Parte oggi Life & Style, il mio nuovo appuntamento in Mondadori Store sulla moda, la bellezza, gli eventi

Parte con la moda l’iniziativa legata al mondo del lifestyle che andrà in scena nei mesi di novembre e dicembre nel Mondadori Megastore di Via San Pietro All’Orto a Milano.

Lo store, inaugurato solo pochi mesi fa, sarà infatti il palcoscenico per un ricco calendario di eventi organizzati e presentati da me. Nelle veci di vera e propria padrona vi accompagnerò alla scoperta del mondo del lifestyle, incontrandone i protagonisti e raccontandone storie e tendenze.
Si inizia con l’appuntamento “Ritorno all’eleganza”, omaggio al Quadrilatero della Moda dove lo stesso Store ha sede con un vero e proprio viaggio alla riscoperta dello stile.
Ad affiancarmi il Maestro dell’Alta Moda Lorenzo Riva, di cui Chiara Besana sta curando proprio in questi mesi la biografia in uscita in primavera, lo stilista milanese Massimo Panuccio, il collezionista di abiti del passato, Mauro Carlo Bonazzoli e gli organizzatori della Milano Vintage Week, appuntamento ormai imperdibile per gli amanti dello stile e del passato.

Sarà l’occasione per riscoprire il bello della moda, dell’eleganza raccontata da chi ne ha fatto la sua passione e il proprio lavoro, con consigli su come poter ispirarsi al passato ma con uno sguardo attento al futuro.

A dare il benvenuto agli ospiti della serata una suggestiva installazione nella vetrina dello Store che per l’occasione si vestirà a festa, mostrando il suo lato più glamour.

Inoltre sarà possibile trovare consigli per gli acquisti sul tema della serata, con proposte di lettura inerenti la moda e lo stile. Un appuntamento insomma per fashion addicted, esperti del settore, amanti del bello o semplicemente per chi desidera trascorrere una serata diversa in libreria tra un’intervista, un aneddoto e un buon bicchiere di vino.

Vi aspetto allora questa sera al Mondadori Store di Milano. Seguite l’evento e raccontatelo in prima persona con l’hashtag #life&style

Presto tutte le date dell’iniziativa: si continua il 20 novembre con una serata in rosa, pensata per le donne e dedicata alla bellezza.

Apre Sposidea 2015: ecco i primi scatti di una mostra tutta da vivere

 

Quasi un intero anno per prepararla, per organizzare ogni singolo dettaglio, riunioni, incontri, telefoni bollenti e poi ecco tutto pronto ed ancora un’altra volta la magia è riuscita e direi nel migliore dei modi. Sto parlando della fiera sposi più attesa dell’anno, quella che da sempre è il palcoscenico per il meglio del settore che si mostra con indosso il suo abito migliore oltre che il trampolino di lancio negli anni di tante eccellenze, tanti talenti e scoperte. Sposidea 2015 ha infatti aperto i battenti ieri sera alle ore 18: accese le candele della meravigliosa corte con l’elegante e sofisticato allestimento a tema Expo del flower designer del momento, estroso e visionario, Alberto Menegardi, i visitatori hanno potuto varcare l’ingresso di Villa Castelbarco a Vaprio d’Adda.
Luci soffuse, un’atmosfera elegante e composta, mai sguaiata o fuori luogo, hanno fatto da sfondo al percorso ben studiato ed armonico dell’esposizione: un susseguirsi di proposte per organizzare il grande giorno nel migliore dei modi e sempre con grandissimi professionisti.
A dare il benvenuto appunto l’installazione eco-chic inneggiante al riuso e alla sostenibilità. Un messaggio importante quello lanciato da Menegardi: si può allestire in maniera straordinariamente elegante ma anche con un occhio all’ambiente e al riciclo.
Sono tanti, tantissimi gli espositori di quest’anno tra proposte per l’abbigliamento, musicisti, fotografi, catering, location e chi più ne ha più ne metta.
Qui qualche piccolo assaggio dell’esposizione tra l’ingresso principale e gli stand che mi stanno più a cuore, come quello di Sartoria Massimo con gli abiti da sposa della Capsule Collection Oggi Sposi che ho avuto il piacere di realizzare al fianco del bravissimo e talentuoso Massimo Panuccio.
A Vaprio il fashion stylist mostra tutta la sua creatività a 360 gradi con proposte da sera e da cerimonia. Nel suo spazio gli abiti che sabato sera sfileranno nella passerella dello Spazio Eventi di Villa Castelbarco, le proposte cocktail ma anche una piccola selezione di capi vintage di Mauro Carlo Bonazzoli, col quale lo stilista milanese ha iniziato una stimolante collaborazione. Continua a leggere

Si Sposaitalia: un prestigioso palcoscenico per lanciare le mie ultime novità

 

Immagine 1 di 16

Emanuela Forlin e Chiara Besana aprono l'evento Anche i libri vanno a nozze

Venerdì scorso, a poche ore dall’apertura ufficiale della 38esima edizione di Si Sposaitalia, ho avuto il piacere di essere protagonista di uno speciale appuntamento chiamato Anche i libri vanno a nozze con Chiara Besana: una conferenza stampa dedicata alla presentazione del mio libro La casa dei matrimoni, edito da Valentina Edizioni, accompagnata però anche dal lancio di importanti progetti che mi riguarderanno nei prossimi mesi.
Ad aprire l’appuntamento nella Vip lounge della manifestazione davanti ad una platea di addetti del settore, blogger, giornalisti ed amici uno speciale ed emozionante momento di danza pensato ad hoc da Cristina Messina, ballerina ed insegnante di Acadance Marry me. Ma quello iniziale non è stato l’unica parentesi a suon di musica, tutta la presentazione infatti è stata animata da bravissimi ballerini in abito da sposa che hanno elegantemente fatto da cornice all’evento, lanciando uno di quei must di stagione che il mondo del wedding sta scoprendo ovvero la presenza sempre più richiesta di balli o flash mob durante il giorno del sì. Continua a leggere

A Sposaitalia per parlare di libri e tante novità: vi aspetto venerdì nella Vip Lounge della fiera

Anche i libri vanno a nozze è questo il nome dell’evento che mi vedrà protagonista e che aprirà la 38esima edizione di Sì Sposaitalia Collezioni. In occasione infatti dell’evento più atteso dal settore wedding italiano e straniero vi aspetto venerdì 22 maggio alle ore 12 presso la Vip Lounge della Fiera per un appuntamento unico: in quella che è la manifestazione per eccellenza dedicata all’abito da sposa presenterò il mio libro La casa dei matrimoni edito da Valentina Edizioni, un romanzo autobiografico sui cinque matrimoni della mia famiglia dal Dopo Guerra ad oggi. Protagonista del libro proprio l’abito da sposa, che cambia a seconda delle mode, dei tempi, e del carattere della sposa, ma che da sempre è lo specchio di un’epoca e di una società.

Ad affiancare la presentazione anche alcuni degli abiti della capsule collection Oggi Sposi, ispirata proprio al romanzo e realizzata dallo stilista Massimo Panuccio. Ma l’evento sarà anche l’occasione per conoscere in anteprima le ultime novità che mi riguardano: dal nuovo libro tutto da scoprire sulla vita e gli aneddoti dello stilista che ha fatto la storia dell’abito da sposa e del Made in Italy nel nostro Paese e nel mondo, al nuovo prodotto tutto da scoprire firmato da me e realizzato da Mondadori Store, il wedding box pronto a cambiare il modo di organizzare le nozze sia per gli sposi che per le aziende.
Un appuntamento insomma da non perdere tra tante sorprese (alcune anche a tempo di musica realizzate da Acadance Marry me) e tanto altro.

Insomma Sì Sposaitalia, come sempre, sarà il palcoscenico per presentare le ultime novità e i trend anche in fatto di editoria del settore. Un appuntamento da non perdere, ricco di sorprese tutte da scoprire.

