Si fa presto a scattare, ma a emozionare… Intervista a Michele Dell’Utri, il fotografo dei sentimenti

Si fa presto a dire fotografo di matrimoni. Una volta questo settore della fotografia era considerato come una seconda scelta, un mestiere di serie b, lontano da quello più serio e professionale del fotografo di reportage, di ritratti, di paesaggi. Ma col passare del tempo tutto cambia e così anche il matrimonio. Ecco allora che gli scatti del giorno più bello diventano qualcosa di diverso da quelle foto in posa con i parenti degli anni ’80, ma finalmente l’espressione più intima e commovente delle emozioni di quell’evento unico e speciale.
Un compito difficile, di grande responsabilità, perché come si sa con il matrimonio e così anche con le sue fotografie deve essere tutto “buona la prima” (o almeno si spera) ed ecco che agli inizi del 2000 nascono fotografi specializzati nelle emozioni, negli eventi più belli della vita di una persona, capaci di catturare quei sorrisi, quelle lacrime e quei gesti densi di significato e di sentimento.
Il valore del reportage, che fino ad allora era stato ad appannaggio degli eventi di cronaca o di costume, bussa alla porta del wedding e il matrimonio diventa un fatto da raccontare come un attento narratore, discreto nel non interferire con la realtà, ma dall’animo sensibile ed empatico, di chi conosce lo sfaccettato mondo dell’animo umano e lo cattura con l’obiettivo intelligente e aperto all’altro.

Ecco allora che in Italia, come nel resto del mondo, nascono grandi professionisti e uno fra tutti è senz’altro Michele Dell’Utri, siciliano doc ma ormai trapiantato a Milano, dove vive con la sua splendida famiglia, che con lui condivide non solo la vita, ma anche il lavoro. Nel suo dna scorre proprio quella fotografia di reportage che lo ha portato a scattare scorci di Italia, impressioni di uomini e donne nella loro quotidiana affermazione del proprio essere, fino ad arrivare alla fotografia di matrimoni. Nel suo portfolio vanta le nozze di migliaia di coppie da ogni parte del mondo, dall’imprenditore all’attore, dall’impiegato al manager, vantando un piccolo mondo che si dice sì, sempre con sentimento, genuinità e soprattutto verità.
Con una squadra di fotografi che lo segue ogni giorno (la Dell’utri Studio) per eventi, da quelli più mondani a quelli privati, ha all’interno del suo staff anche un elemento molto speciale, la moglie Loredana, sua metà amatissima e instancabile compagna di lavoro, nonché spesso grande amica di ogni sposa. Inoltre padre di tre figli ha tramandato ad essi l’amore per la macchina fotografica, tanto da avere anche al suo fianco il figlio Giuliano, promettente e talentuoso giovane fotografo.
Ma cosa significa essere oggi nel 2019 un fotografo di matrimoni? Quali sfide e quali caratteristiche sono necessarie? L’ho chiesto proprio a lui perché dietro ad una macchina fotografica c’è un mondo tutto da scoprire. Continua a leggere

A Milano il matrimonio fa tendenza con l’evento The Love Affair

C’è un appuntamento ogni anno che addetti del settore, giornalisti, blogger, trend setter, influencer e giovani coppie non vedono l’ora di scoprire. Sto parlando di The Love Affair, la due giorni ideata da Cristina Di Giovanna e Sofia Barozzi e organizzato dai team di Le Jour du Oui e Il Profumo dei Fiori, che racconta e mette in scena il meglio delle tendenze in fatto di wedding, ma non solo. Sì perché a differenza di qualsiasi altra manifestazione del settore questa è pura ispirazione, ricerca, selezione del meglio in fatto di estro e creatività con uno sguardo attento a tutto il mondo del lifestyle.
Dimenticate le classiche fiere per gli sposi, questo appuntamento è diverso da ogni altro in Italia proprio per la sua voglia di raccontare una storia, quella dei talenti del settore eventi che si mettono in gioco sorprendendo per la loro originalità, artigianalità e fantasia.
Varcare la soglia di The Love Affair è infatti come catapultarsi in un mondo dove ogni oggetto ha un che di unico, realizzato con cura, con una ricerca qualitativa di materiali e di idee fuori dal comune.
E allora lasciatevi sorprendere dai talenti, dalle installazioni visionarie e dagli allestimenti di chi fa sì wedding ma con gli occhi puntati alle stelle. Il tema di quest’anno poi, Back to the origins, vi lascerà a bocca aperta.

Quest’anno poi basta scorrere velocemente l’elenco degli espositori per restare estasiati da così tanta bellezza. Qualche nome? Dagli abiti da sogno di Elisabetta Delogu, Melania Fumiko e Atelier Emé, agli accessori di Anniel, My Boutonnière e Les Couronnes de Victoire, dalle creazioni dolci di Mami Louise Milano alle composizioni floreali di Oui Fleurs, fino agli scatti di Michele Dell’Utri e alle atmosfere di Petali e Bonbons. Sono solo alcuni dei nomi delle tantissime eccellenze presenti. Non vi resta che visitare la Fabbrica Orobia sabato e domenica, e se avete tempo non perdete gli workshop dedicati alla tavola e alla decorazione con Elisa Motterle e Morena Massera.
Per saperne di più ecco una breve chiacchierata con Cristina Di Giovanna. Continua a leggere

Nicole Milano e Pronovias per le donne: per tutto il mese ecco gli abiti che sostengono la LILT MILANO


Ha torto chi pensa che la moda sia fatta di abiti e nient’altro. Essa infatti è l’espressione di donne e uomini, della loro creatività, del loro visionario concetto dell’abito all’interno di una società che muta e che si trasforma. Poi c’è la moda bella, quella che non si accontenta, ma vuole fare di più, quella che genera cambiamento, quella che sensibilizza, che si fa portavoce di campagne e ideali, quella che dà un aiuto concreto agli altri. E da azioni come queste nascono meravigliose iniziative, frutto della sensibilità di chi non disegna solo abiti ma anche valori.
E’ il caso di due brand di moda, come Nicole Milano e Pronovias, che per tutto il mese di ottobre sono scese in campo per le donne e per una causa importante, quella della lotta per sconfiggere le forme di cancro femminile. Continua a leggere

La moda a noleggio fa tendenza, anche in fatto di abiti da sposa

L’America si sa fa tendenza ed è quindi normale che dopo aver conquistato le donne d’Oltre Oceano anche quelle italiane si siano innamorate del dress sharing. Si avete capito bene: dopo le auto ora sono gli abiti a poter essere noleggiati. In Italia tra le prime a crederci, con grande entusiasmo e intuito, sono state Caterina Maestro ed Elena Battaglia, che nel 2014 hanno fondato DressYouCan. Di strada in questi anni ne hanno fatta molta, e soprattutto la lista di abiti noleggiati è stata lunghissima, e così ora si può affermare con certezza che il trend è proprio quello di noleggiare la moda, sia essa un abito da sera, da cocktail o addirittura un abito da sposa.

La conferma è arrivata poche settimane fa sul red carpet della Mostra del Cinema di Venezia, dove la bellissima modella Michelle Sampaio ha sfilato con un abito del portale di moda a noleggio. Una rivoluzione insomma (Che sia una vera e propria tendenza lo si capisce anche dal fatto che un brand come Twinset ha ideato una intera collezione a noleggio, Pleasedontbuy, per le occasioni importanti, presentata anch’essa in anteprima in Laguna con la modella e influencer Paola Turani in uno splendido abito di tulle celeste).

Ora che la conferma è arrivata DressYouCan non si ferma, ma anzi guarda avanti con nuovi progetti e sfide, prima fra tutte la presentazione di DressYouCan Bridal di domani a Milano nello showroom di via Gian Giacomo Mora 1, angolo corso di Porta Ticinese.
Sarà presentato, in esclusiva per la stampa, l’innovativo servizio che porta in Italia la tendenza wedding che sta già spopolando nel mondo: quella del noleggio di abiti da sposa di lusso.
Inoltre, grazie a DressYouCan Bridal le future spose potranno trovare per la prima volta in un unico spazio un vero e proprio “wedding team”, con tutti i professionisti del settore necessari per organizzare un matrimonio da favola.

Un mondo tutto da scoprire e che sono certa vi conquisterà. Che vi dobbiate sposare e non. Perché diciamocelo noi donne non abbiamo mai bisogno di una scusa per indossare un abito favoloso.

Continua a leggere

Martha’s Cottage, l’e-commerce del wedding e non solo più grande d’Europa, va a nozze con Zankyou

Quando è nato, nel 2014, ha da subito catturato la mia attenzione. E a distanza di anni posso dire che avevo ragione a farmi incuriosire. Sì perché cinque anni fa sono stati i primi a capire dove i millennial avrebbero guardato anche in fatto di matrimoni o comunque di eventi in generale. Ovvero sul web. E così Martha’s Cottage è diventato via via sempre più grande, sempre più seguito e amato, tanto da diventare quello che è oggi. Lanterne cinesi, statuine degli sposi per la torta nuziale, confetti. Sì ma anche palloncini personalizzati, bolle di sapone, tableau de mariage e wedding camera. Sono solo alcuni dei gadget in vendita sul sito di Martha’s Cottage, il più grande e-commerce dedicato ai matrimoni in Europa fondato a Siracusa da Salvatore Cobuzio, Simona Canto, Laura Bevelacqua e Tiziana Mendolia, che con un catalogo di 6000 prodotti ha contribuito nel 2018 alla realizzazione di oltre 20mila matrimoni. Il merito per l’appunto è stato quello di aver intercettato il cambiamento di un business da tradizionale a digitale, cogliendo la grande opportunità che si è presentata quando le millennial hanno iniziato a usare il web per organizzare il proprio matrimonio.

Tuttavia questo portale non pensa solo al giorno del sì, ma a qualsiasi piccolo o grande evento si voglia festeggiare. Si può dire infatti che navigando per il portale è possibile trovare un buon motivo per far festa quasi ogni giorno. Sì perché dal compleanno all’addio al nubilato, dalla festa di nascita ad Halloween non manca proprio nulla per lasciarsi ispirare e conquistare.

Ora però a distanza di cinque anni dalla sua nascita l’ecommerce italiano va a nozze con Zankyou, grande piattaforma per il wedding,stringendo una partnership che porta lo shop online di accessori e oggettistica per il matrimonio di Martha’s Cottage sul portale Zankyou in undici Paesi d’Europa: Francia, Spagna, Italia, Germania, Austria, Regno Unito, Polonia, Irlanda, Portogallo, Olanda e Belgio.
L’unione delle due piattaforme crea di fatto un grande polo specializzato del matrimonio in Europa, che unisce la vendita dei prodotti per la festa di nozze a servizi e contenuti vari per i futuri sposi e i loro invitati.

Da oggi gli sposi di tutta Europa potranno infatti, in un unico ambiente, realizzare il sito del proprio matrimonio, selezionare la location e i fornitori, conoscere le nuove tendenze e farsi ispirare dai professionisti e influencer del wedding, creare una lista nozze e, a seguito dell’integrazione nel portale Zankyou dell’e-commerce di Martha’s Cottage, scegliere e acquistare gli accessori e l’oggettistica per il matrimonio tra i 6.000 prodotti in catalogo.

Ma per saperne di più ecco a voi l‘intervista a Salvatore Cobuzio, fondatore di Martha’s Cottage. Nel frattempo io vado a sbirciare la sezione dedicata ad Halloween perché manca un mese ed è meglio portarsi avanti. Continua a leggere

In passerella a Pavia la sfilata-evento di Atelier 14 con le spose 2020


Un evento pieno di classe e raffinatezza, proprio come la sua padrona di casa, Valentina Cinquemani, anima e mente di Atelier 14, un vero e proprio punto di riferimento per il mondo del wedding.

