Nicole Cavallo, a star is born: il nuovo talento del bridal che parla ai millennial

Solare, sorridente, semplice e bellissima: a prima vista è questo Nicole Cavallo, una ragazza che come le sue coetanee ama la moda, le tendenze e i social, un mezzo che conosce bene (seguitela su Instagram e capirete!) e che diventa in breve tempo uno strumento di comunicazione per arrivare alle sue coetanee, raccontando un mondo, quello del bridal, che lei conosce sin dalla culla. Sì perché Nicole è figlia della coppia più sposata d’Italia. Il perché? I suoi genitori sono infatti Alessandra Rinaudo e Carlo Cavallo, una coppia affiatatissima e innamorata come il primo giorno, ma che oltre alla vita privata condivide anche quella lavorativa. Da una parte lei stilista e Direttore Creativo del brand italiano Nicole e dall’altra lui, recentemente diventato Direttore Generale di Pronovias Italia. Nicole, che nel suo futuro ha sempre desiderato la moda, non immaginando un suo ruolo nel Bridal, dopo la Laurea in Marketing alla Bocconi, è entrata recentemente a lavorare nell’azienda di famiglia. Ma il suo ingresso ha portato una nuova linfa vitale al brand, una ventata di aria fresca e di leggerezza, con l’umiltà insegnata in famiglia e l’entusiasmo dei giovani. L’esempio che quotidianamente ha respirato in casa Nicole ha fatto sì che in lei crescesse quella passione e quel rispetto per il lavoro che difficilmente si trovano in un Millennial. Nicole ha le idee precise e con un sorriso genuino, lo stesso che ritrovo nei suoi genitori nonostante i tanti e grandi successi conseguiti negli anni, e lo sguardo di chi guarda al futuro, sta giorno per giorno portando avanti la sua idea del bridal all’interno dell’azienda. In punta di piedi per rispettare chi negli anni ha fatto di Nicole una delle aziende più importanti del Made in Italy, questa ragazza piemontese si sta facendo strada, mostrando un talento che sono certa sconvolgerà il mercato italiano e quella visione a cui fino ad oggi le aziende del settore ci hanno abituati. Attenzione allora perché posso dire con certezza: è nata una stella!

Continua a leggere

“Tutta colpa delle fragole”: l’amore ai tempi dei social nel romanzo di Sistiana Lombardi

Amore e social, sentimento e tecnologia: due binomi all’apparenza lontani anni luce, eppure ai giorni nostri sempre più vicini, complementari, legati a filo doppio. Sì c’è sempre chi si innamora alla maniera tradizionale, per strada, ad una festa, su un tram, eppure c’è chi il compagno di una vita o quasi lo trova sul web, lo conosce grazie ad una app, lo condivide sui social (basti pensare al bacio più social degli ultimi giorni tra Fedez e Chiara Ferragni).
E’ questo modo di vivere l’amore, di approcciarsi ad esso, magari inizialmente per scherzo, per caso, fino poi a restarne pervasi, cambiando il corso della propria vita, ad essere al centro del romanzo di Sistiana LombardiTutta colpa delle fragole“, edito da Mondadori.
Lei è una delle influencer più seguite del momento, amata per i suoi vlog pieni di poesia, di sincerità e di vita. Blogger di successo Sistiana ha pubblicato il suo primo libro, che è una storia da leggere tutta d’un fiato, scoprendo personaggi reali, usciti dal quotidiano, dal vissuto di tutti noi, che vivono relazioni e situazioni in cui il lettore si rivede, appassionandosi fortemente alle vicende descritte pagina dopo pagina. L’ho incontrata alla libreria Open di Milano per questa intervista e subito è scattato qualcosa: intesa tra due donne probabilmente simili e diverse per tanti aspetti, curiosità, voglia di saperne di più, tanto che dopo pochi giorni ha con grande piacere moderato la sua prima presentazione presso il Mondadori Store di Via San Pietro all’Orto a Milano, in cui tanti suoi follower hanno partecipato con entusiasmo e grande interesse.

In “Tutta colpa delle fragole”, Sistiana Lombardi racconta le relazioni ai tempi dei social e delle app nelle loro mille sfaccettature. E lo fa con un’ironia tagliente, mai sopra le righe, con una leggerezza che ci fa ridere e sorridere, fino a far vacillare le nostre certezze e a mettere in discussione i nostri pregiudizi. Un libro da leggere in una notte, per inguaribili romantici, ma anche per chi cinicamente pensa che l’amore non arrivi più ed è pronto a ricredersi. Continua a leggere