Al Salone del Libro di Torino si parla di matrimoni: un dibattito sul tema partendo dal mio libro La casa dei matrimoni

 

Si è aperta ieri mattina la 28esima edizione del Salone Internazione del Libro di Torino e subito un via vai di scrittori, giornalisti ed opinionisti è sceso in campo per raccontare le ultime novità in fatto di editoria, discutere di tematiche talvolta importanti ed altre più frivole, ma facendo respirare al visitatore quella ricchezza di pensiero e di sentimento che tra le pagine di un libro trova la sua più naturale espressione.
Ad inaugurare lo Spazio Autori del Salone il mio libro, La casa dei matrimoni edito da Valentina Edizioni. Sì perché i libri sono questo, tanti mondi da esplorare, da conoscere ed in cui perdersi e quindi perché non parlare anche di nozze?
Ed ecco quindi, partendo proprio dalle pagine del mio romanzo autobiografico, che al Salone si è dibattuto di matrimoni, del loro significato e del loro modo di cambiare a seconda dei decenni.
Al mio fianco Mapi Danna, giornalista ed ideatrice di Love Books, e Don Carlo Bertola, parroco della Chiesa di San Giorgio a Torino ed autore anch’esso di libri religiosi.
Il libro, uscito a novembre, è il racconto delle cinque storie d’amore della mia famiglia dal Dopo Guerra ad oggi, e mostra come sia cambiato il modo di noi italiani di dirci sì, di credere nella famiglia e di come questo passo della vita abbia assunto caratteristiche e significati sempre nuovi.

 

A fare da cornice alla presentazione anche una sposa in carne ed ossa, con indosso una delle creazioni della Capsule Collection Oggi Sposi realizzata da Massimo Panuccio, stilista a capo della Sartoria Massimo, e da me ed ispirata proprio alle pagine del libro.
In occasione della manifestazione ho annunciato anche il mio prossimo libro in uscita: la storia ricca di aneddoti, curiosità e vicende ancora sconosciute di uno dei maestri della moda italiana, Lorenzo Riva, stilista, uomo che ha fatto lo stile e la storia del Made in Italy, dell’abito da sposa e insomma delle donne italiane.

Credit foto: Diego Taroni

Lorenzo Riva, il re delle spose, è tornato e dalla vetrina della sua nuova sartoria Duomosei dà vita alla sposa del domani

 

Prima del boom del wedding in Italia, della moda dei wedding planner e di tutto questo gran parlare di spose e nozze in ogni salsa c’era lui, l’uomo che ha inventato la sposa in Italia, l’uomo che l’ha capita, sublimata e vestita di eleganza, classe, naturalezza e charme, tradizione e innovazione. Sto parlando ovviamente di Lorenzo Riva, lo stilista che per primo ha immaginato la sposa così come oggi la vediamo nei modelli di tanti suoi successori, che hanno tratto ispirazione da quel suo modo unico, geniale e completo di interpretarla, facendola camminare sulle passerelle più importanti, vestendola di un ruolo nuovo, da prima donna, da coup de theatre della moda. Tutti si affannavano a disegnare la donna del domani, lui invece anticipava ogni altro con quell’abito bianco che spesso chiudeva le sfilate dei grandi nomi, ma che in realtà pochi anni dopo avrebbe destato molta più attenzione di allora.

Lorenzo Riva da quella piccola sartoria che aveva aperto nel soggiorno della propria casa di ringhiera nell’ormai lontano 1958 ha capito le donne prima di altri, anticipando tendenze allora forse addirittura mal comprese dal grande pubblico, che vedeva nel segmento wedding un’alternativa di serie b alla moda delle passerelle.
Eppure il tempo gli ha dato ragione e ora basta guardarsi intorno per capire quanto la sua arte ed il suo ingegno abbiano visto avanti.
Uomo di grande classe, che ha sempre pensato alla donna come ad un’opera d’arte a cui dare un’anima attraverso i propri abiti, non ha mai cambiato la sua idea femminile, essenziale e solo sua di intendere la moda, a metà tra il passato e il futuro, in un progetto artistico senza tempo. Continua a leggere