Nel cuore di Pavia infatti Valentina è diventata portavoce di uno stile e di una ricerca di alta artigianalità che wedding planner e spose vengono da ogni parte d’Italia per scoprire e trovare.

Pochi giorni fa è andata in scena una magnifica sfilata dove in passerella si sono viste le nuove collezioni 2020 nell’incredibile cornice del grande salone dell’Arnaboldi Palace che ha accolto gli ospiti nel lussuoso hotel. Non una semplice sfilata però, ma una vera e propria fashion experience, alla scoperta delle nuove collezioni 2020 bridal.

L’evento è stato però anche l’occasione per svelare ai tanti ospiti presenti le grandi potenzialità che la città di Pavia possiede per organizzare un matrimonio.
Media partner dello speciale evento White Sposa, rivista cult del settore per eleganza e ricerca stilistica.

Ad aprire lo show-event Enzo Miccio, wedding planner sì ma anche stilista, conduttore televisivo ed esperto di moda.
Conosco Valentina da anni, la nostra collaborazione lavorativa negli anni si è trasformata in vera e propria amicizia. Apprezzo da sempre la sua eleganza e la sua capacità di consigliare le spose nel loro giorno più importante. È quindi per me un vero privilegio essere stato presente al suo evento e aver mostrato agli ospiti presenti Quintessentially, la mia ultima bridal collection” ha detto Enzo Miccio. Continua a leggere

Milano Fashion Week: 10 cose da segnalarvi

E anche questa Milano Fashion Week è terminata, portando con sé una serie infinita di feste, presentazioni, sfilate, look da copiare e da evitare e immagini che ricorderemo per molto tempo, come la passerella di Jennifer Lopez per Versace, che ha testimoniato quanto a 50 anni una donna possa essere ancora più bella che a 20.
C’è stato tanto, tantissimo da vedere, fotografare e raccontare ma ecco qui per voi un piccolo bigino di ciò che mi sento di segnalarvi tra novità, trend, iniziative da leggere, seguire e amare. Ecco 10 cose che dovete assolutamente sapere di questa fashion week per la prossima primavera estate 2020 e non solo.

Antonio Riva e la collezione Park Avenue

Lo stilista Antonio Riva ha presentato in occasione della Milano Fashion Week la sua nuova collezione Park Avenue. Abiti all’insegna del colore, primi fra tutti i gialli e i verdi, dell’eleganza e della leggerezza. Modelli senza tempo, portabili e raffinati per una donna che vuole stupire con la propria classe e una luce speciale, regalata dalle stoffe impalpabili, dalle linee e dai volant sapientemente dosati. Tanti gli ospiti al party di presentazione all’interno dell’atelier di Corso Venezia. Special guest una bellissima Margareth Made.

TWINSET presenta ufficialmente l’innovativa collezione Pleasedontbuy


Il 19 settembre a Milano nella boutique di Corso Vittorio Emanuele è stata presentata la prima collezione PLEASEDONTBUY signed by TWINSET; collezione tutta Made in Italy pensata per occasioni ed eventi speciali disponibile solo per il noleggio. Già in occasione della Mostra del Cinema di Venezia avevamo potuto osservare un assaggio della collezione, con una splendida Paola Turani sul red carpet con uno degli abiti più affascinanti, strati di tulle e uno splendido color azzurro degradè.
Twinset è il primo brand a sviluppare un business legato al rental nel mondo del fashion, partendo dalla produzione (100% Made in Italy) per arrivare al consumatore finale. Contrariamente alle piattaforme web già esistenti che presentano un’offerta multibrand. La collezione è composta da abiti da sera e da cerimonia che è possibile noleggiare in alcuni store Twinset d’Italia a un costo inferiore ai 100 euro per 4 giorni.

Cappelli a tesa larga e maniche a palloncino per la donna di Luisa Spagnoli


E’ una moda bella, elegante, che fa sentire bene chi la indossa quella proposta da Luisa Spagnoli per la nuova collezione Spring Summer 2020. In passerella una donna che riscopre alcuni dei trend più raffinati del passato, come le maniche balloon, le fantasie a pois e gli chemisier che stanno bene a qualsiasi ora della giornata.

Sullo yacht di Elisabetta Franchi verso la donna del 2020


Una donna che sorprende. Sempre. Elisabetta FranchiElisabetta FranchiElisabetta Franchi, da poco raccontata in uno splendido docufilm dal titolo Essere Elisabetta, in occasione della Fashion Week ha fatto salpare i presenti a bordo di un lussuoso yatch alla scoperta di nuove mete. Look dallo stile nautical con i meravigliosi e iperfemminili blazer che rendono omaggio alle divise dei marinai Accessori immancabili i bracciali dorati e catene con charms ispirati al mondo nautico. In passerella anche la collezione La Mia Bambina, con deliziosi abiti abbinati mamma e figlia come il miniabito rosa con frange. Amore a prima vista!

Let’s Party con Atelier Emé

Una festa per celebrare la fashion week sì, ma anche uno speciale numero di Vanity Fair dedicato al brand, alle sue collezioni sposa, cerimonia e sera. Una rivista tutta da sfogliare, dove poter trovare consigli e idee su look, abiti, acconciature, make up, accessori e molto altro.

Durante la serata è stata presentata inoltre la nuova campagna di Atelier Emé che per collezione Bridal 2020 gioca sul filo di un’inedita e moderna sensualità.
Nel mezzo di un’incantata foresta pluviale nel cuore di Bali la sposa Atelier Emé mostra la sua assoluta adeguatezza ai tempi e alle tendenze del momento, il suo spirito anticonformista, il suo desiderio di distinguersi e di apparire unica ed inedita nel giorno più bello della propria vita.

Maria Vittoria Paolillo svela la sua seconda capsule collection

Non era in calendario tra gli eventi della Camera della Moda, ma l’arrivo della nuova collezione dell’influencer e imprenditrice Maria Vittoria Paolillo è stato accolto con grandissimo entusiasmo, riscuotendo in poche ore un successo sempre maggiore. Già per la prima collezione MVP Wardrobe in breve i capi più amati erano andati sold out e di certo per la collezione autunno/inverno sarà lo stesso. I pezzi must have? La camicia con maniche a palloncino semi-trasparenti e la minigonna in pailettes (da indossare con una camicia bianca anche di giorno o con un sandalo gioiello di sera).

Le dee del Paradiso di Elisabetta Delogu

In occasione della Milano Fashion Week la stilista Elisabetta Delogu ha inaugurato ufficialmente il suo nuovo spazio milanese, in via Giuseppe Compagnoni,8. Durante l’evento l’artista sarda ha presentato la sua nuova collezione 2020: un mondo onirico che sembra uscito dalle favole e dai romanzi di un altro tempo, con pizzi, tessuti pregiati, veli, perle e una ricerca sartoriale che fa di questi abiti vere e proprie opere d’arte.

Blumarine: una donna gentile e amante dei fiori

La nuova formula dell’eleganza è la gentilezza” ha detto Anna Molinari e la collezione Blumarine è così un inno alla gentilezza, nell’aspetto e nei modi (di cui c’è così tanto bisogno). E’ una moda leggera, fiorita, quella scesa in passerella. L’ispirazione è quella del mondo floreale: dai gelsomini in fiore, dal verde lime dei limoni, dal giallo della mimosa e delle margherite, al fucsia dei bouganville. La rosa, must senza tempo della maison diventa tridimensionale.

Positivity, la collezione di moda che è un inno alla vita

Ha fatto il suo esordio alla Fashion week il brand Positivity Couture e l’attenzione di molti è stata catturata dai capi, ma anche dal messaggio insito in questa realtà, nata dal sogno di Angela Pipola.
Positivity Couture è infatti la collezione di Angela, appassionata di moda, tanto da desiderare di farla, ma che ha dovuto lottare contro un male incurabile che l’ha strappata alla vita prematuramente. Angela ha lottato per sé, ma soprattutto ha portato avanti quel sogno, nonostante la malattia, e un messaggio positivo che oggi risuona nel cuore e nella mente di chi l’ha amata, conosciuta, ma anche di chi entra in contatto con la sua storia e ora con la sua collezione. Un monito prezioso, racchiuso da Angela nella frase che rappresenta l’essenza di Positivity Couture: “La vita è per il 10% quello che ti accade è il 90% come reagisci. Io reagisco!”
La collezione è composta da 34 capi: nella linea prét-à-porter 30 creazioni e 4 in quella couture.
Tutte sono pensate per vestire la donna che fa della semplicità e del coraggio i suoi valori di riferimento, e che dalla bellezza naturale trae la sua forza.
La natura è infatti la fonte d’ispirazione privilegiata: in particolare il mare, con il suo azzurro che regala armonia e culla la fantasia, e il sole con il suo giallo che diventa energia luminosa, preziosa come l’oro. Un meraviglioso inno alla vita! A sostenerla, sfilando per lei, l’influencer e imprenditrice Maria Vittoria Paolillo, che era entrata in contatto con Angela prima della malattia.

Nicole Spose: un open day che celebra la storia di una famiglia e lo stile italiano

Un sogno italiano è quello che il brand di abiti da sposa e da cerimonia Nicole Spose regala da anni alle donne di tutto il mondo. Un sogno che vive in tre generazioni di donne e che trova ogni giorno nuova luce (basta guardare la notizia di ieri di Alessandra Rinaudo diventata Direttore Creativo di Pronovias e Nicole Cavallo del brand Nicole).In occasione della Fashion Week nello showroom milanese si sono date appuntamento tutte e tre per salutare , conoscere personalmente le nuove spose (ma anche quelle che sono già salite all’altare con un loro abito) e mostrare la nuova collezione. Un sogno italiano senza tempo e che guarda al futuro!

Sardegna, Estate 2019: i 10 indirizzi per dormire e mangiare da non perdere

E’uno dei luoghi più belli al mondo grazie alla sua natura incontaminata, le acque cristalline e le spiagge di sabbia finissima, eppure la Sardegna pare che quest’anno per l’estate 2019 registrerà un calo di presenze. Una brutta notizia quella data qualche giorno fa da Federalberghi, che però tuttavia può sperare nelle prenotazioni last minute e negli indecisi dell’ultimo momento.
Se anche voi siete tra coloro che devono ancora scegliere la meta delle proprie vacanze o se volete qualche consiglio da annotare subito in agenda ecco qui 10 indirizzi da non perdere tra resort, hotel suggestivi, ristoranti e tanto altro. Il comune denominatore di questa top ten? L’unicità.

Il Cormoran di Villasimius: il paradiso delle famiglie e del gusto

Situato in una delle zone più belle della Sardegna, il Cormoran gode di una posizione meravigliosa, tra le spiagge del sud est della Sardegna, a Villasimius, dove il mare è di un azzurro cristallino e la sabbia finissima regala atmosfere magiche. Il Cormoran Hotel & Residence è un hotel 4 stelle, affacciato direttamente sul mare della Spiaggia di Campus, e immerso nella macchia mediterranea.
Oltre alla posizione e al panorama il Cormoran è una delle strutture più interessanti dell’isola per la sua assoluta attenzione al cliente, al suo modo squisitamente presente di seguire le famiglie in vacanza, con un servizio di miniclub tra i più interessanti (di cui i bambini restano letteralmente conquistati) e un ventaglio di proposte di attività ed esperienze indimenticabili.
Tra le sue camere, gli appartamenti, i bungalow e le ville sul mare vivrete una vacanza in famiglia di assoluto relax e divertimento. La ciliegina sulla torta? Una proposta di ristorazione tra le migliori dell’isola con le proposte dello chef Angelo Biscotti e le delizie del pastry chef Bruno D’Angelis. Imperdibile la cena di Ferragosto: un’esperienza di gusto che porterete con voi.

Forte Village Resort

Nel Sud della Sardegna c’è un luogo straordinario, il Paradiso delle vacanze all’insegna del divertimento, del relax e dell’intrattenimento. Una sorta di Disneyland per grandi (ma non solo), dove ogni desiderio può diventare realtà. Stiamo parlando naturalmente del Forte Village, una struttura unica nel suo genere, dove ogni vacanza viene cucita addosso all’ospite, con una sartorialità dell’ospitalità che spazia dal cibo allo sport, regalando esperienze indimenticabili. Sono tante le novità per l’Estate 2019: la realizzazione di una nuova suite presso l’hotel Dune, due nuove ville e l’arricchimento dell’Hotel Pineta con una incantevole laguna che circonda il ricevimento e la sala colazioni. Altra grande novità, la realizzazione di una spettacolare Infinity pool sulla terrazza Forte Bay con vista mozzafiato sul mare. New entry da non perdere lo chef Heinz Beck pronto a conquistare gli ospiti del resort e tanto, tanto altro.

Su Gologone Experience Hotel

Il Su Gologone Hotel è una meta diversa da ogni altra per spirito, bellezza ed essenza. Anima di questa meraviglia sarda è una donna, una di quelle speciali, i cui occhi pieni di passione riempiono il cuore.
Giovanna Palimodde, figlia d’arte e ogliastrina nel cuore, ha gli occhi del colore del mare sardo, lo sguardo delle donne forti e risolute di questa terra, e il sorriso generoso di chi sa darsi agli altri.
Il Su Gologone di Oliena è tante cose diverse: è un hotel di charme, un villaggio con all’interno decine di botteghe artigiane, un museo a cielo aperto che custodisce al suo interno opere d’arte che sono un vero e proprio vanto per il territorio e l’Italia intera e tanto tanto altro ancora.
Lasciatevi andare ad un’esperienza speciale, un modo totalizzante ed emozionante di vivere la Sardegna, quella autentica e piena di sorprese. Un consiglio? Toglietevi l’orologio, posate sul comodino il telefono e abbandonatevi all’esperienza Su Gologone. Ne resterete pervasi e conquistati.

Thelocal Porto Rotondo

Si tratta del nuovissimo albergo di design della catena thelocal Hotels che arriva in Italia e sceglie Porto Rotondo per la sua prima apertura. Boutique hotel di 22 camere vista mare e una piccola confortevole Spa con area fitness.
Il ristorante panoramico, aperto anche a ospiti esterni, si affaccia sul golfo di Porto Rotondo. L’orizzonte sempre diverso e la cucina creativa fatta con genuini ingredienti locali rendono ogni giorno al thelocal un’esperienza unica.

Hotel Romazzino

Si trova nell’amatissima Costa Smeralda ed è uno degli hotel più apprezzati di questa zona grazie alle sue atmosfere e alla sua posizione.L’Hotel Romazzino è infatti ubicato su una collina verdeggiante che si affaccia su una baia riparata con spiagge di sabbia. Giardini opulenti che profumano di fiori selvatici scendono fino alle coste incontaminate del Mediterraneo. Basta osservarne qualche fotografie per comprenderne il fascino e l’assoluto relax. Con il suo invitante mare cristallino, amato dagli appassionati di vela e tuffi, l’Hotel Romazzino è caratterizzato da giochi d’acqua continui e spiagge immacolate. L’ispirata cucina regionale del ristorante Romazzino e del ristorante Romazzino Barbecue accresce la fama internazionale dell’hotel. Potrete ammirare viste incontaminate sul Mar Mediterraneo o su giardini lussureggianti dalla terrazza o dal balcone privato di ciascuna delle 94 camere e suite, tutte ristrutturate con passione utilizzando piastrelle realizzate a mano e singolari mobili in legno, per preservare l’autentico fascino sardo.

