pensiero va a tutti loro, a cui rivolgo i miei complimenti per il lavoro svolto sino ad ora e quello che andranno a fare.
Agli sposi invece i migliori auguri … in attesa di nuove notizie!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *