Fine estate in Sardegna? La Costa Smeralda vi farà innamorare

L’estate sta finendo, anzi ormai è agli sgoccioli, e l’autunno è alle porte. Ma c’è una destinazione che in questo particolare periodo dell’anno ci può regalare grandissime emozioni. E’ la Sardegna.
Splendide giornate di sole, mare cristallino, una vegetazione rigogliosa e, diciamocelo, la calma di poter godere delle sue attrattive senza la calca di agosto.
Sì questo, insieme alla primavera, è uno dei momenti più belli. Basta prendere un aereo ed atterrare all’aeroporto di Olbia. A pochi km da lì c’è un paradiso che vi attende: la Costa Smeralda. Continua a leggere

Bellezza: col ritorno in città via alle cure post vacanza per i capelli

Settembre è arrivato, le vacanze per molti sono già un lontano ricordo, e prima di farsi prendere dal turbinio di impegni quotidiani è bene dedicare del tempo a noi stessi, prendendoci cura della nostra bellezza, in vista dell’autunno. E’ il momento perfetto quindi per trattamenti specifici per il corpo, ma anche e soprattutto per i nostri capelli.
Sì perchè il sole, la salsedine, il vento, possono aver messo a dura prova i nostri capelli e ora è tempo di dedicargli cure specifiche in vista dell’anno che verrà.
Ma quali sono i consigli da seguire? Come sempre è indispensabile farsi seguire da persone competenti, che abbiano a cuore prima di tutto la salute del capello.
A Milano in Via Marghera 35 da Papalù, Sabrina Palumbo, è un’esperta proprio nel curare il capello in tutti i suoi aspetti. Continua a leggere

Estate 2022: le 10 destinazioni (+1) più belle in Sardegna

C’è un’isola dove l’estate è meraviglia, emozioni, scoperta, esperienza. La Sardegna è sempre una buona idea per vivere una vacanza indimenticabile.
Merito delle sue spiagge bianche, del mare cristallino, della natura selvaggia, ma anche di strutture incredibili, di un popolo da scoprire per tradizioni e storia e di gente che con amore passione porta avanti un sogno da vivere, respirare e ricordare.
Ecco qui le 10 destinazioni da non perdere sull’isola per l’estate 2022.

Su Gologone

Non è Sardegna senza qualche notte a Su Gologone, uno dei luoghi più belli d’Italia e non solo. Il merito è dell’atmosfera suggestiva che vi si respira, della natura unica della Barbagia che regala scorci mozzafiato, ma soprattutto della sua padrona di casa, Giovanna Palimodde, che ha fatto di questo luogo un tesoro da scoprire, da respirare e da portare per sempre con sè.
Il Su Gologone, experience hotel-icona nel cuore del Supramonte, regala infatti emozioni uniche.
Tra le novità di questa stagione, SOS NIDOS, una nuova area pensata per il pieno relax degli ospiti. Ispirato a un vero nido, SOS NIDOS è uno spazio accogliente, dove poter leggere un libro o guardare il panorama mozzafiato della Barbagia.
Non perdete però la cena al Nido del Pane, una sosta sulla Terrazza dei Sogni, un aperitivo al Bar Tablao…
E poi la chicca sono senz’altro loro, le Botteghe di Su Gologone, che rappresentano tutta la sensibilità e la bellezza di Giovanna Palimodde e delle donne sarde che ne portano avanti il pensiero, confezionando vere e proprie opere d’arte e conservando tutta la magia delle tradizioni artigianali dell’isola. Continua a leggere

I luoghi del cuore: l’Osteria della Briga a Finale Ligure

A 3km dal mare, là dove l’entroterra si fa verde regalando scorci ombreggiati dalle piante secolari e dove c’è una Liguria che non tutti conoscono, nota a pochi col nome di Manie, c’è un luogo romantico e pieno di fascino. L’Osteria La Briga è qui che dal 2016 Jacopo e Alice portano avanti un’idea di ristorazione genuina, piacevole, autentica, quella che fa stare bene sia la pancia che il cuore.

Continua a leggere

Forte Village: restyling per l’Acquaforte Thalasso Spa, un’eccellenza che nasce dal mare

C’è una Spa in Sardegna che è una vera e propria unicità.
Sto parlando dell‘Acquaforte Thalasso and Spa, all’interno del resort delle meraviglie, il Forte Village.
Era il 1984 quando Lord Charles Forte, allora proprietario del Forte Village, chiese al Dr. Angelo Cerina di pensare ad un progetto SPA che potesse diventare uno dei punti di forza del resort. All’epoca Cerina era inserito nel mondo del calcio dove uno dei trattamenti riabilitativi più utilizzati era la psammoterapia, di cui la talasso rappresenta un ramo delle attività curative che sfruttano i prodotti del mare a scopi preventivi e curativi. Iniziò così la sua ricerca, che non poteva non tener conto di un elemento fondamentale in quella zona: le acque del Mar di Sardegna e in particolare del Golfo di Santa Margherita di Pula. Si ispirò allora al procedimento delle Saline Conti Vecchi in provincia di Cagliari, mettendo a punto il brevetto che oggi rende unico il percorso dell’Acquaforte a livello internazionale.

Ma cosa rende unica la talasso dell’Acquaforte?
Il microclima del Forte
Tipico dell’area dove si trova il Forte Village è un microclima unico che porta ad avere una temperatura media di 3-4°C superiore rispetto alla città di Cagliari e alle zone circostanti. Qui il rapporto mare / clima permette di valorizzare al massimo i benefici curativi.

Negli anni sono venuti da tutto il mondo per provare gli effetti della Thalasso spa e la fama del Forte Village ha superato ogni confine geografico. Grazie all’intuizione di allora ma anche grazie alla capacità di rinnovare costantemente l’offerta di trattamenti e soluzioni dell’ Aquaforte.

Quest’anno ad accogliere gli ospiti del Forte ci sarà una Spa con una nuova veste, pur mantenendo intatte tutte quelle peculiarità che la rendono unica. Continua a leggere

Estate 2022: gli abiti da mettere in valigia per un look pazzesco

Tempo di vacanze. Tempo di valigia. Ma cosa portare con sé?
Iniziamo dagli abiti perchè quest’anno saranno i grandi protagonisti della moda estate. Come? Lunghi, corti, chemisier, in seta, in lino, tinta unita, fantasia, retrò, comodi, femminili, per ogni occasione.
Ecco qui la mia selezione degli abiti assolutamente da scegliere, per tutti i gusti, fisicità e occasioni d’uso, per queste vacanze.

Continua a leggere

Itinero, il ristorante itinerante che trasforma la cena in Sardegna in un’esperienza indimenticabile

Itinero è un ristorante itinerante senza pareti. Un ristorante che viene allestito la mattina per poi svanire la sera.
Nato nel 2020, a seguito della pandemia, rappresenta un’alternativa radicale alle convenzionali cene in ristorante.
Quaranta persone si riuniscono allo stesso tavolo alla scoperta di aziende e prodotti locali. Il tutto in quella cornice unica e suggestiva che è la Sardegna.
Ogni evento è unico e sempre nuovo, la tavola prende forma in luoghi di volta in volta diversi.
Itinero porta così i commensali direttamente alla fonte di produzione del cibo. E’ un percorso alla scoperta della Sardegna, una valorizzazione del lavoro manuale dei piccoli produttori e delle aziende del territorio sardo. Ogni tavolo racconta la storia di un’azienda.
Un gruppo di persone si riunisce in un momento unico per condividere ciò che da sempre riunisce tutte le persone del mondo: il cibo. Quella che nella maggior parte dei casi è una semplice cena, grazie a Itinero diventa un’esperienza dedicata a commensali curiosi e con uno spirito avventuroso. Qui si respira davvero il concetto di convivialità.

Cuochi, vignaioli, pescatori, agricoltori, piccoli produttori sono gli attori di una cena messa in scena una e una sola volta. A completare il quadro scorci mozzafiato in un territorio tutto da scoprire.
La prima tappa del 18 Giugno è andata sold out ed è stata ospitata dalla Cantina Su’entu con un menù studiato dallo chef Davide Atzeni, cuoco del ristorante di Sanluri, Coxinendi, una perla della ristorazione sarda.

Continua a leggere

Villa Passalacqua: a Moltrasio un gioiello ritrovato pronto a farvi innamorare

Ci sono voluti mesi e mesi di lavoro e alla fine ogni spazio è stato meticolosamente restaurato e recuperato, tanto da riportare alla luce un vero e proprio gioiello ritrovato.
Siamo sul Lago di Como e qui Paolo, Antonella e Valentina De Santis, proprietari del Grand Hotel Tremezzo, un’eccellenza unica in fatto di ospitalità italiana, hanno dato vita ad un sogno ad occhi aperti, iniziato il giorno in cui hanno visto per la prima volta quella villa, ormai in disuso.
Ricordo ancora la prima volta che Valentina De Santis me ne ha parlato. Gli occhi le brillavano e l’entusiasmo incontenibile le si leggeva dal sorriso di chi non vede l’ora di condividere la propria gioia. Un’emozione tangibile che mi ha travolta, facendomi contare i giorni che separavano quel momento dall’apertura di Villa Passalacqua. Lo sguardo di chi sa sognare (e soprattutto lo sa fare ancora dopo tanti successi e tanti traguardi) è qualcosa che tocca l’animo. Ed è ciò che sicuramente toccheranno con mano i primi ospiti.
Continua a leggere