Arbatax Park Resort & Spa

L’Arbatax Park Resort & Spa è unico nel suo genere grazie alla sua proposta perfettamente inserita all’interno del contesto paesaggistico e naturale oltre che alla sua valorizzazione del territorio, nonché delle tradizione dell’isola. Il resort si estende per circa 60 ettari sull’estremità della penisola di Capo Bellavista ad Arbatax, in uno scenario naturale di incomparabile bellezza, nelle vicinanze del Parco Marino di Capo Monte Santo in Sardegna. È il primo villaggio con un moderno concetto di benessere globale: è infatti l’unico Resort ad avere al Suo interno un grande Parco Naturalistico che ospita piante ed animali tipici della flora e della fauna sarda con un moderno Centro Benessere Thalasso & SPA di 2.000 mq dove l’acqua è l’elemento fondamentale per la salute ed il divertimento.

Faro Capospartivento

Il Faro Capo-Spartivento è oggi l’unico faro in Italia dedicato all’accoglienza, e unica è l’esperienza che potrete vivere tra le sue antiche mura: un nuovo concept di lusso, in cui esclusività e autenticità si incontrano.
La sua straordinaria proposta fa sì che ogni anno qui arrivino ospiti da ogni parte del mondo per vivere un’esperienza davvero indimenticabile. Senza porre alcun filtro tra voi e il Faro, il nostro personale saprà accompagnarvi con discrezione.
Non vi offriremo una vacanza ovattata, o una performance costruita ad arte. Protagonista indiscussa sul palcoscenico roccioso di Capo Spartivento è la natura, che saprà regalarvi monologhi di quiete e interpretazioni tempestose.
In cima al Faro che domina quest’angolo selvaggio, non vi attende una vacanza dal copione prestabilito, ma la vostra personale Lighthouse Experience in Sardegna.

Lío Costa Smeralda

Con l’apertura il 27 luglio dell’iconico ristorante cabaret Lío Costa Smeralda, Poltu Quatu, una delle località più esclusive della costa nord orientale della Sardegna, diventerà la nuova destinazione punta di diamante della Costa Smeralda, dove un piccolo angolo di paradiso immerso nella macchia mediterranea si affaccia sull’Arcipelago della Maddalena.
Lío Costa Smeralda, situato nei pressi del Grand Hotel Poltu Quatu, regalerà un’esperienza difficile da dimenticare: divertimento autentico, glamour irriverente e ottima cucina conquisteranno l’isola facendo rivivere l’inconfondibile mood di Lío.

Luigi Pomata

Non si può dire di essere stati in Sardegna senza aver assaggiato un suo piatto o per la precisione uno dei suoi signature dish come la sua Caprese di mare a o il tonno, presente in tantissimi piatti e preparazioni. Luigi Pomata, che di questo pesce ne è il re indiscusso, lo prepara e lo porta a tavola con una devozione ed un amore unici.
Imperdibili le linguine dipasta di Gragnano condite con un tonno sott’olio stagionato per 10 anni, capperi di Selargius, olive verdi e nere, scorza di limone grattugiato e pecorino semistagionato.
Se poi volete vivere in toto l’esperienza Luigi Pomata due sono i consigli: una masterclass con lui magari proprio per scoprire i segreti del tonno e poi portarvi a casa uno dei suoi tonni sott’olio incredibilmente buoni.

Phi Beach

E’ uno dei luoghi più suggestivi dell’intera isola, amato soprattutto all’ora del tramonto per un aperitivo indimenticabile o di notte per le feste che attirano giovani da tutto il mondo. Il Phi Beach è tante cose assieme ed una più sorprendente dell’altra. Senza dimenticare naturalmente il ristorante e le proposte gourmet tra crudi di pesce, ostriche e una carta di vini e champagne degna di nota.