Decidere di fare il wedding planner è ancora una vera opportunità professionale? Per Enzo Miccio sì


“Consiglierei ad un giovane di intraprendere la professione di Wedding Planner perché sono fiducioso nel fatto che negli anni a venire possa sempre più consolidarsi. Un’occupazione dinamica e stimolante che permette di stare a contatto con la gente nel pieno del loro entusiasmo e gioia per il coronamento di un sogno d’amore”.
A dirlo è il volto televisivo più conosciuto in fatto di matrimoni, l’organizzatore di eventi e non solo, Enzo Miccio, che dalle pagine della testata giornalistica Roma Lavoro, svela i segreti per apprendere un mestiere che si sta facendo largo nel panorama italiano: pianificare e gestire il giorno delle nozze in tutti i suoi particolari dalla scelta dell’abito da sposa alle composizioni floreali e il bouquet, dalla ricerca e allestimento della location all’apparizione scenografica della wedding cake.

Lui che dell’organizzare matrimoni ne ha fatto una vera e propria professione che gli è valsa anche una grande fama a livello mediatico spiega i requisiti per svolgere il ruolo, caratteristiche innate e competenze, ma soprattutto racconta come diventare Wedding Planner professionista attraverso percorsi formativi pensati sia per i giovanissimi sia per coloro che “in tempi di crisi” vogliono rimettersi in gioco e “reinventarsi”.

Molti i consigli, dalla preparazione – «l’optimum sarebbe avere una cultura variegata che spazi dalla conoscenza della Storia dell’arte e della Moda ad una buona cultura musicale» – alle curiosità – «storicamente la mia più grande concorrente è stata, e lo è ancora, la mamma della sposa, spesso supportata dall’entourage familiare» – un’intervista da non perdere all’interno nel numero 197 di RomaLavoro in distribuzione nelle edicole di Roma e provincia e sul sito www.romalavoro.info

E voi cosa ne pensate?
Qual è la vostra storia? Avete anche voi deciso di diventare una wedding planner per dare una svolta alla vostra vita o realizzare il sogno di sempre?
Oppure avete pensato a questa professione come un’opportunità di guadagno?
C’è chi invece ci ha provato con corsi o muovendo i primi passi e arrendendosi dopo poco di fronte alle reali difficoltà del mercato?
Raccontatemi la vostra storia.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Decidere di fare il wedding planner è ancora una vera opportunità professionale? Per Enzo Miccio sì

  1. Ho intrapreso la carriera da nemmeno due anni dopo aver fatto un interessantissimo corso allo IED di Milano. Era ovviamente un sogno nel cassetto che comporta molti sacrifici soprattutto nella fase di start-up

    Questo lavoro è stancante, stressante, comporta un continuo aggiornamento ed a volte orari assurdi ma è passione pura!

    All’inizio non rappresenta un’opportunità di guadagno perchè in ogni nuova impresa c’è un periodo di avviamento che comporta molti costi e molto impegno.

    All’inizio si vive della soddisfazione che si scorge negli occhi degli sposi quando il progetto prende forma, quando si sentono rassicurati e seguiti ed infine nell’emozione nel constatare che tutto è andato secondo i piani facendo vivere agli sposi ed ai loro ospiti un evento unico.

    Considero fondamentale praticare questo mestiere con la massima professionalità e correttezza perchè solo in questo modo si possono avere rapporti di stima e fiducia sia con i fornitori che con le coppie di sposi e questo è un valore aggiunto importantissimo.

    Eva

    The WeddingEve – Matrimoni & Eventi
    Milano
    http://www.theweddingeve.it

  2. La mia carriera è iniziata nel lontano 2008. Dopo una laurea in Filosofia e Scienze della comunicazione e della conoscenza. Impegno, sacrifici e tanta gavetta per cercare di creare un lavoro che ancora (possiamo dire) non esisteva in Italia. Fu il libro di Angelo Garini e Enzo Miccio a farmi confermare l’idea che IO avrei fatto questo lavoro e con grande soddisfazione. Non credo ai corsi di formazione, che sostengono di farti DIVENTARE WP, una volta finito. Credo nella continua formazione in tutte le sue forme, nell’aggiornamento e nell’essere costantemente sul mercato.
    Mi auguro che il tempo faccia una selezione naturale e una pulita a livello nazionale di tutte le persone che hanno confuso l’identità di un organizzatore di eventi, creando così una cattiva immagine di questa.

    Stefania
    Ideeventi

  3. La mia carriera e’ iniziata per gioco facendo l’hostess per un’agenzia nel 2003, e poi la mia passione per il mondo del Wedding ha preso il sopravvento. Ho iniziato a frequentare corsi, stage girando non solo per le città italiane e cercare spunti ma andando anche al’ estero per apprendere meglio questa professione. Ecco che nel 2007 il mio primo matrimonio a bologna , un gran matrimonio del bel giro della bologna bene è poi di li’ a poco nasce la mia attività solo mia senza supporto di nessun altro. Grande orgoglio soprattutto adesso che seguo matrimonio dalla Calabria a bologna, passando per Roma e se capita dalla Puglia al Piemonte. Insomma non sarò nelle tv ma le mie spose mi rendono la persona più vip perché ogni mio matrimonio e’ una pubblicità. E solo se c’è la passione, la cultura e soprattutto la voglia di nn fermarsi mai ma di tenersi in continuo aggiornamento. Ecco infatti che per un po’ di tempo un portale noto mi ha dedicato una sezione tutta mia sul Wedding. Insomma la mia creatura Blugardeniaeventi quotidianamente mi porta soddisfazione ! A chi ha voglia di intraprendere questa professione, dico solo … La passione vi porta lontano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *